Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Bandi di gara e contratti Procedure in corso Procedura Aperta PI042971-20 per fornitura e gestione dei sistemi per la terapia antidecubito per pazienti ad altissima criticità per le esigenze del Montecatone Rehabilitation Institute S.p.A. di Imola-lotto unico. Pubblicato su GURI n. 20 del 19/02/2020
Azioni sul documento

Procedura Aperta PI042971-20 per fornitura e gestione dei sistemi per la terapia antidecubito per pazienti ad altissima criticità per le esigenze del Montecatone Rehabilitation Institute S.p.A. di Imola-lotto unico. Pubblicato su GURI n. 20 del 19/02/2020

Data di pubblicazione: 19/02/2020 09:30

In data 19/02/2020 pubblicati chiarimenti. In data 19/02/2020 pubblicato comunicazione generica e ulteriori chiarimenti. In data 26/02/2020 pubblicati chiarimenti. In data 04/03/2020 pubblicati chiarimenti. In data 11/03/2020 pubblicati chiarimenti.

Categoria di gara : beni e servizi
Tipologia di gara : procedura aperta
Termini di partecipazione aperti fino al : 27-03-2020
Indirizzo e-mail : servizio.acquisti@pec.ausl.bologna.it
Importo : € 650.000,00 IVA esclusa
Articolo e informazioni complementari

Chiarimenti del 11/03/2020

Quesito:1)

Bando di gara e articolo 4.1 “Durata” del Disciplinare di gara (pag. 6) – al punto II.2.7) del bando di gara si indica che la durata dell’appalto è pari a 24 mesi, mentre all’articolo del Disciplinare di gara sopra citato si riporta che l’appalto avrà durata di 4 anni. Chiediamo gentilmente di precisare quale sia l’effettiva durata del contratto;

Risposta :1)

L’acquisto, come indicato nella documentazione di gara , avverrà nell’arco di 2 anni, mentre la gestione  avrà durata di 4 anni;


Quesito: 2)

 “Opzioni e rinnovi” del Disciplinare di gara (pag. 6) – in considerazione del fatto che la presente procedura di gara è a lotto unico, si chiede di confermare che il riferimento al “lotto n. 1” riportato in tale articolo sia un refuso. Discorso analogo per quanto riguarda il rimando al “punto 3” della tabella contenuta nel medesimo articolo (pag. 5 del Disciplinare);

Risposta :2)

Si conferma che l’indicazione Lotto 1 è un refuso essendo la procedura a lotto unico

Quesito: 3)

pag. 9 del Disciplinare di gara – chiediamo di confermare che la frase “I requisiti di cui al precedente punto 0 lett. q) presentazione dei campioni deve essere soddisfatto dal Raggruppamento temporaneo nel suo complesso” sia un refuso;

Risposta: 3)

Si conferma che è un refuso.


Quesito: 4)

4. rif. pag. 15 del Disciplinare di gara – si riporta che “Nel caso in cui l’offerta sia collocata da un soggetto differente dal Legale Rappresentante, nel corso della collocazione dell’offerta deve essere allegata copia della procura autenticata con atto notarile e firmata digitalmente”; sempre nella stessa pagina si precisa che “a) in caso di documentazione sottoscritta digitalmente dal procuratore, dovrà essere collocata a Sistema dichiarazione sostitutiva di certificazione di Procura ai sensi dell’art. 46 del DPR 445/00 firmata digitalmente oppure nel solo caso in cui dalla visura camerale del concorrente risulti l’indicazione espressa dei poteri rappresentativi conferiti con la procura, la dichiarazione sostitutiva resa dal procuratore attestante la sussistenza dei poteri rappresentativi risultanti dalla visura”. Si chiede di confermare che, qualora l’offerta sia sottoscritta e collocata a sistema da un procuratore, valga quest’ultima prescrizione riportata negli atti di gara (ossia presentazione di una dichiarazione sostitutiva ai sensi dell’art. 46 del DPR 445/00, o dichiarazione sostitutiva attestante la sussistenza dei poteri rappresentativi risultanti dalla visura camerale);

 

Risposta: 4)

Si conferma quanto previsto   nel Disciplinare di gara

Quesito: 5)

 5. rif. pag. 16 del Disciplinare di gara – si indica che il concorrente dovrà assolvere l’imposta di bollo sulla domanda di partecipazione “tramite, alternativamente, le seguenti modalità ...” ma, di fatto, ne viene indicata una sola. Chiediamo di confermare che, per l’assolvimento dell’imposta di bollo, la ditta concorrente debba attenersi a quanto riportato a pag. 19 del Disciplinare di gara.

