Strumenti personali
Tu sei qui: Portale News Archivio 2020 Gli animali da compagnia non diffondono il nuovo Coronavirus
Azioni sul documento
Archivio 2020

Gli animali da compagnia non diffondono il nuovo Coronavirus

Data di pubblicazione: 25/03/2020 12:55
— archiviato sotto:

Alcune domande e risposte su coronavirus e animali da compagnia

Ultimo aggiornamento : 16/04/2020

Fonte: WASVA Global Veterinary Community

Gli animali domestici possono infettarsi?

Nonostante il virus SARS-CoV-2, responsabile della malattia Covid-19, abbia avuto origine molto probabilmente da un animale, oggi l’epidemia è sostenuta esclusivamente dalla trasmissione del virus tra uomo e uomo o tramite il contatto con oggetti contaminati, senza il coinvolgimento attivo di alcun animale. Tuttavia la situazione è in rapida evoluzione: è bene quindi controllare costantemente ogni aggiornamento scientifico.

 

In caso di infezione da SARS-CoV-2 è meglio evitare il contatto con animali da compagnia?

Anche se non è ancora chiaro se i nostri animali possano ammalarsi di Covid-19, in caso di infezione per proteggerli è meglio evitare i contatti o ridurli al minimo indispensabile, esattamente come si deve fare per gli altri membri della propria famiglia e come è consigliabile fare in caso di qualsiasi malattia. Se il contatto con gli animali è necessario, ad esempio se si è gli unici a prendersene cura, occorre mantenere un alto livello di igiene, lavandosi sempre le mani prima e dopo aver toccato il nostro animale domestico e indossare una mascherina. 

 

Se il mio animale è stato a contatto con una persona malata può diffondere l’infezione?

Attualmente non ci sono evidenze di malattia Covid-19 negli animali domestici, né tantomeno della possibilità che questi possano diffondere l’infezione. Tuttavia, adottando il principio di precauzione, se l’animale è venuto a contatto con una persona infetta è meglio evitare di metterlo a contatto con altre persone, specie se di categorie a rischio.

 

Ha senso richiedere un test per coronavirus felino o canino per valutare se i nostri animali sono sani?

No, poiché i coronavirus che infettano i nostri animali sono molto diversi dal SARS-CoV-2. Esistono infatti moltissimi coronavirus in grado di infettare l’uomo e gli animali domestici, che non hanno nulla a che fare con l’epidemia di Covid-19. Poiché il test effettuato su cani e gatti è specifico per i coronavirus felini o canini, il risultato del test non darebbe alcuna informazione relativamente all’infezione da SARS-CoV-2.

 

Avrebbe senso sottoporre un cane a vaccinazione per coronavirus canino al fine di proteggerlo da Covid-19?

No. Un vaccino specifico non sarebbe protettivo verso SARS-CoV-2.

 

Allegati
Azioni sul documento
« novembre 2020 »
novembre
lumamegivesado
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30