Strumenti personali
Tu sei qui: Portale News Archivio 2013 A Pieve di Cento, oggi 7 giugno, un pomeriggio per imparare le manovre salvavita
Azioni sul documento
Archivio 2013

A Pieve di Cento, oggi 7 giugno, un pomeriggio per imparare le manovre salvavita

Data di pubblicazione: 07/06/2013 11:05

Le iniziative VIVA! in occasione del Congresso Italian Resuscitation Council 2013

Ultimo aggiornamento : 27/06/2013

Imparare la rianimazione cardiopolmonare e l’uso del defibrillatore in un pomeriggio che affiancherà l’addestramento vero e proprio ad una competizione aperta a tutti e una giornata di scuola speciale in cui 700 ragazzi impareranno le manovre salvavita. Sono le iniziative di VIVA! organizzate in occasione del Congresso Italian Resuscitation Council 2013 che si svolgerà a Pieve di Cento dal 7 al 9 giugno, volutamente organizzato nella zona colpita dal terremoto dell’Emilia in segno di solidarietà con la popolazione.

Nella piazza Andrea Costa di Pieve di Cento, a partire dalle 17,30 di oggi 7 giugno, Italian Resuscitation Council (IRC), la cui presidente è Erga Cerchiari, direttrice dell’Anestesia e Rianimazione dell’Ospedale Maggiore di Bologna , in collaborazione con il comune, ha organizzato l’”Addestramento alla Rianimazione cardiopolmonare” rivolto a tutti i cittadini.

Nello specifico verranno predisposte aree di addestramento in cui istruttori e facilitatori esperti saranno a disposizione per illustrare e insegnare le semplici manovre che possono salvare una vita: come riconoscere l’arresto cardiaco, come allertare il 118, come eseguire la rianimazione cardiopolmonare con sole compressioni e come utilizzare i defibrillatori semiautomatici (DAE).

Nel corso della manifestazione si svolgerà una gara di rianimazione dal titolo “I migliori 2 Minuti di RCP”. Dopo il primo addestramento ognuno potrà partecipare alla competizione eseguendo un ciclo di due minuti di RCP con sole compressioni con il manichino Resusci Anne Wireless Skill Reporter, dotato di uno speciale sistema di registrazione e valutazione dell’efficacia della rianimazione.

A chi raggiungerà un risultato adeguato verrà attribuito l’attestato di “bravo soccorritore VIVA!” con l’indicazione del punteggio raggiunto.

Al termine della gara si designerà il vincitore, che sarà premiato da Italian Resuscitation Council con un Tablet iPad mini. Il secondo classificato riceverà un kit Mini-Anne per l’autoaddestramento alla RCP e il terzo classificato un kit di gadget della campagna VIVA! (polo, spilla e braccialetto). Al termine della premiazione al sindaco di Pieve di Cento sarà consegnato un defibrillatore semiautomatico donato da IRC.

Gli eventi VIVA! collegati al Congresso IRC proseguiranno sabato mattina, 8 giugno, con il corso di rianimazione cardiopolmonare organizzato da IRC-Comunità. Oltre 700 ragazzi delle Scuole Medie Inferiori di Mirandola e di San Martino in Spino (MO) impareranno le manovre salvavita attraverso una lezione pratica che si svolgerà nel Palazzetto dello Sport di Mirandola.

Il sabato pomeriggio, infine, una sessione del Congresso sarà dedicata a VIVA! con una tavola rotonda in cui il comitato organizzatore si confronterà con un giornalista per parlare, tra l’altro, dell’importanza del linguaggio. La comprensibilità e l’immediatezza del messaggio di VIVA! è infatti fondamentale per la riuscita della campagna.

IRC (Italian Resuscitation Council), Gruppo Italiano per la Rianimazione Cardiopolmonare, nasce nell’ottobre del 1994 con lo scopo di diffondere la cultura e l’organizzazione della rianimazione cardiopolmonare in Italia.

L’associazione coinvolge medici di diverse discipline e infermieri impegnati nel settore della rianimazione cardiopolmonare intra ed extra ospedaliera. L’attività di IRC si integra con quella di analoghe associazioni italiane e straniere e in modo particolare con quella di European Resuscitation Council (ERC).

Il numero totale di soci è di circa 7.000 che a vario titolo operano, tra l’altro, nelle Terapie Intensive, Unità Coronariche, Servizi 118 ed Emergenza Territoriale, Pronto Soccorsi e Medicine d’Urgenza. IRC coordina la sua attività con la Associazione IRC Comunità, la cui attività si rivolge specificatamente ai non sanitari, che conta più di 4.000 soci.

Allegati
Azioni sul documento
« febbraio 2021 »
febbraio
lumamegivesado
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728