Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Bandi di gara e contratti Esito procedure Archivio per anno di aggiudicazione 2020 Procedura aperta PI358280-19 per la fornitura, installazione e posa in opera di una TAC e di una RM 1,5 per Montecatone Rehabilitation Istitute SPA, lotto unico. Pubblicato su GURI n. 142 del 04/12/2019.
Azioni sul documento

Procedura aperta PI358280-19 per la fornitura, installazione e posa in opera di una TAC e di una RM 1,5 per Montecatone Rehabilitation Istitute SPA, lotto unico. Pubblicato su GURI n. 142 del 04/12/2019.

Data di pubblicazione: 04/12/2019 09:40

In data 07/01/2020 pubblicati chiarimenti e allegati

Categoria di gara : beni e servizi
Tipologia di gara : procedura aperta
Termini di partecipazione aperti fino al : 21-01-2020
Indirizzo e-mail : servizio.acquisti@pec.ausl.bologna.it
Importo : € 1.650.000,00 iva esclusa
Articolo e informazioni complementari

Chiarimenti del 07/01/2020

DOMANDA

documento A1 Caratteristiche tecniche delle attrezzature TC MULTISLICE: si chiede di confermare che la richiesta della connettività Dicom worklist per la Workstation di post-elaborazione trattasi di refuso, in quanto tale classe è generalmente utilizzata sulla workstation di acquisizione durante la programmazione della lista pazienti, come peraltro richiesta per la consolle di comando.

 

RISPOSTA

Si conferma che la richiesta della connettività Dicom worklist per la Workstation di post-elaborazione è da intendersi come refuso

///////////////////////////////////////////////////////////

DOMANDA

Si chiede se l'acqua refrigerata, presente al piano interrato del fabbricato oggetto di intervento, è disponibile 365gg/anno e - sempre allo stesso piano - sia disponibile una potenza frigorifera pari 130 KW di cui 40 KW anche nel periodo invernale.

RISPOSTA

Si conferma che l’acqua refrigerata presente al piano interrato del fabbricato oggetto di intervento è disponibile 365gg/anno.
Inoltre è disponibile una potenza frigorifera pari 130 KW di cui 40 KW anche nel periodo invernale.

 

///////////////////////////////////////////////////////////

 

DOMANDA

1) Con riferimento all’art. 13 del Capitolato Speciale di gara e allegati B e B1, si chiede di confermare che gli unici aggiornamenti richiesti durante il periodo di garanzia ed in caso di stipula di contratto Full-Risk e, senza aggravio di spesa, sono da intendersi relativi a tutti gli aggiornamenti, sia hardware che software, inerenti la sicurezza nell’utilizzo delle apparecchiature oggetto della presente fornitura che nel periodo contrattuale l’azienda fornitrice potrebbe rendere disponibili sul mercato.

2) Con riferimento all’art. 20 del Capitolato Speciale di gara, laddove viene richiesta polizza assicurativa per un importo non inferiore ad Euro 2.000.000,00 che deve coprire anche la responsabilità civile per danni a terzi con un massimale non inferiore a Euro 500.000,00, si chiede di confermare che, a comprova della esistente copertura assicurativa rinnovata annualmente e contenente i dettagli relativi alla garanzia e al massimale di polizza, sia sufficiente fornire il Certificato di Assicurazione emesso dalla Compagnia Assicurativa della nostra Casa Madre, di cui facciamo parte.
grazie e cordiali saluti.

 

RISPOSTA

1) Si conferma

2) Si conferma

///////////////////////////////////////////////////////////

 

DOMANDA

si chiedono i seguenti chiarimenti tecnici:

1. SI chiede di confermare, come indicato durante il sopralluogo, che il limite di fornitura è il quadro elettrico generale del nuovo reparto radiologia, quindi sono escluse le due linee elettriche di alimentazione sotto gruppo elettrogeno e sotto UPS continuità;

2. SI chiede conferma, come indicato durante il sopralluogo, che il limite di fornitura è l’armadio dati del nuovo reparto radiologia, quindi sono escluse eventuali fibre ottiche o collegamenti in rame verso gli impianti esistenti

3. Si chiede di confermare che trattandosi di un reparto di radiologia il locale TAC è da considerare di gruppo 1 dal punto di vista della classificazione dei locali medici;

4. Si chiede di confermare che trattandosi di un reparto di radiologia il locale RM è da considerarsi di gruppo 1 dal punto di vista della classificazione dei locali medici;

5. Si chiede di confermare che trattandosi di un reparto di radiologia, il locale RX Digitale è da considerarsi di gruppo 1 dal punto di vista della classificazione dei locali medici;

6. Si chiede la marca della centrale dell’impianto rivelazione incendi esistente a cui è stato indicato durante il sopralluogo di collegarci con il nuovo impianto all’interno del reparto radiologico.

