Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Bandi di gara e contratti Procedure in corso Appalto specifico per fornitura in accordo quadro di strumentario chirurgico,in lotti separati, per le esigenze delle Aziende Sanitarie afferenti l’AVEC, nell’ambito del sistema dinamico di acquisizione della pubblica amministrazione di strumen.chirurgico
Azioni sul documento

Appalto specifico per fornitura in accordo quadro di strumentario chirurgico,in lotti separati, per le esigenze delle Aziende Sanitarie afferenti l’AVEC, nell’ambito del sistema dinamico di acquisizione della pubblica amministrazione di strumen.chirurgico

Data di pubblicazione: 26/06/2020 09:35

In data 26/06/2020 pubblicato chiarimento. In data 30/06/2020 pubblicato chiarimento. In data 15/07/2020 pubblicati chiarimenti. In data 16/07/2020 pubblicati chiarimenti. In data 16/07/2020 pubblicato ulteriore chiarimento. In data 23/07/2020 pubblicato chiarimento. In data 16/09/2020 pubblicata determina di nomina commissione giudicatrice e curricula commissari.

Categoria di gara : beni e servizi
Tipologia di gara : Sistema dinamico di acquisizione
Termini di partecipazione aperti fino al : 24-07-2020
Indirizzo e-mail : servizo.acquisti@pec.ausl.bologna.it
Importo : 3.194.681,74 IVA esclusa
Articolo e informazioni complementari

Comunicazione del 16/09/2020

In data 16/09/2020 pubblicata determina n. 1949 del 14.09.2020 di nomina della Commissione Giudicatrice e curricula commissari.


Chiarimento pubblicato in data 23/07/2020:
Chiarimento di Iniziativa

Nell'Attestato di partecipazione non viene riportato il totale cauzione.

 

In relazione al totale della cauzione, non riportato nell'attestato di partecipazione, generato nella busta di documentazione si comunica che ciò non influisce sulla validità dell'offerta.



Ulteriore chiarimento pubblicato in data 16/07/2020:

 

Quesito n. PI196361-20

Nel lotto 2 cardiotoracica sono stati richiesti due retrattori Finocchietto pediatrici alle posizioni 6 e 7 aventi codici di riferimento di aziende diverse (Scanlan 8008-47 e Pilling 341302) che hanno esattamente le stesse caratteristiche in termini di dimensioni e materiale (alluminio).

Preghiamo confermare se i codici sono corretti ed in tal caso se è possibile quotare lo stesso codice in entrambe le posizioni.

Risposta al quesito n. PI196361-20

I codici sono corretti e non è possibile quotare lo stesso codice in quanto, seppur molto simili, differiscono nelle valve, quello della ditta Scanlan cadono più dritte, mentre quello della Pilling si arcuano di più.

 


Chiarimenti pubblicati in data 16/07/2020:

 

Quesito n. PI195852-20

in riferimento al LOTTO 1 per la seguente richiesta: "Laddove di pertinenza devono essere fornite certificazioni a riprova della qualità del materiale utilizzato" si sottopone il seguente quesito:

I dispositivi oggetto di gara sono costituiti con materiale in Acciaio di Grado Medicale, materiale accettato e validato per la produzione di tali dispositivi. I dispositivi hanno marcatura CE secondo la direttiva 93/42 CEE, il fabbricante è certificato ISO 13485 e i dispositivi medici sono prodotti secondo Standard ISO internazionali quali ASTM, MPIF, ISO o AMS. Si chiede di specificare quali altre certificazione sono richieste.

Risposta al quesito n. PI195852-20

Esistono diverse famiglie di acciai inossidabili e queste hanno tra loro diversa composizione chimica di lega; in tutti gli acciai inossidabili la resistenza alla corrosione è dovuta principalmente al cromo in lega, che conferisce all'acciaio la cosiddetta "inossidabilità".

Per la motivazione suesposta si chiede la qualità del materiale utilizzato per la produzione dello strumentario chirurgico offerto.

 

Quesito n. PI197007-20

In riferimento alla compilazione del DGUE parte IV criteri di selezione chiediamo se compilando la sezione a) indicazione globale per tutti i criteri di selezione, non occorre più compilare le sezioni A-B-C-D.

Risposta al quesito n. PI197007-20

Del DGUE vanno compilati solo i campi evidenziati con lo spunto.



