Strumenti personali
Tu sei qui: Portale News Archivio 2020 17 settembre, Giornata Nazionale per la Sicurezza delle Cure della Persona Assistita – World Patient Safety Day
Azioni sul documento
Archivio 2020

17 settembre, Giornata Nazionale per la Sicurezza delle Cure della Persona Assistita – World Patient Safety Day

Data di pubblicazione: 16/09/2020 12:50
— archiviato sotto:

Per l'occasione il Maggiore sarà illuminato di arancione

Ultimo aggiornamento : 22/09/2020

Edizione speciale, della Giornata nazionale della sicurezza delle cure e della persona assistita prevista per il prossimo 17 settembre , che quest’anno assume un significato particolare nel contesto dell’epidemia COVID -19.

In ogni provincia della Regione, un ospedale o uno spazio pubblico sarà illuminato di arancione per richiamare l’attenzione sull’enorme impegno profuso nei mesi passati per fronteggiare l’epidemia COVID 19 sia da parte del Sistema Sanitario Nazionale, sia dei professionisti sanitari e sia di ciascun cittadino; epidemia che richiede più che mai oggi e per il futuro un’ulteriore dimostrazione di collaborazione da parte di tutti. Per l’occasione, a Bologna, l’ospedale Maggiore sarà illuminato di arancione

La giornata non si chiama più “Open” Safety Day, come gli scorsi anni, poiché non si potrà prevedere l’ingresso in strutture sanitarie aperte, e le iniziative previste saranno prevalentemente realizzate attraverso web e social. 

La Giornata 2020, organizzata nel rispetto delle indicazioni di sicurezza solleciterà tutti, operatori e cittadini, a un momento di attenzione sul legame tra la sicurezza degli operatori sanitari e la sicurezza dei pazienti, nella consapevolezza che se gli operatori sanitari lavorano in un ambiente più sicuro anche i pazienti sono più sicuri.

Oltre all’attività ordinaria e istituzionale prevista per garantire la sicurezza delle cure, sono tanti i progetti e le attività che l’Azienda USL di Bologna mette in campo per sensibilizzare ulteriormente su questo tema  gli i professionisti sanitari e tutti i cittadini che frequentano le sue strutture.

Eccone un elenco parziale con particolare riguardo all’emergenza Covid:

  • Nel corso dell’epidemia sono stati ha attivati diversi punti di ascolto telefonico allo scopo di offrire supporto psicologico a operatori, cittadini e persone seguite dai servizi di salute mentale
  • Sono stati messi a disposizione di operatori e cittadini sia video tutorial con esercizi antistress sia corsi in presenza
  • Realizzato, per gli operatori socio-sanitari, un percorso privilegiato di refertazione del tampone e del test sierologico
  • All’inizio dell’epidemia, al fine di far pervenire e raccogliere le informazioni in maniera capillare è stato utilizzato il canale social Facebook aziendale per supportare la prima importante indagine epidemiolgica Covid nel territorio metropolitano bolognese
  • l’Azienda USL di Bologna , prima in Italia, ha messo a punto una piattaforma telematica per la gestione degli appuntamenti di chi rientrava da Paesi a rischio covid che ha consentito di mettere immediatamente a disposizione degli interessati l'accesso al tampone.

 

Un libro e una  mostra fotografica, inoltre, sono serviti a tradurre i momenti più difficili dell'emergenza in momenti di riflessione che rimarranno e daranno frutti nel tempo: la mostra, ERA COVID, inaugurata lla presenza del Presidente della Regione, Stefano Bonaccini, sarà visibile al Bellaria fino al 30 settembre, il libro è una raccolta di esperienze vissute durante l'emergenzada operatori sanitari in prima persona a cura di Silvia Fortunato il cui ricavato va a progetti sanitari.

Infine, non meno importante, anche  in mensa, il 17 settembre ci si ricorderà della Giornata nazionale della sicurezza delle cure, grazie a un menù dedicato.

 


Sotto gli approfondimenti.

Allegati
Contenuti correlati
Azioni sul documento
« novembre 2020 »
novembre
lumamegivesado
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30