Strumenti personali
Tu sei qui: Portale News Archivio 2013 30 agosto - La giornata
Azioni sul documento
Archivio 2013

30 agosto - La giornata

Data di pubblicazione: 30/08/2013 11:04
Ultimo aggiornamento : 03/09/2013

L`Enpam  è online
Dal  1° settembre 2013, gli  iscritti all'Ente di previdenza dei medici e degli odontoiatri potranno fare  domanda per gli  adempimenti riguardanti i riscatti e le ricongiunzioni dell'Ente, direttamente  online accedendo all`area riservata del  sito www.enpam.it.
La  procedura telematica  permette di ridurre i  tempi e di evitare errori:  si eliminano le attese  legate alla spedizione  postale, alla protocollazione  e all`inserimento  dei dati, e si riduce al  minimo l`eventualità di inesattezze nella compilazione.  L`iscritto troverà,  infatti, molti dei campi  che lo riguardano già  precompilati, grazie alle  informazioni contenute  nella banca dati dell`Enpam.
Italia Oggi

Piccoli ospedali, la mappa dei rischi

Il  ministero della Salute e l`Agenzia nazionale per i servizi  sanitari nazionali, Agenas,  hanno  messo a punto una  banca dati che esamina gli esiti  di tutti gli interventi effettuati in  Italia, relativi a 45 tipologie cliniche, definendo per ciascuna  cosa si intenda per insuccesso. I dati possono  essere esaminati regione per regione,  Asl per Asl, e ospedale per  ospedale, confrontandoli con i  parametri-obiettivo.
La mappatura consente di mettere in correlazione il volume di assistenza con il successo degli interventi con risultati considerati decisivi per undici tipi di interventi: aneurisma  aorta addominale non rotto;  angioplastica  coronaria; artroplastica  ginocchio; bypass aortocoronarico;  chirurgia carcinoma  esofago; chirurgia carcinoma  pancreas; chírurgía carcinoma  prostata; colecistactomia; endoarterectomia carotidea; infarto  del miocardio; terapia intensiva  neonatale. Per interventi simili  la piccola struttura o la struttura  anche grande ma con pochi casi  trattati mette il paziente in condizioni  di rischio oggettivo.

Il Messaggero

Il gene che ci allunga l`esistenza di 16 anni
Modificando un  gene, denominato TOR,  alcuni ricercatori sono riusciti ad allungare  la vita dei topi del 20%, che, per un essere umano di circa 79 anni, significherebbe una durata  di vita maggiore di circa 16 anni.
Il gene modificato ha  prolungato la vita ma non ha agito però  sui tessuti e sugli organi allo stesso  modo. Nei topi, infatti,  il gene ha determinato una vecchiaia non  ottimale con  diversi acciacchi tipici dell`età senza essere in grado di indurre una corretta gestione della  biologia dell`invecchiamento.
Il Corriere della Sera

«Voglio vincere la sindrome di Down  togliendo il cromosoma in eccesso»
Uno studio italiano cerca un intervento risolutivo per eliminare l'alterazione genetica. Carlo Bruschi, genetista  e responsabile del progetto "Lisetta",  del Centro internazionale di ingegneria  genetica e biotecnologie  dell`Area Science Park di Trieste, ha dichiarato ad Avvenire: «Puntiamo  all`eliminazione  del cromosoma in più, in modo che  durante la proliferazione cellulare,  nel passaggio da cellula madre a cellula figlia, non si trasmetta  questa  alterazione. Non  vogliamo però  dare false  speranze. Questo  metodo, su cui  stiamo lavorando  già da un paio  d`anni, è ancora  su un modello  cellulare, ma è  comunque un  primo passo».
Avvenire

Allegati
Azioni sul documento
« febbraio 2021 »
febbraio
lumamegivesado
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728