Chiarimenti pubblicati in data 15/07/2020:

Quesito n. PI187091-20


Precisazione riguardo il punto 16. “Contenuto offerta tecnica”, punto i) garanzia, dove viene specificato che, per il Lotto 2, se si danno eventuali tempi migliorativi sui 24 mesi di garanzia richiesti, sono disponibili 10 punti in più nella valutazione. MA la richiesta di garanzia, nei PARAMETRI DI VALUTAZIONE viene in realtà inserita per il Lotto 1 e non per il Lotto 2.
CI precisate gentilmente questo parametro a quale lotto si riferisce?

Risposta al quesito n. PI187091-20

 

Si precisa che gli eventuali tempi migliorativi sui 24 mesi di garanzia, che comportano 10 punti in più nella valutazione, sono riferiti al lotto n 1 chirurgia Artroscopia come risulta quindi dalla tabella PARAMETRI DI VALUTAZIONE.

 Quesito n. PI188010-20

In relazione alla procedura indicata in oggetto, si ritiene opportuno evidenziare a Codesto Spettabile Ente come, dall’analisi del capitolato, emergano alcuni dubbi interpretativi su alcune specifiche, ritenuti a proprio parere suscettibili di chiarimento.
1 Nel file ARTICOLI alla riga 9 relativa allo strumento ‘tendon stripper aperto e chiuso’ vengono riportate 88 pz come quantità; considerato che per tutti gli altri strumenti vengono indicati fabbisogni pari a 8 pz si chiede di confermare o meno la correttezza del quantitativo indicato.
2 Nella misura in cui, sempre alla riga 9 del file articoli, vengono indicate e richieste 2 versioni dello strumento tendon stripper: ‘aperto e chiuso’ si chiede di specificare se siano da intendersi 2 versioni dello stesso strumento e se, in tal caso, sia possibile inserire 2 codici diversi nella stessa riga/campo.
Risposta al quesito n. PI188010-20

1 In relazione al Tendon stripper aperto e chiuso si conferma la quantità di 88 pz.

2 Il tendon stripper è uno strumento che può esistere sia aperto che chiuso, quindi è sufficiente inserire un solo codice (quello del DM chiuso o aperto).

 

Quesito n. PI194913-20

in riferimento alla procedura aperta in oggetto, con la presente siamo a richiederVi dei chiarimenti al fine di una corretta presentazione della documentazione di gara.

1. All’art. 15.1 del disciplinare di gara “Domanda di partecipazione” viene richiesto che la stessa sia in bollo e che il concorrente, sulla domanda di partecipazione, dovrà assolvere l’imposta di bollo secondo quanto previsto dall’art.2, della PARTE I, dell’Allegato A – Tariffa, del DPR 26 ottobre 1972, n.642 “Disciplina dell’imposta di bollo” e dal D.L.26/04/2013, n.43, convertito con modificazioni dalla L.24/06/2013, n.71 per adeguamento dell’importo (€ 16,00). Si chiede di confermare che qualora il concorrente opti per la dichiarazione di assolvimento dell’imposta di bollo mediante contrassegno, la dichiarazione possa essere fornita tramite proprio modello.

 

2. All’art. 15.2 del disciplinare di gara “Documento di gara unico europeo” viene richiesto che il concorrente compili il DGUE di cui allo schema allegato al DM del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti inoltre sul portale viene richiesta la compilazione dello stesso a sistema. Si chiede pertanto di chiarire se il concorrente deve caricare entrambi i modelli oppure caricare solo quello prodotto dal sistema, in entrambi gli spazi predisposti.


3. Si chiede di confermare che l’importo a base d’asta sulla quale formulare l’offerta economica sia quello riportato nell’All.2 Elenco Prodotti suddivisi per lotto e relativo Importo al netto del periodo dei 180 gg della proroga tecnica.


4. Nell’art. 10. del disciplinare di gara “Garanzia Provvisoria” viene richiesta una cauzione pari al 2% dell’importo a base d’asta. Si chiede di confermare che qualora il concorrente beneficiasse delle riduzioni di cui all’art. 93 c. 7 del codice degli appalti, l’importo della cauzione già inserito a sistema (2%) possa essere modificato dal concorrente.


5. Si chiede di confermare che per quanto riguarda l’inserimento dei dati economici a sistema, nello specifico nella parte Caricamento Lotti, nella prima riga vadano inseriti solo i seguenti dati:
- Listino prezzi
- Dichiarazione percentuale di sconto applicata
- Documentazione tecnica
- Valore della cauzione provvisoria
Mentre per quanto riguarda le successive righe vadano inseriti per ogni prodotto indicato solamente: il prezzo offerto per UM Iva esclusa, l’IVA percentuale, il codice Prodotto Offerto/Marchio Produttore/Nome Commerciale.


