Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Bandi di gara e contratti Procedure in corso Procedura aperta PI219861-19 per la fornitura del servizio di trasporto interno pazienti per le strutture ospedaliere Maggiore e Bellaria dell’Azienda USL di Bologna, lotto unico
Azioni sul documento

Procedura aperta PI219861-19 per la fornitura del servizio di trasporto interno pazienti per le strutture ospedaliere Maggiore e Bellaria dell’Azienda USL di Bologna, lotto unico

Data di pubblicazione: 22/07/2019 14:50

In data 31/07/2019 pubblicati chiarimenti. In data 31/07/2019 pubblicati ulteriori chiarimenti. In data 05/08/2019 pubblicato avviso. In data 06/08/2019 pubblicato chiarimento In data 08/08/2019 pubblicato chiarimento. In data 09/08/2019 pubblicati chiarimenti. In data 29/08/2019 pubblicati chiarimenti. In data 09/09/2019 pubblicati chiarimenti.

Categoria di gara : beni e servizi
Tipologia di gara : procedura aperta
Termini di partecipazione aperti fino al : 16-09-2019
Indirizzo e-mail : servizio.acquisti@pec.ausl.bologna.it
Importo : € 8.084.200,00 iva esclusa
Articolo e informazioni complementari

Chiarimenti pubblicati in data 09/09/2019

Quesito 1 In riferimento a quanto previsto a pagina 9 del Capitolato, in cui è riportato che "le carrozzine utilizzate per l'espletamento del servizio dovranno essere fornite dalla ditta aggiudicataria in comodato gratuito all'AUSL", si chiede, al fine di permettere l'elaborazione di un'offerta congrua e nell'ottica di porre tutti gli operatori economici partecipanti nelle medesime condizioni di valutazione, di esplicitare il numero di carrozzine necessarie rispettivamente per l'Ospedale Maggiore e per l'Ospedale Bellaria.

Risposta 1 Si richiama l’art.1 del Capitolato dove sono state inserite le tabelle (riferite all’anno 2018 e parte del 2019) del numero presunto dei trasporti per ciascuna struttura ospedaliera. Si lascia poi alla progettualità della ditta l’individuazione del numero delle carrozzine da utilizzare per il servizio in questione.

Quesito 2 Si richiedono i seguenti quesiti vincolanti con interpretazione “autentica”:

1.         In riferimento a quanto richiesto nel Disciplinare di gara punto 15.3.1 al numero 16. che testualmente richiede “Dichiara di presentare il progetto di assorbimento atto ad illustrare le concrete modalità di applicazione della clausola sociale, con particolare riferimento al numero dei lavoratori che beneficeranno della stessa e alla relativa proposta contrattuale (inquadramento e trattamento economico) in armonia con l’organizzazione aziendale prescelta dal concorrente, che allega alla domanda di partecipazione” si chiede di chiarire cosa si intenda per progetto di assorbimento. Inoltre in riferimento alla dicitura trattamento economico si chiede di chiarire cosa si intenda per trattamento economico in quanto nella documentazione amministrativa non può essere inserito alcun riferimento economico poiché consisterebbe in un’anticipazione sull’offerta economica;

2. In riferimento al Call Center si chiede di chiarire se lo stesso dovrà essere unico o dovranno essere istituiti n. 2 Call Center. Qualora dovesse essere unico si chiede se lo stesso debba essere istituito all’interno dell’Ospedale Maggiore o all’interno dell’Ospedale Bellaria;

3.         In riferimento alle norme di esecuzione del servizio, si chiede di conoscere, ai fini di una corretta formulazione tanto dell’offerta tecnica quanto conseguentemente di quella economica, di voler definire, in modo inequivoco, il numero di operatori richiesti per le differenti modalità di trasporto previste, ovvero:

a.         Numero di operatori previsti per l’esecuzione del trasporto pazienti in letto;

b.         Numero di operatori previsti per l’esecuzione del trasporto pazienti in carrozzina;    

c.         Numero di operatori previsti per l’esecuzione del trasporto pazienti in barella;

d.         Numero di operatori previsti per l’esecuzione del trasporto salme.

