Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Per i professionisti Giochi da ragazzi Melissa P.
Mappa del sito
 
Azioni sul documento

Melissa P.

Data di pubblicazione: 25/02/2013 10:42
— archiviato sotto: , ,

2005 - regia di Luca Guadagnino

Ultimo aggiornamento : 23/09/2014

Melissa è una ragazza di 15 anni e mezzo che vive con la mamma e la nonna, perché il padre è sempre assente per motivi di lavoro.
Melissa comincia ad avere i primi desideri sessuali, ma non ha ancora avuto nessuna esperienza. Un giorno a una festa Daniele, un compagno di scuola che le piace molto,  invita Melissa ad appartarsi con lui e lei si illude di essere ricambiata. Daniele, invece, è interessato solo ad approfittare della sua ingenuità e dei suoi sentimenti e le chiede di soddisfare i suoi desideri sessuali. Melissa si sente confusa e non capisce quali siano le vere intenzioni di Daniele: l’illusione che Daniele possa provare qualcosa per lei, la porta a seguirlo in una serie di proposte sessuali sempre più pesanti e promiscue.
In casa solo la nonna, che da sempre ha un rapporto privilegiato con Melissa, si accorge del fatto che c’è qualcosa che non va, mentre la mamma non riesce in nessun modo a cogliere i suoi segnali di malessere.
Quando a causa dei continui contrasti e della gelosia la mamma decide di mettere la nonna in casa di riposo, Melissa perde il suo unico punto di riferimento. Questo la farà sprofondare in una spirale di autodistruzione, che la porterà a scoprire un mondo di perversione sessuale per lei fino a quel momento inimmaginabile e dal quale riuscirà a uscire con molta difficoltà.


Superiori: Si tratta di un film duro. Melissa da iniziale vittima di Daniele pensa di trasformarsi in carnefice, ma finisce solo per fare del male a se stessa.
Si possono fare delle riflessioni, in un adeguato spazio, sul motivo per cui quando si viene feriti può capitare di farsi ancora più male. Melissa aveva delle alternative? Perché non le percorre? Perché non riesce mai a ribellarsi?
Elemento importante del film è anche l’assenza dei genitori: la madre è assolutamente incapace di stabilire un qualsiasi contatto con la figlia e il padre è per Melissa una figura assente, con la quale è possibile solo un dialogo interiore.

 

Proposte di discussione:

Il sesso in internet

  • 48.24-48.58

Melissa scrive: “Ho scoperto il sesso in chat: non si soffre, si gode e basta… In chat posso dire tutto quello che mi pare, essere tutto quello che mi va di essere, sono libera.”

Superiori: Riflessioni su sessualità e internet.

Allegati
Azioni sul documento
« febbraio 2019 »
febbraio
lumamegivesado
123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728