6. Si chiede di confermare che per la Dichiarazione percentuale di sconto applicata, non vi è un modello predisposto da codesta stazione appaltante e pertanto la predisposizione è a cura del concorrente.

Risposta al quesito n.194913-20

1. Qualora il concorrente opti per la dichiarazione di assolvimento dell’imposta di bollo mediante contrassegno, la dichiarazione può essere fornita tramite proprio modello.

2. La corretta compilazione del DGUE è la seguente: compilare in piattaforma il formulario e stamparlo e ricaricarlo nell’ apposito campo della documentazione amministrativa.

3. Gli importi su cui formulare l’offerta sono quelli indicati sulla Piattaforma come “valore a base d’asta iva esclusa”.   L’operatore economico dovrà indicare il prezzo per singola voce merceologica (vedi pag. 25 IV capoverso del disciplinare)

4. Qualora il concorrente beneficiasse delle riduzioni di cui all’art. 93 c. 7 del codice degli appalti, dichiarerà l’importo della cauzione ridotta e la motivazione allegando relativa documentazione che giustifica suddetta riduzione.  Il tutto da presentare nella documentazione amministrativa.

 Ai fini dell’ammissione è rilevante quanto presentato in termini di deposito nella documentazione amministrativa.

L’indicazione della cauzione nell’offerta economica è irrilevante in quanto inserita solo ai fini di un eventuale calcolo nel caso in cui la ditta presenti offerte per più lotti. Nel caso di riduzioni delle cauzioni non viene preso in considerazione l’importo del 2% della cauzione ma farà fede quanto indicato nella documentazione amministrativa.

 

5. Si conferma quanto da voi riportato eccetto per la “documentazione tecnica” che va nella busta tecnica.

Si coglie l’occasione per richiamare l’ultimo capoverso del paragrafo 16 del disciplinare: Si precisa che nella documentazione tecnica non deve essere contenuta nessuna indicazione di prezzo o costo, pena l’esclusione dalla gara.

 6. Per quanto riguarda la dichiarazione di sconto applicata non vi è un modello, è a cura dell’offerente.

 

Quesito n. PI196622

1. Confermate che l'assolvimento dell’imposta di bollo può avvenire tramite apposizione della marca da bollo sulla domanda di partecipazione All.A con indicazione del nr. di serie della stessa?

2. Nella Dichiarazione attestante il pagamento del bollo deve essere presentata una dichiarazione su carta intestata con il solo nr. di serie della marca da bollo applicata sulla domanda di partecipazione All. A?

Risposta al quesito n. PI196622

1. Sulla domanda di partecipazione, in alto a destra (*Bollo) va indicato il codice numerico composto da 14 cifre del contrassegno telematico.

2. Nella dichiarazione attestante il pagamento del bollo va riportato il medesimo codice numerico di cui sopra.

L’operatore economico conserverà il contrassegno utilizzato per eventuali accertamenti da parte dell’Amministrazione finanziaria.

 

Chiarimento pubblicato in data 30/06/2020

Quesito n. PI176360-20
Buongiorno, relativamente al lotto 3 alle pos. 6-7 sono richieste divaricatori Finocchietto che pur avendo come riferimento codici di due diverse aziende sembrano entrambi pediatrici. Prego specificare se viene richiesto un retrattore pediatrico ed uno adulti.

Risposta al quesito n. PI176360-20

Sono entrambi pediatrici.

Chiarimento pubblicato in data 26/06/2020:

Quesito n. PI172263-20

Si richiede se possibile rimuovere dal lotto 4 il rif. 10 “Tenaglia anatomica molari”, o se possibile non presentare offerta per questa voce, in quanto lo strumento solitamente NON viene classificato come uno strumento per chirurgia testa collo, ma per la chirurgia dentale e orale, e la stessa marca produttrice riportata come esempio di riferimento nel capitolato tecnico lo include in un catalogo diverso rispetto agli altri strumenti del lotto stesso. La richiesta è fatta per non precludere alle aziende distributrici di strumentario ORL e testa collo di partecipare.

 

Risposta al quesito n. PI172263-20

La Chirurgia Maxillo Facciale si occupa del trattamento delle patologie traumatiche, malformative, dismorfiche ed oncologiche del massiccio facciale e del cavo orale e rientra per definizione nella chirurgia del testa-collo.

Eliminare dal lotto 4 gli elementi che caratterizzano questo tipo di specialità precluderebbe gran parte dell’attività chirurgica non avendo previsto nessun lotto dedicato alla chirurgia dentale.

La Ditta concorrente potrà limitare l'offerta anche a un solo lotto purché completo.

Note
procedura
« settembre 2020 »
settembre
lumamegivesado
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930