7. Si chiede la marca della centrale dell’impianto di diffusione sonora ed allerta evacuazione esistente a cui è stato indicato durante il sopralluogo di collegarsi con il nuovo impianto all’interno dei reparto radiologia

8. In riferimento alle "CARATTERISTICHE TECNICHE: TOMOGRAFO A RISONANZA MAGNETICA"
? 2° Workstation di visualizzazione ed post-elaborazione
? Dovrà consentire la masterizzazione su CD o DVD, Blu Ray e l’archiviazione su disco rigido
Si chiede di confermare che per la workstation di visualizzazione e post-elaborazione possa essere fornito un masterizzatore CD/DVD e uno spazio di archiviazione locale su hard disk.

9. Inoltre, data l’importanza e la complessità del progetto richiesto in gara e in concomitanza con il periodo natalizio, al fine di poter predisporre un progetto dettagliato ed approfondito e una proposta economica più confacente alle vostre esigenze, si chiede cortesemente che il termine per la preparazione dell’offerta possa essere prorogato di almeno 1 settimana.

 

RISPOSTA

1. Si conferma;
2. Si conferma;
3. Si conferma;
4. Si conferma;
5. Si conferma;
6. La centrale dell’impianto rivelazione incendi esistente è della Ditta Aritech;
7. La centrale dell’impianto di diffusione sonora ed allerta evacuazione esistente è della Ditta RCF;
8. Si conferma che per la workstation di visualizzazione e post-elaborazione può essere fornito un masterizzatore CD/DVD e uno spazio di archiviazione locale su hard disk;
9. Si precisa che le motivazioni della proroga di una procedura di gara è regolamentata dall'articolo 79 comma 3° del Codice degli Appalti. Non rientrando nelle casistiche previste, duole comunicare che il termine previsto per la scadenza deve intendersi confermato.

 

///////////////////////////////////////////////////////////

 