4.         Si chiede di conoscere il tempo medio necessario per l’effettuazione di un singolo trasporto (intendendosi per tale il trasporto comprensivo di andata e ritorno) distinto per presidio ospedaliero;

5.         Si chiede di conoscere il numero di carrozzine ad oggi in utilizzo per l’appalto in parola distinto per presidio ospedaliero;

6.         In riferimento al numero presunto annuo di servizi trasporto pazienti, di cui all’art. 1 del Capitolato Speciale, in ragione della differente concentrazione di servizi nelle differenti fasce orarie della giornata e tra giorni feriali e festivi, dovendo l’appaltatore garantire le prestazioni richieste 24 ore su 24 per 365 giorni l’anno (a norma di quanto espressamente disposto al precitato art. 1 del Capitolato Speciale), si chiede di conoscere l’incidenza percentuale, sul numero presunto annuo dei servizi fornito in atti di gara:

a.         Dei trasporti eseguiti nei giorni feriali in fascia antimeridiana (con individuazione espressa della fascia oraria di riferimento);

b.         Dei trasporti eseguiti nei giorni feriali in fascia pomeridiana (con individuazione espressa della fascia oraria di riferimento);

c.         Dei trasporti eseguiti nei giorni feriali in fascia notturna (con individuazione espressa della fascia oraria di riferimento);

d.         Dei trasporti eseguiti nei giorni festivi in fascia antimeridiana (con individuazione espressa della fascia oraria di riferimento);

e.         Dei trasporti eseguiti nei giorni festivi in fascia pomeridiana (con individuazione espressa della fascia oraria di riferimento);

f.          Dei trasporti eseguiti nei giorni festivi in fascia notturna (con individuazione espressa della fascia oraria di riferimento).

Si precisa che le informazioni su richieste si ritengono necessarie ai fini della redazione dell’offerta tecnica con espresso e specifico riguardo ai sub-criteri, di cui all’art. 18 del Disciplinare di Gara, 2.1 “Organizzazione del personale impiegato con specifica del numero delle risorse complessive” e 2.2. “Organizzazione dei turni di lavoro con specifica di: numero di risorse per turno, orari di lavoro (…omissis…)”;

7.         Si richiede la pubblicazione della piantine con indicazione dei punti ascensore, ed eventuali percorsi sotterranei di collegamento tra i reparti dell’Ospedale Maggiore e dell’Ospedale Bellaria al fine di poter valutare la dislocazione dei singoli reparti;

8.         In riferimento alla copertura rete cellulare 4G/LTE si chiede se la stessa sia presente in tutte le strutture assistenziali presenti all’interno dei due plessi ospedalieri;

9.         In riferimento all’allegato SW art. 1 punto 5 che testualmente recita “Integrazione con i sistemi di identificazione certa del paziente (braccialetto) si richiedono maggiori dettagli sul tipo di tecnologia utilizzata e sui dati rappresentati interrogandolo;

10.       In riferimento all’allegato SW art. 4 e nello specifico in riferimento al protocollo HL7 si chiede di conoscere quale sia la versione utilizzata e se sarà unilaterale o bilaterale;

11.       In riferimento alle richieste di trasporto non programmate urgentissime in atti di gara viene indicato quanto di seguito riportato “le richieste non programmate urgentissime, effettuate dalla Medicina d’Urgenza dell’Ospedale Maggiore devono essere evase entro max 10 minuti dalla chiamata nella fascia oraria 17,30 – 19,30”, si chiede di chiarire se queste siano le uniche richieste non programmate urgentissime previste da appalto. Qualora non fosse così si chiede di indicare quali siano le tempistiche di evasione delle richieste;

Risposta 2

1 –  Il punto 15.3.1 del Disciplinare di gara replica fedelmente l’ultima disposizione contenuta all’art.13 delle Linee Guida n.13 Anac. Pertanto, per quanto riguarda il trattamento economico, sarà sufficiente indicare il CCNL applicato e il livello di inquadramento contrattuale.

2 –  Unico, istituito indifferentemente

3 (a,b,c,d) – Si lascia alla progettualità della ditta la quantificazione degli operatori necessari all’espletamento del servizio in questione, nella considerazione che il numero del personale dipende anche dai sistemi/supporti (es.: trasportino elettrico) che si intende utilizzare

4 – Si lascia alla progettualità della ditta la quantificazione della tempistica necessaria  all’espletamento del singolo trasporto

5 –  Circa n.130/140 carrozzine per entrambe le strutture ospedaliere

6 (a,b,c,d,e,f) –  Il numero dei trasporti, come già ampiamente dichiarato, è ovviamente presunto ed è stato individuato sulla base dei dati storici degli ultimi due anni (vedi tabelle anni 2018-2019 di cui all’art.1 del capitolato.

La distinzione richiesta non rientra nell’attuale reportistica in possesso dell’AUSL.

7 – Si richiama la risposta ai chiarimenti già pubblicata  in data 05/08/2019 “E ‘ possibile effettuare sopralluoghi in autonomia, essendo le strutture ospedaliere luoghi/percorsi aperti al pubblico”

8 – la copertura della rete cellulare non dipende dall’Azienda USL che, conseguentemente, non può garantirne la presenza

9 –  il braccialetto espone il codice dell'evento associato al paziente in fase di accettazione (codice scheda di PS o nosografico se ricoverato). Tale codice (10 caratteri) è stampato come bar-code in formato CODE_128. In aggiunta, il braccialetto riporta anche la stampa del nome, del cognome, della data di nascita e del sesso del paziente.

