Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Bandi di gara e contratti Esito procedure Archivio per anno di aggiudicazione 2020 Procedura Aperta PI313140-19 per service sistemi per aferesi terapeut. e citoaferesi, per esigenze di Aziende USL Bologna, Ospedaliero-Universitaria Bologna, Ospedaliero-Universitaria Ferrara, USL Romagna-lotto unico. Pubblic. su GURI n. 126 del 25/10/19
Azioni sul documento

Procedura Aperta PI313140-19 per service sistemi per aferesi terapeut. e citoaferesi, per esigenze di Aziende USL Bologna, Ospedaliero-Universitaria Bologna, Ospedaliero-Universitaria Ferrara, USL Romagna-lotto unico. Pubblic. su GURI n. 126 del 25/10/19

Data di pubblicazione: 25/10/2019 11:35

In data 13/11/2019 pubblicati chiarimenti. In data 21/11/2019 pubblicati chiarimenti e determina n. 2995 del 20/11/2019 di modifica dell'Allegato A sez. A. In data 09/12/2019 pubblicata rettifica data apertura documentazione amministrativa. In data 15/05/2020 pubblicata data di apertura offerta economica.

Categoria di gara : beni e servizi
Tipologia di gara : procedura aperta
Termini di partecipazione aperti fino al : 26-11-2019
Indirizzo e-mail : servizio.acquisti@pec.ausl.bologna.it
Importo : Euro 3.900.000,00 IVA esclusa
Articolo e informazioni complementari

Comunicazione del 15/05/2020 data apertura offerta economica:

Si comunica che il 20/05/2020 ore 11 si terrà la seduta virtuale per l'apertura dell'offerta economica.

 


Comunicazione del 09/12/2019

Si comunica che per problemi tecnico amministrativi la seduta per l'apertura della documentazione amministrativa prevista per il giorno 28/11/2019 alle ore 9,30 è stata posticipata ad oggi, 09/12/19, alle ore 14,00.

Chiarimenti del 21/11/2019

DOMANDA N. 1

in riferimento alla gara in oggetto, Lotto Unico, nel Punto 13 delle Caratteristiche Indispensabili viene richiesto “Riconoscimento e registrazione, tramite lettura di barcode, dei materiali, delle soluzioni e dei liquidi utilizzati.” Tale caratteristica minima nella sua interezza, per quanto a nostra conoscenza, può essere soddisfatta da un unico operatore economico predeterminando di fatto già il fornitore, in contrasto con i principi di libera concorrenza, non discriminazione e trasparenza sancite dall’art. 30 del D.lgs 50/16.
Pertanto, al fine di garantire la più ampia partecipazione e concorrenza, si chiede di eliminare o modificare il punto sopracitato nel seguente modo “Registrazione, tramite lettura di barcode, dei materiali, delle soluzioni e dei liquidi utilizzati”, eliminando la dicitura “Riconoscimento”.

Inoltre, nel Punto 17 delle Caratteristiche Indispensabili viene richiesto “Flusso dell’ACD regolabile con aggiustamenti minimi del rapporto ACD/sangue in toto e regolazione automatica del flusso di prelievo in relazione al rapporto di ACD impostato.” Tale caratteristica minima nella sua interezza, per quanto a nostra conoscenza, può essere soddisfatta da un unico operatore economico predeterminando di fatto già il fornitore, in contrasto con i principi di libera concorrenza, non discriminazione e trasparenza sancite dall’art. 30 del D.lgs 50/16.
Pertanto, al fine di garantire la più ampia partecipazione e concorrenza, si chiede di eliminare o modificare il punto sopracitato nel seguente modo “Flusso dell’ACD regolabile con aggiustamenti minimi del rapporto ACD/sangue in toto.”, eliminando la dicitura “e regolazione automatica del flusso di prelievo in relazione al rapporto di ACD impostato.”.

Per le motivazioni sopra esposte, chiediamo di provvedere alla rettifica degli atti di gara in autotutela nelle parti evidenziate, al fine di porre tutti gli operatori economici interessati in condizione di reale concorrenza, nel rispetto dei principi enunciati all’art. 30 commi 1) e 2) del D. Lgs. 50/2016 e s.m.i.. Le specifiche tecniche richieste, devono consentire pari accesso degli operatori economici alla procedura di aggiudicazione e non devono comportare direttamente o indirettamente ostacoli ingiustificati alla concorrenza (art. 68 D.Lgs 50/16).

Attendiamo Vostro cortese riscontro entro 5 giorni, in caso contrario la scrivente si riserva di provvedere a tutelare i propri interessi presso le sedi competenti

RISPOSTA 1

RISPOSTA PER IL punto 13)

La richiesta di "Riconoscimento" tramite lettura di barcode, oltre che di Registrazione, di materiali, soluzioni e liquidi utilizzati, deriva da due necessità:

-a) Identificazione dei materiali suddetti al letto del paziente, al momento del loro utilizzo, con possibilità di blocco immediato dell'uso di materiali/soluzioni scaduti e/o non idonei.