DOMANDA

1. Si chiede di fornire planimetrie e schemi funzionali, possibilmente in formato dwg, relativi alle reti fluidi climatizzazione presenti nella sottocentrale livello -3.
2. Si chiede di confermare che possono essere utilizzati gli stacchi predisposti sui collettori e sulle tubazioni reti caldo e refrigerata, presenti nella sottocentrale livello -3. Si chiede inoltre di confermare che trattasi di stacchi DN 65 e che i fluidi caldi e freddi saranno disponibli durante tutto l’anno.
3. Si chiede di fornire planimetria in formato dwg della copertura dell’edificio.
4. Si chiede di confermare la possibilità di installare apparecchiature quali gruppo frigorifero, ecc., sulla copertura dell’edificio.
5. Si chiede di confermare che sia necessario prevedere collegamento al sistema di supervisione Honeywell.
6. Si chiede di confermare che le nuove reti gas medicale debbano essere collegate ai montanti esistenti presenti all’esterno dell’edificio in carter di protezione. Si chiede inoltre di specificare quali siano le tipologie di gas richiesti.
7. Si chiede di fornire planimetrie as-built dell’impianto gas medicali.
8. Si chiede di confermare che la rete idrico sanitaria (calda, fredda e ricircolo) siano da derivare dagli stacchi predisposti nel corridoio di collegamento all’area di intervento. Si chiede inoltre di fornire planimetria as-built dell’impianto idrico sanitario, scarichi ed antincendio.
9. Si chiede di fornire le caratteristiche dei solai esistenti (portata utile, sovraccarico accidentale, tipologia, spessori del sottofondo e composizione), unitamente agli elaborati grafici (pianta e sezione) possibilmente in formato DWG.
10. Si chiede di fornire indicazioni per il calcolo delle barriere anti-x necessarie all’installazione delle apparecchiature CT ed XR: carico di lavoro settimanale, fattore di occupazione locali confinanti, compreso quelli sottostanti e sovrastanti la diagnostica.
11. Si chiede di fornire il progetto d’installazione dell’apparecchiatura radiologica XR che dovrà essere spostata per poter predisporre adeguatamente i nuovi locali che andranno ad ospitarla. (dimensioni, pesi, dissipazioni, canalizzazioni necessarie, caratteristiche sistemi di sospensione).
12. Si chiede di confermare, come indicato in fase di sopralluogo, che sono a carico del fornitore solo gli interventi a valle del nuovo quadro elettrico di reparto, questo compreso, mentre è escluse e quindi sarà a carico della Stazione Appaltante ogni eventuale intervento a monte del nuovo quadro elettrico di reparto (canalizzazioni, linee elettriche ed interruttori di protezione a monte).
13. Si chiede di fornire gli schemi elettrici unifilari, in alternativa il dato della corrente di cortocircuito presunta trifase sul quadro generale di bassa tensione sezione ordinaria/privilegiata e sul quadro generale sezione continua a monte del nuovo quadro elettrico di reparto; fornire inoltre la distanza dei suddetti quadri dall’area di intervento.
14. Si chiede di fornire indicazioni, in ottemperanza alla norma CEI 64-8/7 art.710, sulla classificazione dei seguenti locali ad uso medico previsti nel layout di progetto allegato alla documentazione di gara: 1) Sala esame RX digitale, 2) Sala esame RM 1,5T, 3) Preparazione pazienti/Emergenza, 4) Sala esame TAC, 5) Preparazione pazienti.
15. Si chiede di confermare che è attualmente presente una sezione continua dell’impianto elettrico della struttura sanitaria alimentata da UPS in grado di garantire autonomia minima di 1 ora.
16. Si chiede di fornire lo schema del quadro elettrico UTA presente nella sottocentrale tecnologica presente al livello -3 e le caratteristiche dell’interruttore di protezione e della linea elettrica principale di alimentazione a monte.
17. Si chiede di fornire marca e modello della centrale di rivelazione fumi presente nella struttura sanitaria e conferma della possibilità di ampliamento del loop di zona presente in prossimità dell’area di intervento.
18. Si chiede di confermare che all’interno della struttura sanitaria è presente un impianto di diffusione sonora evacuazione emergenza che sarà oggetto di ampliamento, in caso positivo fornire marca e modello sia della centrale di diffusine sonora che dei diffusori acustici.
19. Si chiede di confermare che, relativamente all’impianto di trasmissione dati, sarà onere del fornitore predisporre un nuovo armadio permutatore completo di tutta la parte passiva mentre sarà onere della Stazione Appaltante la predisposizione di tutta la parte attiva ed il collegamento al centro stella della struttura sanitaria.
20. Si chiede di specificare la categoria dell’impianto di trasmissione dati attualmente in uso nella struttura sanitaria.
21. Si chiede di confermare che come riportato a pag.29 del Disciplinare, il termine massimo per la consegna del progetto esecutivo non potrà comunque superare i 30 giorni dall’ordine del committente e che trattasi di refuso la consegna entro 15 giorni naturali e consecutivi dall’aggiudicazione indicata art. 5 pag. 6 del Disciplinare di gara.
22. Si chiede di confermare che il Direttore dei lavori ed il Coordinatore per la Sicurezza in fase di esecuzione saranno a carico della Stazione Appaltante.
23. Si chiede di confermare che la manutenzione full-risk (24 mesi) sia da intendersi per le sole apparecchiature e non per le opere ed impianti.
24. In considerazione della complessità della progettazione richiesta in gara (progetto definitivo), stante la contingente necessità di ricevere riscontro a richieste di chiarimenti su informazioni sostanziali per la corretta elaborazione di un progetto offerta che risponda al meglio alle vostre aspettative, chiediamo cortesemente di voler concedere una proroga di 21 gg. del termine di scadenza di presentazione dell’offerta.

 

RISPOSTA


1) Si allegano gli elaborati richiesti

2) Si conferma che possono essere utilizzati gli stacchi predisposti sui collettori e sulle tubazioni reti caldo e refrigerata, presenti nella sottocentrale livello -3. Inoltre si confermare che trattasi di stacchi DN 65 e che i fluidi caldi e freddi saranno disponibili durante tutto l’anno.

3) Si allega l'elaborato richiesto

4) Si conferma la possibilità di installare apparecchiature quali gruppo frigorifero, ecc., sulla copertura dell’edificio previa conoscenza delle dimensioni e pesi delle macchine.

