Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Per i cittadini Coronavirus Ingressi dall'estero
 
Azioni sul documento

Ingressi dall'estero

Data di pubblicazione: 14/08/2020 13:40

Informazioni e moduli di segnalazione al Dipartimento di Sanità Pubblica per cittadini che rientrano dall'estero. Aggiornamento del 18 gennaio

Ultimo aggiornamento : 21/01/2021

Arrivi dal Brasile 

Ordinanza Ministero della Salute 16 gennaio 2021

Le persone che si trovano in Italia e hanno soggiornato o transitato in Brasile nei 14 giorni precedenti il 16 gennaio sono obbligate a segnalare immediatamente l'ingresso in Italia al Dipartimento di Sanità Pubblica e devono sottoporsi a tampone molecolare o antigenico prenotando l'appuntamento in via Boldrini 2 a questo link. E' necessario presentarsi all'appuntamento con biglietto aereo (o visto sul passaporto) che attesti la tratta compiuta Brasile-Italia. Queste disposizioni sono in vigore fino al 31 gennaio 2021. 


Arrivi dal Regno Unito (Gran Bretagna e Irlanda del Nord) 

Fino al 5 marzo 2021 le persone che provengono dal Regno Unito sono obbligate a presentare un referto negativo di tampone molecolare o antigenico effettuato nelle 72 ore prima di partire per l'Italia e dovranno sottoporsi a tampone molecolare all'arrivo in Italia.

Chi arriva all'aeroporto Marconi di Bologna con volo diretto dal Regno Unito può effettuare il tampone direttamente in aeroporto, mentre chi non arriva direttamente deve effettuarlo in via Boldrini 2 entro 48 ore prenotandolo a questo link e presentando documentazione di aver soggiornato o transitato nel Regno Unito nei 14 giorni precedenti l'ingresso. 

Attenzione: Indipendentemente dall'esito del tampone è obbligatorio segnalarsi al Dipartimento di Sanità Pubblica dell'azienda sanitaria di residenza compilando il modulo e sottoporsi a isolamento fiduciario per un periodo di 14 giorni. 

Paesi dell'area europea 

Fino al 5 marzo 2021 chi rientra dai Paesi dell'Elenco C deve segnalare il proprio ingresso in Italia al Dipartimento di Sanità Pubblica e presentare a chi è deputato a effettuare i controlli il referto negativo del tampone effettuato nelle 48 ore precedenti all'ingresso. 

In caso di mancata presentazione del referto negativo del tampone è previsto l'obbligo di quarantena per 14 giorni.

Tutte le informazioni sul sito del Ministero degli Esteri (vedi link a fondo pagina).

Arrivi dai Paesi extra Schengen 

Chi arriva da Paesi fuori dallo spazio Schengen è tenuto a segnalarsi al Dipartimento di Sanità Pubblica compilando il modulo di segnalazione e a restare in quarantena per 14 giorni.

Assistenti familiari

Gli/le assistenti familiari che rientrano da Romania, Bulgaria o altri Stati per i quali è prevista la quarantena e necessitano di alloggio per trascorrere il periodo di sorveglianza possono fare richiesta attraverso questo modulo
Consulta la risposta dedicata nella sezione 'Domande frequenti'

Relazione affettiva comprovata e stabile

Devono sottoporsi alla quarantena di 14 giorni tutti coloro che entrano in Italia da Paesi extra UE/Schengen per raggiungere abitazione o domicilio del partner (relazione affettiva comprovata e stabile anche se non conviventi). E' necessario segnalare al Dipartimento di Sanità Pubblica l'ingresso in Italia compilando il modulo on line. 

Chi è esente dalla quarantena

Sono esenti dalla quarantena: 

  • il personale sanitario,
  • i lavoratori transfrontalieri per comprovati motivi di lavoro e per il conseguente rientro nella propria residenza o abitazione, 
  • gli equipaggi dei mezzi di trasporto e il personale viaggiante appartenente a imprese aventi sede legale in Italia,
  • i partecipanti a manifestazioni fieristiche/sportive di livello internazionale nel rispetto di specifiche condizioni riportate nella sezione Ingresso dall'estero - Domande frequenti e nel nuovo DPCM ,
  • chiunque (indipendentemente dalla nazionalità) fa ingresso in Italia per un periodo non superiore alle 120 ore per comprovate esigenze di lavoro, salute o assoluta urgenza, con l’obbligo, allo scadere di detto termine, di lasciare immediatamente il territorio nazionale o, in mancanza, di iniziare il periodo di sorveglianza e di isolamento fiduciario,
  •  chiunque (indipendentemente dalla nazionalità) transita, con mezzo privato, nel territorio italiano per un periodo non superiore a 36 ore, con l’obbligo, allo scadere di detto termine, di lasciare immediatamente il territorio nazionale o, in mancanza, di iniziare il periodo di sorveglianza e di isolamento fiduciario,
  • il personale di imprese ed enti aventi sede legale o secondaria in Italia per spostamenti all'estero per comprovate esigenze lavorative di durata non superiore a 120 ore, 
  • i funzionari e agli agenti, comunque denominati, dell'Unione europea o di organizzazioni internazionali, agli agenti diplomatici, al personale amministrativo e tecnico delle missioni diplomatiche, ai funzionari e agli impiegati consolari, al personale militare e delle forze di polizia, nell'esercizio delle loro funzioni, 
  • gli ingressi mediante voli “Covid-tested” come indica l'ordinanza del Ministro della salute 23 novembre 2020 e successive modifiche e integrazioni.  

Informazioni dettagliate sono disponibili sui seguenti siti web:

Ministero degli Esteri

Allegati
Azioni sul documento
« gennaio 2021 »
gennaio
lumamegivesado
123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031