Strumenti personali
Tu sei qui: Portale News Archivio 2013 8 marzo - La Giornata
Azioni sul documento
Archivio 2013

8 marzo - La Giornata

Data di pubblicazione: 08/03/2013 11:57
Ultimo aggiornamento : 11/03/2013

I cinghiali radioattivi che spaventano le valli del Piemonte
Le analisi sulla lingua e il diaframma di cento cinghiali, abbattuti la scorsa stagione in Val Sesia, hanno rivelato una concentrazione di Cesio 137 superiore a quella tollerata dopo un incidente nucleare. La notizia, diffusa dal Ministro della Salute Balduzzi, ha incontrato l'immediata disponibilità d'intervento del Ministero dell'Ambiente, presieduto da Clini. Nei prossimi giorni cominceranno le ispezioni di Nas e Carabinieri, mentre l'Istituto Zooprofilattico di Torino terrà una riunione per valutare le misure di contenimento dell'emergenza. Il Regolamento 733 del 2008 stabilisce un tetto di tolleranza pari a 600 Baquerel per kg, mentre la concentrazione media rilevata è stata di alcune migliaia, con un esemplare-picco a 5.621 Bq/kg. L'origine all'esposizione al Cesio 137 viene attribuita all'incidente di Chernobyl, nel 1986.
da la Repubblica

A Torino via libera alla cura "Stamina"
Il giudice del lavoro torinese Mauro Mollo ha autorizzato l'utilizzo della metodica della Stamina Foundation per "cure compassionevoli". La fondazione, spesso finita sotto i riflettori dei media, vede il proprio patron, Davide Vannoni, indagato da anni. Alla decisione del giudice torinese non mancano le critiche dal team di analisi del professor Dominici, che ha presieduto la commissione di esperti sulle staminali dell'Istituto Superiore di Sanità. Tra le altre controargomentazioni presentate, quelle relative alla completa assenza di test animali preliminari all'applicazione sull'uomo.
da la Stampa

Slot? In questo bar non entrano
"Il caffè è più buono se il bar è senza slot": il lancio di senzaslot.it, sito internet dove segnalare e premiare gli esercenti che rinunciano alle slot nel loro locale, è l'occasione per ricordare qualche numero sul gioco d'azzardo in Italia e la ludopatia. Sarebbero stati 3,8 i milioni di italiani ad aver giocato d'azzardo lo scorso anno, con un incremento del 47% rispetto al 2011. Il giocatore tipo è del Nord Italia, con Milano capofila col 4,7% dei giocatoti nazionali, mentre il volume d'affari del poker online è ammontato a 8 miliardi di euro nel 2012. L'insicurezza, la sofferenza, il gioco d'azzardo e la dipendenza sarebbero un circolo vizioso pesante da sostenere anche per il sistema socio-sanitario italiano: da qui la scelta di 50 Comuni di aderire al Manifesto promosso da Legautonomie e Scuola delle Buone Pratiche della onlus Terre di Mezzo. Il documento chiede una nuova legge nazionale per ridurre l'accesso e l'offerta di gioco d'azzardo, oltre a un sostegno per l'attività di cura e prevenzione dalla dipendenza. I primi cittadini delle municipalità in questione, chiedono inoltre di poter stabilire orari di apertura e distanza dai luoghi frequentati dai minori.
da il Fatto Quotidiano

Allegati
Azioni sul documento
« febbraio 2021 »
febbraio
lumamegivesado
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728