Risposta: 5)
In alternativa a quanto indicato nel disciplinare, l'imposta di bollo può essere assolta come segue:
 
- Dichiarazione, firmata digitalmente dal Legale Rappresentante o da persona avente i poteri di impegnare la ditta o in possesso di Procura, di assolvimento dell’imposta di bollo mediante contrassegno con indicazione sulla domanda di partecipazione del codice numerico composto da 14 cifre e rilevabili dal “contrassegno telematico rilasciato dall’intermediario” (Risoluzione n.89/E del 06/10/2016 Agenzia dell’Entrate). L’operatore economico conserverà il contrassegno utilizzato entro il termine di decadenza triennale previsto per l’accertamento da parte dell’Amministrazione finanziaria (articolo 37 del DPR n 642 del 1972).


Quesito: 6)

Si chiede di confermare che debba essere presentato un unico modello di sistema antidecubito rispondente alle specifiche tecniche riportate nell’Allegato A – Capitolato Tecnico;

Risposta: 6)

Si conferma che deve essere presentato un unico modello di sistema antidecubito rispondente alle specifiche tecniche riportate nell’Allegato A – Capitolato Tecnico;

Quesito: 7)

 rif. articolo 16 “Contenuto dell’offerta tecnica” del Disciplinare di gara, punto 4) Schede Tecniche (pag. 22) – chiediamo di confermare che in corrispondenza di tale punto debba essere presentata la seguente documentazione:catalogo del prodotto offerto;- elaborato realizzato dalla Ditta concorrente riportante le caratteristiche del prodotto offerto rispetto a quanto previsto nell’Allegato A – Capitolato Tecnico;- Allegato B – Assistenza Tecnica;- scheda tecnica del prodotto offerto, corredata di dichiarazione di conformità;

Risposta: 7)
Si conferma

Quesito: 8)

rif. articolo 16 “Contenuto dell’offerta tecnica” del Disciplinare di gara, punto 7) Indicazione del centro di assistenza tecnica e sede certificata per la sanificazione, con annesse certificazioni ISO, … (pag. 22) – nel caso in cui, per soddisfare quanto richiesto dagli atti di gara nel punto sopra citato, la ditta concorrente mettesse a disposizione una sede certificata di un’altra società facente parte comunque del medesimo gruppo societario, si chiede di confermare che sia possibile ricorrere all’istituto dell’avvalimento “operativo”, peraltro previsto dalla legge. In caso di risposta affermativa, la relativa documentazione verrà inserita all’interno della “Documentazione Amministrativa”;

Risposta: 8)
Si conferma. In tal caso va inserito nella “Documentazione Amministrativa”;

 

Quesito: 9)

9. rif. articolo 6 “Tempistiche” (pag. 6) e articolo 11 “Garanzia e assistenza tecnica” (pag. 13) del Capitolato Speciale di gara – all’articolo 6 si indica che l’intervento tecnico per guasto dispositivi debba essere effettuato entro al massimo 48 ore dalla chiamata dell’utilizzatore e il ripristino della totale funzionalità di un dispositivo entro 24 ore dall’avvenuta diagnosi del guasto; all’articolo 11, invece, si riporta che gli interventi per manutenzione correttiva debbano essere eseguiti entro massimo 8 ore solari dalla chiamata e il ripristino della funzionalità entro 3 giorni lavorativi dalla chiamata. Si chiede di precisare quali siano le tempistiche corrette

Risposta: 9)

Si conferma quanto riportato all’art. 6. Quanto riportato all’art. 11 in merito ad interventi di manutenzione correttiva trattasi di refuso.