- b) Riconoscimento e Registrazione immediata dei materiali suddetti, da eseguire al letto del paziente al momento del loro utilizzo, anche per le procedure aferetiche effettuate in Reparto; ciò allo scopo di evitare eventuali registrazioni manuali eseguite in fasi successive alla conclusione della procedura, che potrebbero portare ad errori.

Si ritiene che l’indicazione presente sul capitolato non specifica che detto Riconoscimento debba avvenire ad opera del device aferetico ma, anche in queso caso, può avvenire mediante l'utilizzo di tablet, portatile, smartphone o altro strumento fornito dalla ditta. Quindi, il requisito "Riconoscimento" rimane in capitolato.

RISPOSTA PER IL punto 17)
vedasi delibera n. 2995 del 20/11/2019 allegata.

DOMANDA N. 2


in riferimento alla gara in oggetto, Lotto Unico, nel Punto 24 delle Caratteristiche Indispensabili viene richiesto “Identificazione del paziente/donatore sull’apparecchiatura mediante lettura nosografico e/o codice fiscale nella sua interezza”. Tale caratteristica minima, per quanto a nostra conoscenza, può essere soddisfatta da un unico operatore economico predeterminando di fatto già il fornitore, in contrasto con i principi di libera concorrenza, non discriminazione e trasparenza sancite dall’art. 30 del D.lgs 50/16.

Pertanto, al fine di garantire la più ampia partecipazione e concorrenza, si chiede modificare il punto sopracitato nel seguente modo “Identificazione del paziente/donatore mediante lettura nosografico e/o codice fiscale nella sua interezza”, eliminando la dicitura “sull’apparecchiatura”.

Per le motivazioni sopra esposte, chiediamo di provvedere alla rettifica degli atti di gara in autotutela nelle parti evidenziate, al fine di porre tutti gli operatori economici interessati in condizione di reale concorrenza, nel rispetto dei principi enunciati all’art. 30 commi 1) e 2) del D. Lgs. 50/2016 e s.m.i.. Le specifiche tecniche richieste, devono consentire pari accesso degli operatori economici alla procedura di aggiudicazione e non devono comportare direttamente o indirettamente ostacoli ingiustificati alla concorrenza (art. 68 D.Lgs 50/16).

Attendiamo Vostro cortese riscontro entro 5 giorni, in caso contrario la scrivente si riserva di provvedere a tutelare i propri interessi presso le sedi competenti.

RISPOSTA N. 2

vedasi determina 2995 del 20/11/2019 allegata.

 

Chiarimenti del 13/11/2019

DOMANDA 1

Con la presente siamo a richiedere chiarimenti in merito a quanto previsto per la presentazione di campioni (par. 7.3 “Requisiti di capacità tecnica e professionale”) e, in particolare, alla richiesta di n. 1 APPARECCHIATURA, che deve essere fornita in visione senza effettuazione della prova pratica. Si vuole sottolineare che tale strumentazione è caratterizzata da un elevato grado di tecnologia nonché valore commerciale. Al fine di evitare che questa rimanga ferma e inutilizzata durante lo svolgimento delle operazioni di gara, con conseguenti costi di ammortamento e di successivo ripristino, chiediamo di poter fornire l’apparecchiatura richiesta per la visione ed eventuale prova, durante la fase di valutazione delle offerte tecniche, e quindi successivamente, su richiesta del Vs. Ente.

In attesa di un cortese riscontro, inviamo
Cordiali saluti

RISPOSTA 1

Si conferma quanto previsto dal Disciplinare di gara punto 7.3 e si specifica che la visione del sistema è limitata alla sola fase di valutazione delle offerte tecniche e solo per il tempo strettamente necessario ad una verifica dei requisiti oggetto di valutazione.

 


DOMANDA 2

si richiedono i seguenti chiarimenti:
- Si chiede la possibilità di NON consegnare l’apparecchiatura assieme all’offerta e ai campioni dei kit ma di metterla a disposizione del Vs. ente in visione, se successivamente richiesta, durante la fase di valutazione tecnica;
- In riferimento all’art. 5 del capitolato speciale “Requisiti della fornitura”, si chiede di confermare che i kit e il materiale di consumo da fornire a titolo gratuito sono solo quelli necessari nella fase di installazione e collaudo.
In attesa di un cortese riscontro, si inviano
Cordiali saluti

 

RISPOSTA 2

-Si conferma quanto già risposto ad un chiarimento precedente e si conferma quanto indicato nel Disciplinare di gara punto 7.3.
-Si, si conferma

Note
procedura
Allegati
Determina indizione   197.3 kB 
Atto n. 2673 del 17/10/2019
bando GUCE   118.5 kB 
Allegato D - Modulo BD_RDM   354.0 kB 
in pdf
Allegato E - Scheda offerta   19.1 kB 
in excel
Atto n. 2995 del 20/11/2019   198.1 kB 
Determina di modifica dell'Allegato A - sez. A, della documentazione di gara.
Azioni sul documento
« settembre 2020 »
settembre
lumamegivesado
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930