Strumenti personali
Tu sei qui: Portale News Archivio 2013 5 aprile - La Giornata
Azioni sul documento
Archivio 2013

5 aprile - La Giornata

Data di pubblicazione: 05/04/2013 11:41
Ultimo aggiornamento : 08/04/2013

Fecondazione eterologa, ricorso alla consulta: "La legge nega la famiglia"
Dopo tre anni di battaglie legali, una coppia sterile impossibilitata per motivi economici a ricorrere alla fecondazione assisitita all'estero ha vinto il ricorso al Tribunale di Milano. Gli avvocati della coppia dichiarano che per la prima volta la Consulta  dovrà entrare nel merito di un diritto che la legge 40 non riconosce. La speranza è il superamento della dibattuta legge del 2004 entro la fine dell'anno. Le automatiche reazioni del mondo politico rivelano spaccature e alleanze di concetto bipartisan. Dal 2004 a oggi, la Corte Costituzionale italiana si è sempre fermata di fronte a una sentenza della Corte Europea che dava torto a una coppia di austriaci, senza entrare nel merito della legislazione nazionale.
da La Stampa

Debiti Pa, da sciogliere il nodo di Comuni e Asl
Il senso di urgenza è tale da paventare l'ipotesi di una convocazione domenicale del Consiglio dei Ministri. Chiudere la partita del pagamento dei debiti della PA nel minor tempo possibile è una delle voci più pressanti nell'agenda del Governo uscente. Tra le spinte del Ministero per lo Sviluppo Economico e il passo cauto all'Economia, col freno a mano tirato dalla Ragioneria per timore di un allentamento dei conti, i debiti dei ministeri vengono ormai considerati affidabili, pronti per essere certificati e liquidati. Ma il nodo gordiano rimangono gli enti locali, dagli amministrativi ai socio-sanitari. Se il passaggio intermedio della certificazione online rappresenta un passaggio burocratico aggiuntivo, ma leggero e rapido, i timori rimangono per il rispetto dei criteri stabiliti da Bruxelles in materia di debito complessivo annuo. Ilivier Bailly, portavoce dell'esecutivo di Bruxelles, ricorda che "la questione è della massima urgenza. È importante che le autorità ripaghino i debiti, tuttavia anche che rispettino le regole del Patto sui conti pubblici".
da l'Unità

Stamina, i dubbi degli esperti. Vannoni: "La cura è efficace"
L'incontro in Sala Buzzati di ieri, nella storica sede di via Solferino del Corriere della Sera, ha visto contrapporsi due visioni e modi di raccontare la ricerca. Davide Vannoni, presidente Stamina Foundation e Marino Andolina, il medico che ha applicato la metodica a Trieste e Brescia, hanno parlato di fronte al pubblico e in streaming sul Corriere.tv con le capacità comunicative ed emotive di chi racconta che la continuare a vivere è possibile. Paolo Bianco, specialista di staminali alla Sapienza di Roma, Alessandro Nanni Costa, direttore del Centro nazionale trapianti e Francesca Pasinelli di Telethon, invece, hanno espresso perplessità con il rigore metodologico delle statistiche, dei protocolli di ricerca e dei numeri. Vannoni dichiara che la metodica Stamina è "in chiaro", con studi clinici pubblicati online che ne dimostrano l'efficacia. Bianco ricorda i dubbi che la letteratura riporta rispetto la capacità delle cellule mesenchimali di specializzarsi in sistema nervoso centrale. La Pasinelli rilancia "Ma perché non inserire i pazienti trattati in un protocollo di ricerca che permetta poi di confrontare i risultati e di offrire a tutti i malati, non solo italiani, un trattamento "certificato"?".
L'evento mediatico di approfondimento organizzato dal Corriere ha dimostrato una possibilità di dialogo, ma in una situazione altamente complessa. Come recita la chiusura dell'articolo, a firma di Adriana Bazzi, "Del caso Stamina sentiremo ancora parlare se è vero che 11 mila persona hanno contattato la Stamina Foundation nelle ultime quattro settimane".
da Il Corriere della Sera

Allegati
Azioni sul documento
« febbraio 2021 »
febbraio
lumamegivesado
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728