Quesito: 10)

10. rif. modulo “Allegato A – Domanda di partecipazione REV 1” – all’interno di tale modulo vi sono diverse frasi evidenziate in giallo. Chiediamo di confermare che tali evidenziature siano un refuso e non debbano pertanto essere prese in considerazione dalla Ditta concorrente. In caso contrario, si prega di fornire delucidazioni in merito ;

Risposta: 10)

I punti: 9/10/12/18/19 non si applicano, l’evidenza di altri punti è un refuso

Quesito: 11)

11. nella copertina del Capitolato Speciale di gara si indica che l’importo massimo complessivo dell’appalto è pari a € 650.000,00. Si chiede di confermare che l’importo totale della gara sia quello indicato all’articolo 3 del Disciplinare di gara, ossia € 868.182,00;

Risposta: 11)

L’importo della base d’asta è pari a  € 650.000,00, l’importo di € 868.182,00 è comprensivo delle opzioni come indicato nella documentazione di gara.


Quesito: 12)

12. rif. articolo 11 “Garanzia e assistenza tecnica” del Capitolato Speciale di gara (pag. 12) – si precisa che la garanzia dovrà essere di almeno 48 mesi omnicomprensiva (con la sola esclusione del dolo) per tutte le attrezzature. Chiediamo di confermare che, oltre al dolo, siano esclusi dalla garanzia anche eventuali casi di imperizia

Risposta: 12)

Si conferma che, oltre al dolo, sono esclusi dalla garanzia anche eventuali casi di imperizia.

Quesito: 13)

13. rif. articolo 3 “Oggetto dell’appalto, importo” del Disciplinare di gara (pag. 5) – nella tabella “Oggetto dell’appalto” la colonna “Descrizione servizi/beni” fa riferimento a “sistemi antidecubito a pressione dinamica alternata a cessione d’aria ad altissimo rischio …”. Si chiede di confermare che la dicitura “a cessione d’aria” sia un refuso in quanto l’Allegato A – Capitolato Tecnico (riportante le caratteristiche tecniche dei prodotti offerti) fa riferimento a “Sistema antidecubito a pressione dinamica alternata completo di teli di copertura, con efficacia preventiva e terapeutica pera pazienti ad altissimo rischio”;

Risposta: 13)

La descrizione è quella  indicata nell’Allegato A -Capitolato Tecnico.


Quesito: 14)

14. rif. Allegato A – Capitolato Tecnico, Caratteristiche generali “Telo di copertura (…) integralmente e facilmente asportabile (ad esempio con cerniera lampo a 360°)” – chiediamo di confermare che il riferimento alla “cerniera lampo a 360°” sia stato inserito a titolo puramente esemplificativo, volendo con ciò significare che il telo di copertura sia facilmente rimovibile;

Risposta: 14)

Si conferma che il riferimento alla “cerniera lampo a 360°” è stato inserito a titolo puramente esemplificativo, volendo con ciò significare che il telo di copertura deve essere facilmente rimovibile;

Quesito: 15)

15. rif. Allegato A – Capitolato Tecnico, Caratteristiche del Servizio “Garantire la funzione di deposito per i sistemi e le cover acquisiti non in uso all’interno delle UU.OO.” – in base a tale indicazione, si chiede di confermare che sia corretta l’interpretazione secondo la quale la ditta aggiudicataria dovrà tenere in custodia i presidi acquistati dall’Ente presso un proprio deposito;

Risposta: 15)

Si conferma che la ditta aggiudicataria dovrà tenere in custodia i presidi acquistati dall’Ente presso un proprio deposito;

Quesito: 16)

16. rif. Allegato A – Capitolato Tecnico, Caratteristiche del Servizio “Garantire la funzione di deposito per i sistemi già di proprietà, n. 38 Modello DUO2 della ditta Hill-Rom della struttura non in uso all’interno delle UU.OO.” – in base a tale indicazione, chiediamo di confermare che sia corretta l’interpretazione secondo la quale la ditta aggiudicataria dovrà tenere in custodia i presidi modello DUO2 di proprietà dell’Ente presso un proprio deposito;

Risposta: 16)

