Strumenti personali
Tu sei qui: Portale News Archivio 2013 Il Rizzoli si rinnova
Azioni sul documento
Archivio 2013

Il Rizzoli si rinnova

Data di pubblicazione: 25/03/2013 15:41

Ristrutturazione, ampliamento e nuove Sale Operatorie

Ultimo aggiornamento : 15/04/2013

Tremila metri quadrati di nuova costruzione e quattromila di ristrutturazione pesante, per un totale di 18 milioni di euro di investimento, rinnovano l’Ala Moderna dell’Istituto Ortopedico Rizzoli, il cosiddetto Monoblocco che dagli anni ’50 affianca la sede storica di San Michele in Bosco. 

Un fabbricato di cinque piani costruito ex novo (la cosiddetta “Spina”) consente la riorganizzazione degli spazi ospedalieri. Un nuovo atrio con accesso diretto all’accettazione centrale, un nuovo Blocco Operatorio con Sale dalle caratteristiche strutturali e strumentali all’avanguardia, nuovi spazi per il Pronto Soccorso e la Farmacia ospedaliera, alla riorganizzazione della quale è stato destinato un contributo di 500.000 euro dalla Fondazione Carisbo; nei reparti ai piani nuovi spazi per il personale, i pazienti e i visitatori, attraverso la costruzione di una struttura multipiano.

Un ulteriore investimento in tecnologia è stato presentato in occasione dell’inaugurazione di oggi: la FUS (Focused Ultrasound Surgery, Chirurgia a Ultrasuoni Focalizzati), attrezzatura del valore di 1.250.000 euro, è da dicembre utilizzata al Rizzoli per il trattamento sperimentale con ultrasuoni di alcuni casi di tumori osteoarticolari.

“Svolgere lavori così significativi senza interrompere l’attività ospedaliera è stato complicato - spiega il direttore generale Giovanni Baldi, che oggi ha inaugurato il Nuovo Rizzoli con l’Assessore alle politiche per la salute Carlo Lusenti e il direttore scientifico del Rizzoli Francesco Antonio Manzoli. - Grazie a questo intervento, iniziato nel 2008 e durato quattro anni e mezzo, il Rizzoli conta oggi su un’organizzazione degli spazi più funzionale alle esigenze del personale sanitario e più confortevole per i pazienti e i visitatori.”

L’intervento ha interessato tutti i piani dell’Ospedale.

A piano terra, il nuovo ingresso è dotato di un’ampia pensilina esterna in corrispondenza dell’entrata principale che consente, oltre all’accesso coperto ai pedoni, anche una sosta dei veicoli privati che accompagnano o prelevano pazienti non autosufficienti. All’interno, sono state realizzate due zone di attesa, che grazie alla progettazione congiunta di diverse professionalità e istituzioni si caratterizzano per la particolare attenzione all’accoglienza: libri in distribuzione libera, piante e arredi non tipicamente ospedalieri. 

In Pronto Soccorso, sempre a piano terra, sono stati ampliati i locali già esistenti di Ambulatori, Sale Gessi e Locali dei Medici e sono stati realizzati nuovi locali.

Il primo piano è occupato dalle Sale Operatorie. Grazie alla ristrutturazione e all’ampliamento della superficie, sono presenti quattro Sale di 60 mq ciascuna e una sala risveglio, locali preparazione e altri locali di supporto. Questo intervento completa la “piastra” operatoria costituita complessivamente da 10 sale, caratterizzate da un’organizzazione degli spazi particolarmente efficiente e da una dotazione tecnologica all’altezza delle necessità di un ospedale chirurgico di riferimento nazionale come il Rizzoli.

La Farmacia, che sinora si trovava nell’Ala Monumentale dell’Istituto, si estende ora su una superficie di 600 metri quadrati nel Piano Seminterrato. Il finanziamento della Fondazione Carisbo ha consentito di allestire una farmacia semiautomatizzata che utilizza un armadio rotante per i dispositivi medici: le richieste da parte dei reparti arrivano direttamente sul computer dell’armadio, che si muove su rotaie fino alla posizione in cui è collocato il prodotto farmaceutico richiesto.

Ai Piani Secondo, Terzo e Quarto le modifiche introdotte sono legate principalmente alla realizzazione del nuovo fabbricato che dà la possibilità di potenziare alcuni servizi di supporto ai reparti di degenza esistenti e di  ottimizzare  i percorsi  interni.

A tutti i piani dell’Ala Moderna sono stati inoltre realizzati interventi di messa a norma antincendio, tra cui l’inserimento nei reparti di porte antincendio e di porte d’ingresso automatizzate. 

 

 

Allegati
Azioni sul documento
« marzo 2021 »
marzo
lumamegivesado
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031