Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Chi siamo Distretti Reno, Lavino e Samoggia Trasparenza I procedimenti del distretto Reno, Lavino e Samoggia
Azioni sul documento

I procedimenti del distretto Reno, Lavino e Samoggia

Data di pubblicazione: 13/12/2013 16:35
TraspProc Anticipazione TFR per spese sanitarie
L’utente fa domanda di anticipazione del TFR presentando un’autocertificazione nella quale dichiara di non rientrare nelle condizioni di vulnerabilità sociale e sanitaria, unitamente all’attestazione del medico specialista Ausl, nella quale viene dichiarato che egli necessita delle cure prescritte. L’autorizzazione viene firmata dal medico di organizzazione del DCP afferente al Distretto nel quale il cittadino presenta l’istanza. Fonti: Art.2120 cod.civ. “Disciplina del Trattamento di Fine Rapporto” – così come modificato dalla L.297/1982, art.1 D,Lgs. 252/2005, art.11 comma 7 lett.a) “Disciplina delle forme pensionistiche complementari”
TraspProc Riscontro istanze di accesso agli atti
Le richieste vengono protocollate e smistate al referente URP, che provvede ad avviare l’istruttoria, avvalendosi in alcuni casi del parere del servizio Affari generali e Legali, e ad inviare la richiesta al servizio detentore della documentazione. Il Servizio invia la documentazione richiesta al referente URP che predispone lettera di trasmissione a firma del Direttore di Distretto. - Legge 241/1990 e successive modifiche ed integrazioni - Linee applicative aziendali sul diritto di accesso ai documenti amministrativi e alla documentazione sanitaria (delibera DG n. 186/2007 e n. 144/2008)
TraspProc Riscontro istanze di accesso agli atti della UASS
Le richieste vengono protocollate e smistate al referente URP, che sentito il parere dell’ufficio affari generali per le richieste più sensibili, avvia l’istruttoria e invia la richiesta della documentazione all’UASS. L’UASS invia la documentazione richiesta al referente URP che predisposte lettera di trasmissione a firma del Direttore di Distretto. Fonti: - Legge 241/1990 e successive modifiche ed integrazioni. - Linee applicative aziendali sul diritto di accesso ai documenti amministrativi e alla documentazione sanitaria (delibera DG n. 186/2007 e n. 144/2008)
TraspProc Rilascio copia certificazione UVG/UVM
Le richieste vengono protocollate e smistate al referente URP, che sente il parere dell’ufficio affari generali in caso di richieste particolari, e procede ad avviare l’istruttoria e ad inviare la richiesta al Responsabile UASS. Il Responsabile provvede ad inviare la documentazione richiesta al referente URP che predisposte lettera di trasmissione a firma del Direttore di Distretto. Fonti: Legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni Regolamento aziendale di accesso agli atti (approvato con deliberazione 144/2008)
TraspProc Gestione segnalazioni (segnalazioni, elogi, reclami)
Le segnalazioni pervenute vengono protocollate e inviate al referente URP che le smisterà all’UO competente in base al servizio coinvolto. L’UO competente svolge l’istruttoria e invia, entro 10 giorni dal ricevimento, gli elementi di risposta al referente URP del Distretto di residenza del cittadino. Il referente URP del distretto predispone risposta che verrà inviata al cittadino a firma del Direttore di Distretto o del Direttore Generale, nei casi previsti dalla procedura aziendale. Le segnalazioni con esplicita richiesta di risarcimento danni vengono inviate all’UOC Affari Generali e Legali e per conoscenza all’UOC Comunicazione e Relazioni con il cittadino. Fonti: - Legge 241/1990 e successive modifiche ed integrazioni. - Procedura aziendale per la gestione delle segnalazioni (cod. P027 AUSL BO).