Si conferma che la ditta aggiudicataria dovrà tenere in custodia i presidi modello DUO2 di proprietà dell’Ente presso un proprio deposito;


Quesito: 17)

17. rif. Allegato A – Capitolato Tecnico, Caratteristiche del Servizio “Provvedere ad interventi di straordinaria manutenzione e/o tecnici in caso di guasto o mal funzionamento entro 48 ore dalla chiamata dell’utilizzatore” – si chiede di confermare che tali interventi debbano essere effettuati solo sui sistemi antidecubito venduti dalla Ditta aggiudicataria all’Ente e non sui sistemi mod. DUO2 della ditta Hill-Rom già di proprietà dell’Ente. Si sottolinea, in proposito, che la Ditta concorrente non è in possesso dell’autorizzazione alla manutenzione di dispositivi della ditta Hill-Rom;

Risposta: 17)

Si conferma che gli “interventi di straordinaria manutenzione e/o tecnici in caso di guasto o mal funzionamento entro 48 ore dalla chiamata dell’utilizzatore”, sono da riferirsi solo ai sistemi antidecubito venduti dalla Ditta aggiudicataria e non sui sistemi mod. DUO2 della Ditta Hill-Rom;

Quesito: 18)  

18. rif. Allegato A – Capitolato Tecnico, Caratteristiche del Servizio “Sostituire il presidio non riparabile con altro idoneo all’utilizzo entro 24 ore dall’avvenuta diagnosi del guasto nel periodo di validità della garanzia” – chiediamo di confermare che tale sostituzione debba essere effettuata solo per i presidi venduti dalla Ditta aggiudicataria all’Ente e non per i sistemi mod. DUO2 della ditta Hill-Rom già di proprietà dell’Ente;

Risposta: 18)

Si conferma che la sostituzione nelle 24 ore debba essere effettuata solo per i presidi venduti dalla Ditta aggiudicataria all’Ente e non per i sistemi mod. DUO2 della ditta Hill-Rom già di proprietà dell’Ente;


Quesito: 19)  

19. rif. Allegato A – Capitolato Tecnico, Caratteristiche del Servizio “Messa a disposizione dell’Amministrazione delle licenze d’uso software, ai sensi del D.L. 29.12.92 n. 518, per tutto il periodo contrattuale” – si chiede di confermare che sia sufficiente mettere a disposizione dell’Ente le credenziali di accesso per consentire l’uso del software;

Risposta: 19)

Si conferma che è sufficiente mettere a disposizione dell’Ente le credenziali di accesso per consentire l’uso del software;

Quesito: 20)

20. rif. articolo 17 “Contenuto dell’offerta economica” del Disciplinare di gara (pag. 24) – si richiede la presentazione di un “Listino prezzi di tutti gli accessori/integrazioni disponibili ma non contemplati nella richiesta, con la medesima percentuale di sconto applicata ai sistemi offerti”. Nel caso in cui il sistema antidecubito offerto sia comprensivo di tutti gli eventuali accessori/integrazioni disponibili, chiediamo di confermare che non sia necessario inserire a sistema tale listino.

Risposta: 20)

Specificare nell’offerta  che è comprensivo di eventuali accessori/integrazioni disponibili indicando quali e la percentuale di sconto applicata

 

 

 

 

 

 

 

 


Chiarimento del 04/03/2020

QUESITO:
Caratteristiche tecniche:

Sistema antidecubito a Pressione alternata completo di teli di copertura con efficacia preventiva e terapeutica per pazienti ad altissimo rischio.
Caratteristiche generali:
Materasso
2) altezza totale massima del materasso 22 cm, con altezza delle celle attive non inferiore a 18 cm ( sistema gonfio)
Le superfici antidecubito ad aria, a differenza dei materassi schiumati dove il corpo rimane in sospensione, sono state progettate per ridistribuire le pressioni d’appoggio del paziente in base alla conformazione corporea dello stesso ed alla pressione sviluppata. Questa capacità viene garantita dalle superfici antidecubito ad aria, grazie al controllo automatico e continuo delle pressioni interne alle celle, ma anche per la capacità di immersione del corpo del paziente che permette una miglior ridistribuzione delle pressioni, ampliando la superficie d’appoggio e avvolgendo il corpo del paziente, conformandosi con la sua struttura corporea e riducendo le pressioni in corrispondenza delle prominenze ossee.
Pertanto, allo scopo di garantire la massima partecipazione, chiediamo la possibilità di offrire un sistema ad aria con altezza pari a 23 cm, certi che la differenza in altezza di un 1 cm non possa incidere sulla sicurezza del paziente.