5) Si conferma la necessità di prevedere il collegamento al sistema di supervisione Honeywell

6) Si conferma che le nuove reti gas medicale debbano essere collegate ai montanti esistenti presenti all’esterno dell’edificio ingresso II°Piano Seminterrato. Le tipologie di gas richiesti sono le seguenti: ossigeno aria compressa e vuoto

7) Si allega elaborato richiesto

8) Si allega elaborato richiesto

9) Si allega elaborato richiesto

10) Il carico di lavoro settimanale è di 6 gg su 7gg, fattore di occupazione locali confinanti piano sovrastante 7 gg su 7 gg. Il piano sottostante è ad uso locale tecnico

11) Non è possibile mettere a disposizione il progetto di installazione del sistema esistente in quanto al momento non rintracciabile presso gli archivi della stazione appaltante;

12) Si conferma, come indicato in fase di sopralluogo, che sono a carico del fornitore solo gli interventi a valle del nuovo quadro elettrico di reparto, mentre sono escluse e quindi a carico della Stazione Appaltante ogni eventuale intervento a monte del nuovo quadro elettrico di reparto

13) Si allega elaborato richiesto

14) Si conferma che trattandosi di un reparto di radiologia, tutti i locali sopra citati sono da considerarsi di gruppo 1 dal punto di vista della classificazione dei locali medici.

15) Si conferma che è attualmente presente una sezione continua dell’impianto elettrico della struttura sanitaria alimentata da UPS e in grado di garantire autonomia minima di 1 ora.

16) Si allega elaborato richiesto

17) La marca della centrale dell’impianto rivelazione incendi esistente è della Ditta Aritech. Inoltre si conferma la possibilità di ampliamento del loop di zona presente in prossimità dell’area di intervento.

18) La marca della centrale dell’impianto di diffusione sonora ed allerta evacuazione esistente è della Ditta RCF

19) Si conferma che, relativamente all’impianto di trasmissione dati, sarà onere del fornitore predisporre un nuovo armadio permutatore completo di tutta la parte passiva mentre sarà onere della Stazione Appaltante la predisposizione di tutta la parte attiva ed il collegamento al centro stella della struttura sanitaria.

20) Le cablature e apparati presenti presso la struttura sono certificati UTP 5;

21) Si conferma che come riportato a pag.29 del Disciplinare, il termine massimo per la consegna del progetto esecutivo non potrà comunque superare i 30 giorni dall’ordine del committente. Il termine relativo alla consegna entro 15 giorni naturali e consecutivi dall’aggiudicazione indicata art. 5 pag. 6 del capitolato speciale di appalto è da considerarsi un refuso.

22) Si conferma che il Direttore dei lavori ed il Coordinatore per la Sicurezza in fase di esecuzione saranno a carico della Stazione Appaltante

23) Si conferma che la manutenzione full-risk (24 mesi) è da intendersi per le sole apparecchiature e non per le opere ed impianti.

24) Si precisa che le motivazioni della proroga di una procedura di gara è regolamentata dall'articolo 79 comma 3° del Codice degli Appalti. Non rientrando nelle casistiche previste, duole comunicare che il termine previsto per la scadenza deve intendersi confermato.

 

///////////////////////////////////////////////////////////

 

DOMANDA

In riferimento ai chiarimenti pubblicati in data odierna, si prega di voler ripubblicare la risposta in merito alla superabilita' degli importi perche' per mero errore è stata riportata la domanda, nella sezione delle risposte.

 

RISPOSTA

Per un mero errore, in data 17.12.2019 anzichè fornire la risposta a due analoghi chiarimenti, si è riproposto la domanda.
La risposta, valida per entrambi le richieste, è:

Si conferma che i singoli importi relativi alle apparecchiatura, opere edili e di finitura, impianti tecnologici e oneri di progettazione, sono presunti e quindi superabili, purché la loro somma non sia maggiore dell’importo complessivo a base d’asta di Euro 1.650.000,00

///////////////////////////////////////////////////////////

 

DOMANDA

Con riferimento alla procedura in oggetto siamo a richiederVi i seguenti chirimenti:

1. Fermo restando l’importo complessivo a base d’asta, si chiede conferma che i singoli importi relativi all’apparecchiatura, opere edili e di finitura, impianti tecnologici e oneri di progettazione, sono presunti e quindi superabili, purché la loro somma non sia maggiore dell’importo complessivo a base d’asta di Euro 1.650.000,00.

