Cerca

Accesso utenti in strutture socio-sanitarie per Disabili Adulti - Unità Attività Socio Sanitarie (UASS) Appennino Bolognese

Pubblicato il 24/06/2020
Il procedimento di competenza distrettuale prende avvio con la ricezione delle richieste raccolte dagli Sportelli Sociali dei Comuni. Segue istruttoria e proposta progettuale del competente Servizio Disabili Adulti e conseguente valutazione in Unità Valutazione Multidimensionale (UVM). Fasi in sequenza: 1) Operatore UASS inserisce la valutazione nel sistema Gestione Accesso Rete Socio-sanitaria Integrata Automatizzata GARSIA (Cartella Utente); 2) Operatore UASS verifica la disponibilità di un posto nella rete dei Centri Socio-Riabilitativi Residenziali (CSRR) accreditati; 3) UASS (in accordo con Azienda Servizi alla Persona (ASP)/Azienda Servizi per la Cittadinanza (ASC)/Enti Locali (EE.LL.)) attiva la collocazione del disabile nella struttura individuata come più appropriata in relazione al progetto elaborato dalla UVM sulla base del bisogno dell'utente.

Dipartimento

Direzione Attività Socio-Sanitarie (DASS)
Unita' operativa: Unità Attività Socio-Sanitarie (UASS) Appennino Bolognese

Responsabile del procedimento

Genovese Simona

Informazioni procedimento

Inizio: di ufficio Termine di conclusione: Non quantificabile in n. esatto gg (accesso in struttura contestuale alla verifica di disponibilità del posto in CSRR accreditato)
Uffici e informazioni:
UASS dal lunedì al venerdì orario 9.00/12.00 telefono 053420918 e-mail: v.cavallina@ausl.bologna.it
Modalità informazioni stato procedimento:
UASS dal lunedì al venerdì orario 9.00/12.00 telefono 053420918
Strumenti di tutela di amministrativa e giurisdizionale riconosciuti dalla Legge
Ricorso al Direttore Attività Socio-Sanitarie il quale dovrà esaminare entro 30 gg. i motivi del ricorso ed esprimersi in via definitiva. Sono fatti salvi tutti i rimedi sia in sede amministrativa che giurisdizionale previsti dalla normativa vigente.

Titolare potere sostitutivo

MONICA MINELLI
Modalità di attivazione del potere sostitutivo
In caso d’inerzia e superamento dei tempi di conclusione del procedimento, in assenza di giustificato motivo, può essere attivato tramite richiesta scritta via posta ordinaria, via posta elettronica o contatto telefonico.