Strumenti personali
Tu sei qui: Portale News Archivio 2013 Bologna con Paola
Azioni sul documento
Archivio 2013

Bologna con Paola

Data di pubblicazione: 09/09/2013 10:25

In Piazza Maggiore i professionisti del Dipartimento di Salute Mentale hanno organizzato un momento di ricordo per la collega barese tragicamente scomparsa

Ultimo aggiornamento : 24/09/2013

In seguito alla tragica scomparsa a Bari della psichiatra Paola Labriola, uccisa da un suo paziente in ambulatorio lo scorso 4 settembre, i professionisti del Dipartimento di Salute Mentale dell’Azienda Usl di Bologna hanno organizzato un momento di raccoglimento spontaneo in ricordo della collega in Piazza Maggiore.

Con l’occasione, Angelo Fioritti, Direttore del Dipartimento, ha inviato una lettera – che pubblichiamo di seguito – al Direttore del Dipartimento di Salute Mentale di Bari, esprimendo la vicinanza di tutti i colleghi di Bologna e la necessità di continuare a lavorare per migliorare la tutela degli operatori e professionisti di tutta Italia.

 

Caro Direttore,

a nome di tutti gli psichiatri e di tutti gli operatori del Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze Patologiche della Azienda Usl di Bologna desidero esprimere tramite te a tutti i colleghi di Bari la nostra partecipazione al dolore per la tragica perdita di Paola Labriola.

Siamo rimasti tutti molto colpiti e diversi colleghi che l'hanno conosciuta per motivi professionali ce l'hanno descritta come una persona straordinaria dal punto di vista etico e professionale.

Per partecipare al vostro dolore ogni Unità operativa del Dipartimento ha designato un professionista che è convenuto in Piazza Maggiore per un momento di raccoglimento per Paola. Ti inviamo la foto che abbiamo fatto in questa occasione, come segno tangibile di vicinanza e di cordoglio. Ti chiedo di estendere questi sentimenti a tutti i colleghi del dipartimento e in particolare al marito di Paola, che sappiamo essere un nostro collega.

Occorre che la perdita di Paola non sia inutile e che possa aiutare a mettere in luce e risolvere i tanti problemi della nostra professione, incluso quello oggi così importante della sicurezza degli operatori e dei pazienti. Sappiamo che Paola non avrebbe appoggiato derive "securitarie", ma avrebbe giustamente sostenuto soluzioni professionali e richiesto l'appoggio istituzionale che la psichiatria italiana merita. A Bologna ci stiamo attivando in questo senso.

Negli anni scorsi abbiamo collaborato al progetto CCM sulla qualità percepita, coordinato da Caterina Corbascio di Asti, e abbiamo potuto constatare la qualità e la dedizione della attività psichiatrica a Bari. Ti prego di voler contare su di noi per qualsiasi cosa possa essere utile in questo momento così difficile.

Con affetto

Angelo Fioritti

 

 

Allegati
Azioni sul documento
« febbraio 2021 »
febbraio
lumamegivesado
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728