2. All’ art. 3 del disciplinare di gara viene indicato che l’importo relativo alla prestazione principale Apparecchiatura assistenza tecnica e installazione è comprensivo degli oneri di sicurezza non soggetti a ribasso pari a Euro 12.000,00.
Contrariamente, all’art. 2 del capitolato speciale gli oneri di sicurezza non soggetti a ribasso sono compresi nella prestazione secondaria Lavori.
Inoltre, a pag.6 del disciplinare di gara viene precisato quanto segue:
“Il Datore di Lavoro Committente, valutate le attività oggetto dell’appalto, precisa che si è riscontrata presenza di Rischi da Interferenze per i quali intraprendere misure di prevenzione e protezione atte ad eliminare e/o ridurre i rischi: per questo specifico contratto, trattandosi di misure organizzative, gli oneri relativi risultano essere pari a zero
Alla luce di quanto sopra si chiede di precisare se gli oneri di sicurezza sono da intendersi nella prestazione principale o nella prestazione secondaria e se l’indicazione degli oneri di interferenza pari a zero è un refuso.

3. Con riferimento alla previsione dell’art. 5 secondo cui la ditta aggiudicataria dovrà redigere il PSC a corredo del progetto esecutivo e sottoporlo all’approvazione del servizio attività tecniche della committente, posto che al successivo art. 8 del CSA viene posto a carico della stazione appaltante il coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione, siamo a richiedervi conferma che, in tale ultima fase, la ditta affidataria debba redigere solo il piano operativo di sicurezza ai sensi dell’art 96 comma 1 lettera g del D.LGS 81/2008 sulla base del PSC predisposto dalla stazione appaltante

RISPOSTA


1) Fermo restando l’importo complessivo a base d’asta, si chiede conferma che i singoli importi relativi all’apparecchiatura, opere edili e di finitura, impianti tecnologici e oneri di progettazione, sono presunti e quindi superabili, purché la loro somma non sia maggiore dell’importo complessivo a base d’asta di Euro 1.650.000,00;

2) Gli oneri di sicurezza non soggetti a ribasso pari a Euro 12.000,00 sono da considerarsi complessivi per tutto l’appalto. In merito agli oneri di interferenza visto l’area oggetto di intervento che risulta confinata rispetto alle altre aree si è ritenuto di considerare questi ultimi pari a €.0. ;

3) Fermo restando quanto riportato, si intende precisare che il PSC deve essere redatto in fase di progetto esecutivo e quindi dalla Ditta Aggiudicataria cosi come il POS rimanendo a carico della Stazione Appaltante il CSE

 

///////////////////////////////////////////////////////////

 

DOMANDA

Si chiedono i seguenti chiarimenti:
1) Nel Capitolato speciale d’appalto, alla pag. 10 è indicato che i lavori edili ed impiantistici riguardano anche lo spostamento del sistema RX digitale esistente; a tal proposito si chiede:
• di mettere a disposizione il progetto di installazione del sistema al fine di poter valutare le necessità edili ed impiantistiche;
• di confermare che i costi del trasferimento/installazione del sistema digitale non sono oggetto del presente appalto;

2) Si chiede di confermare che le figure professionali di Direzione lavori e Coordinamento della sicurezza in esecuzione sono a carico dell’Azienda ospedaliera, così come indicato in Capitolato alla pag. 8.

3) Si chiede di confermare che in fase di gara è da predisporre un progetto definitivo e che pertanto progettazione esecutiva e PSC rimangono in carico all’aggiudicataria;

4) Data l’entità degli interventi, si chiede cortesemente di confermare che la non superabilità dell’importo a base d’asta sia da intendersi riferito all’importo complessivo e non ai singoli importi riportati nel Disciplinare, pag. 5 e 6 e nell’allegato E – offerta economica

 

RISPOSTA


1) Non è possibile mettere a disposizione il progetto di installazione del sistema esistente in quanto al momento non rintracciabile presso gli archivi della stazione appaltante;
Confermiamo che i costi del trasferimento/installazione del sistema digitale non sono oggetto del presente appalto;

2) Confermiamo che le figure professionali di Direzione lavori e Coordinamento della sicurezza in esecuzione sono a carico del Montecatone Rehabilitation Institute S.p.A.,

3) Confermiamo che in fase di gara è da predisporre solo il progetto definitivo e che progettazione esecutiva e PSC rimangono in carico all’aggiudicataria;

4) Fermo restando l’importo complessivo a base d’asta, si chiede conferma che i singoli importi relativi all’apparecchiatura, opere edili e di finitura, impianti tecnologici e oneri di progettazione, sono presunti e quindi superabili, purché la loro somma non sia maggiore dell’importo complessivo a base d’asta di Euro 1.650.000,00.

Note
procedura
« aprile 2021 »
aprile
lumamegivesado
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930