RISPOSTA:
La richiesta non può essere accolta per motivi di sicurezza. L’altezza massima indicata risulta conforme rispetto all’altezza della sponda del letto di degenza.


Chiarimenti pubblicati in data 26/02/2020:

Quesito n.1

Si chiede di confermare che il sistema antidecubito fornito debba essere completo di nr. 1 cover e la quotazione debba essere fatta per nr. 2 ulteriori cover rispetto a quella già presente sul materasso antidecubito.

Risposta a Quesito n.1

Si conferma che il sistema antidecubito deve essere fornito con cover e la quotazione deve essere fatta per nr. 2 ulteriori cover rispetto a quella già presente sul materasso antidecubito.

 

Quesito n.2

Alla luce del vostro chiarimento in cui vengono indicate le misure del piano rete interno dei letti attualmente in uso presso l’Istituto di Montecatone, siamo a chiedere conferma che i sistemi antidecubito modello DUO2, che hanno una lunghezza di cm 200, sono sistemi compatibili con i vostri letti.

Risposta a Quesito n.2

I sistemi antidecubito DUO2 sono compatibili con i nostri letti articolati di degenza.

Le misure fornite riguardano il piano rete interno, la lunghezza del piano rete esterno è di cm. 200 e la lunghezza tra la testata e la pediera e di cm. 209.


Comunicazione generica e ulteriori chiarimenti pubblicati in data 19/02/2020:

Comunicazione generica:

Si comunica che per un mero errore materiale per quanto riguarda i sistemi di proprietà nella documentazione di gara è stato indicato solo il modello dei MATERASSI -DUO2 della Ditta HILL-ROM e non dei LETTI : piano rete interno misura cm.83xcm 193 della DITTA MALVESTIO.

 

Quesito:

chiarimento su Disciplinare di gara - 16) Contenuto offerta tecnica pag. 22 punto 4) Schede tecniche di valutazione: si richiede a quali schede si riferisca questa richiesta dal momento che si rimanda all’allegato C contenente solo elenco DM ma non un elaborato con le caratteristiche di valutazione o se sia un elaborato da realizzare da parte della ditta concorrente in base a quanto indicato a pag. 24 del Disciplinare di gara al punto 18.1 Criteri di valutazione dell’offerta tecnica Grazie, cordiali saluti Ufficio gare Zuccato HC Srl

Risposta:

In merito all'allegato C trattasi di un refuso.

 

Si coglie l'occasione per precisare che per scheda di valutazione si intende un elaborato da realizzare a cura della ditta partecipante riportante le caratteristiche del prodotto offerto rispetto a quanto previsto nell'Allegato A - Capitolato tecnico (es. "Compressore leggero, compatto e non ingombrante" . IL sistema offerto è corredato di un compressore ..............").


Chiarimenti pubblicati in data 19/02/2020:

Quesito:

In merito al contenuto dell'Offerta Tecnica: Disciplinare di gara - 16) Contenuto dell'offerta tecnica pag.22: punto 11) Copia del protocollo documentazione delle procedure del "Sistema Qualità aziendale": si richiede di specificare che cosa si intenda per protocollo documentazione (indice delle procedure utilizzate, descrizione sintetica, etc.) dal momento che inviare tutta la documentazione del Sistema Qualità aziendale (Manuali, procedure gestionali etc. ) significherebbe creare un file di molto superiore a 100 megabyte consentiti dalla piattaforma.

Risposta:

E’sufficiente allegare l’autodichiarazione dove vengono descritte le procedure utilizzate.

 

 

Note
procedura
« marzo 2020 »
marzo
lumamegivesado
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031