TraspProc Gestione Servizio Civile Aziendale
Il gruppo di progetto, composto dalla Responsabile UASS, da un suo collaboratore e da due operatori dell’UA del Distretto di Casalecchio (a seguito della delega conferita dal DG dell’AUSL al Direttore del Distretto) provvede alla stesura e presentazione del progetto e della documentazione connessa richiesta dalla RER, alla pubblicazione del relativo bando e alla conseguente raccolta delle domande dei volontari, alla selezioni dei candidati, alla composizione e pubblicazione della graduatoria, e all’espletamento delle pratiche collegate. Essendo l’AUSL l’Ente capofila, si occupa del coordinamento degli Enti co-progettanti e dei contatti con la RER. Una volta completata l’organizzazione dell’attività formativa iniziale, procede all’avvio del progetto, svolge attività di docenza, e si occupa del monitoraggio del progetto. Fonti: Legge n.64 - 06/03/2001 ‘Istituzione del servizio civile nazionale ‘ DLGS n.77 - 05/04/2002 ‘Disciplina del servizio civile nazionale a norma dell’art. 2 della legge n. 64 del 06/03/2001 Carta di impegno etico del servizio civile nazionale Legge regionale n. 20 del 20 ottobre 2003 - nuove norme per la valorizzazione del servizio civile. istituzione del servizio civile regionale. abrogazione della l.r. 28 dicembre 1999, n. 38
TraspProc Liquidazione rimborsi a dializzati e altri rimborsi
Raccolta delle richieste che l’utente presenta, corredate dei giustificativi rilasciati dalla struttura presso cui si è recato; verifica sussistenza requisiti che danno titolo al rimborso; determinazione quote rimborsabili e predisposizione lettera di autorizzazione alla liquidazione; liquidazione attraverso procedura ADIUVAT; archiviazione e gestione banca dati. Fonti: Delibera di giunta regionale 106/86 Circolari regionali 12197/1987 e 29303/2004
TraspProc Rimborso per parto a domicilio
Ricezione comunicazione dell’interessata (entro l’ottavo mese di gravidanza) della scelta di partorire a domicilio; invio all’interessata, entro 15 giorni dalla ricezione della comunicazione, di nota ASL di presa d’atto; a parto avvenuto, sulla base della documentazione presentata dall’interessata, liquidazione del rimborso della tariffa prevista dalla DGR 1863/2008 e successive modifiche attraverso procedura ADIUVAT. Fonti: L.R. 26/98 Delibera regionale 10/99 e successive DGR 525/2013
TraspProc Rimborso cure climatoterapiche a invalidi di guerra e per servizio
L’utente invalido di guerra presenta entro il 30/04 di ogni anno regolare domanda per usufruire del rimborso per cure climatiche/ soggiorni terapeutici corredata di certificato di invalidità di guerra o per servizio attestante la categoria alla quale è ascritto. Se rispecchia i requisiti dettati dalla normativa la domanda viene accolta e comunicato all’utente l’importo giornaliero del rimborso indicato nella circolare Regionale che esce nel mese di aprile di ogni anno. Entro l’autunno i beneficiari del rimborso devono presentare la ricevuta di pagamento o fattura alberghiera attestante il periodo di cure. In base al numero di giorni ed all’importo giornaliero viene erogato il rimborso tramite la procedura ADIUVAT. Fonti: Art. 57 legge 833/78 Circ. RER 5/12 Accordi regionali stipulati con le Associazioni di Categoria
TraspProc Erogazione di ausili e protesi extra tariffario
Ricezione prescrizione e relativa relazione motivata; valutazione condizioni di ammissibilità; acquisizione autorizzazione del DCP; predisposizione determina; emissione ordine di fornitura; liquidazione fattura. Fonti: D.M. 332/99 DGR 1599/2011 Procedure aziendali
TraspProc Erogazione di ausili e protesi di cui al nomenclatore tariffario
Ricezione prescrizione; istruttoria della pratica ai fini autorizzativi (verifica stato di avente diritto, verifica residenza, verifica tempi di rinnovo in caso di forniture successive alla prima); inserimento dati in procedura informatizzata ADIUVAT; verifica disponibilità a magazzino; emissione ordine e acquisizione firma medico autorizzatore; invio ordine (a ditte esterne o a magazzino centralizzato); controllo tempi consegna/ritiro; gestione archivio, liquidazione fatture, statistiche. Fonti: D.M. 332/99 DGR 1599/2011 Procedure aziendali
TraspProc Erogazione di ausili ad incontinenti e stomizzati. Erogazione buoni per acquisto prodotti per pazienti con alimentazione particolare (celiachia e insufficienza renale)
Ausili incontinenti: attivazione prima fornitura familiare utente/infermiera ditta Artsana, controllo, autorizzazione, archivio, controllo periodico deceduti attraverso GST, eventuale sospensione, liquidazione fatture, emissione ed invio annuale rinnovo buoni per cateteri, statistiche. Ausili stomizzati: ricezione richieste; verifica sussistenza requisiti; inserimento dati su procedura ADIUVAT e rilascio autorizzazione alla fornitura; aggiornamento archivio; Buoni celiachia: accettazione, controllo, autorizzazione, emissione ed invio buoni, eventuale sospensione, archivio ed invio annuale rinnovo buoni. Buoni insufficienza renale: accettazione, controllo, autorizzazione, emissione ed invio buoni, eventuale sospensione, archivio ed invio annuale rinnovo buoni. Fonti: D.M. 332/99 Circ. Reg. 181632/2007 DGR 439/2008 Determina Resp. Serv. Politica Farmaco RER 3778/2008
TraspProc Ossigenoterapia domiciliare
Presentazione all'ufficio della prescrizione medica specialistica, accettazione, controllo, autorizzazione, ordine di consegna, eventuali sospensioni, archivio. Fonti: D.Lgs. 219/2006 Direttiva 2001/83/CE DM 29/02/2008
TraspProc Interventi di assistenza riabilitativa ambulatoriale, residenziale extraregione.
Ricezione lettera di autorizzazione delle prestazioni da parte del Direttore UOC Cure Primarie e Specialistica di Distretto, dopo valutazione dello Specialista competente, liquidazione fattura. Fonti: Ex Art. 26 L. 833/78 DPCM 29/11/2001 Delibera di giunta regionale 290/2010
TraspProc Autorizzazione trasferimento all’estero per cure presso centri di altissima specializzazione.
Ricevimento richiesta dello specialista; acquisizione parere centro di riferimento regionale; in caso di parere favorevole, comunicazione al cittadino dell'esito della richiesta, compilazione e invio del mod S2.
TraspProc Rimborsi assistenza all’estero (extra UE) per cure non programmate
In caso di urgenza di cure all'estero non programmate in Paesi extra U.E. o con i quali non vi siano accordi bilaterali per la copertura delle spese sanitarie, si può fare richiesta di rimborso. L'istanza di rimborso con documentazione probatoria delle spese sostenute da parte del cittadino viene presa in carico e viene sottoposta ad una istruttoria; in caso di risposta affermativa, si dà corso alla procedura di rimborso.
TraspProc Erogazione assegni di cura a disabili adulti
La responsabile della PO “Tutela delle fragilità”, recependo le proposte delle assistenti sociali dell’ASC responsabili del caso, predispone un elenco, generalmente a valenza trimestrale, che sottopone alla valutazione del Responsabile dell’Unità Attività Socio Sanitarie. Una volta avuta da questi valutazione positiva, ne inoltra comunicazione all’ufficio amministrativo per la predisposizione della determina e relativi adempimenti contabili. L’elenco dei contributi autorizzati viene inserito mensilmente all’interno delle procedure informatizzate e inoltrato al Servizio economico finanziario aziendale per la liquidazione vera e propria entro la fine di ogni mese. Fonti: DGR 1122/2002 DGR 2068/2004 Regolamento Aziendale sugli Assegni di cura
TraspProc Erogazione assegni di cura ad anziani
A seguito di valutazione positiva da parte dell'UVG, l’elenco dei contributi autorizzati viene inserito mensilmente all’interno delle procedure informatizzate e inoltrato al Servizio economico finanziario aziendale per la liquidazione vera e propria entro la fine di ogni mese. Fonti: DGR 1122/2002 DGR 2068/2004 Regolamento Aziendale sugli Assegni di cura
Azioni sul documento
« maggio 2019 »
maggio
lumamegivesado
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031