10 –  La versione attualmente utilizzata è  HL7 2.5 con formattazione xml per tutti i messaggi anagrafici, adt, orm e mdm. Non sono accettati formati piped.

11 – Sì, sono le uniche.

Quesito 3 In riferimento alla procedura di gara in oggetto indicata si richiedono i seguenti quesiti:1. in riferimento al totale annuo dei servizi indicati nella tabella pag. 5 art. 1 del disciplinare di gara si chiede se il numero indicato debba ritenersi il totale dei trasporti di andata più il trasporto di ritorno; 2. si chiede di conoscere l’importo dei degli oneri per la sicurezza dovuti a rischi da interferenze

Risposta 3

1 - Alla pag.4 art.1 del capitolato speciale viene precisato “Il numero presunto annuo di servizi di trasporto pazienti (per "servizio" deve intendersi il singolo viaggio quindi andata e ritorno = 2 trasporti)

2 – Alla pag.5 art.3 del disciplinare, viene precisato che gli oneri dovuti a rischi da interferenze risultano essere pari a zero.

Quesito 4 In riferimento alla procedura in oggetto si richiede di voler quantificare il numero presuntivo annuo, distinto per le due strutture ospedaliere da servire, di ore di servizio necessarie per lo svolgimento dello stesso

Risposta 4 Si lascia alla progettualità della ditta la quantificazione delle ore di servizio necessarie allo svolgimento dello stesso.

 

 

 

 

Chiarimenti pubblicati in data 29/08/2019:

Quesito 1 si richiedono informazioni e indicazioni circa le caratteristiche tecniche che devono possedere le ambulanze per il servizio richiesto. Si chiede altresì di sapere quante macchine dovranno essere disposte per garantire il servizio oggetto dell'appalto

Risposta 1 Come esplicitato nella documentazione di gara, la procedura di che trattasi è riferita al trasporto dei pazienti all’interno delle due strutture ospedaliere, Maggiore e Bellaria, dove non è richiesto l'utilizzo delle ambulanze.

Quesito 2

1) Si chiede di conoscere il nominativo dell’attuale gestore;

2) Si chiede se l’essere iscritto alla CCIAA per servizi socio assistenziali per la gestione per RSA e trasporti sia di pazienti che di emoderivati sia considerata attività coerente a quella oggetto della procedura di gara;

3) Ai sensi dell’art. 37 del CCNL delle Cooperative Sociali si chiede l’elenco non nominativo del personale impiegato dal Gestore attuale in ogni servizio oggetto di appalto, specificando per ogni operatore data di assunzione e scatti di anzianità maturati, livelli di inquadramento contrattuale e CCNL applicato, tipologia di contratto (indeterminato, determinato), indennità e superminimi riconosciuti, numero di operatrici in maternità, monte ore settimanale di impiego;

4) Si richiede se nella definizione dell'importo a base di gara è già stato tenuto in considerazione il fatto che il 28/03/2019 è stato siglato l'accordo per il rinnovo del CCNL Nazionale per le lavoratrici e i lavoratori delle cooperative sociali. In caso contrario, si chiede se il relativo adeguamento sia previsto e se rientrerà già nei primi 12 mesi del contratto e in proporzione all’aumento previsto dal nuovo CCNL delle Cooperative Sociali;

5) Si chiede di conoscere il prezzo unitario del trasporto;

6) Si chiede se i € 1.500.000 indicati quale costo della manodopera, siano da intendersi annui o per tutto il quadriennio;

7) Nel capitolato, in riferimento ai trasporti indicati per l’Ospedale per Bellaria viene specificato che “Per una più puntuale formulazione dell’offerta da parte dei concorrenti oltre ai dati sopra riportati è da prevedere un possibile incremento di circa 2.400 trasporti/anno”, si chiede se tale incremento sia generale o per ciascuna tipologia di trasporto (390 trasporti letto/barella, trasporti deambulante e trasporto materiale);

Risposta 2

1) Markas Srl di Bolzano

2) Sì

3) L’All.3 al disciplinare di gara, “All. 3 Elenco personale attualmente utilizzato” fornisce gli elementi rilevanti per la formulazione dell’offerta nel rispetto della clausola sociale, così come previsto nelle Linee Guida n.13 di ANAC

4) Sì

5) L’atto di aggiudicazione del contratto attualmente vigente, ha determinato i seguenti importi: importo annuale per n.81.043 trasporti nelle strutture ospedaliere Maggiore e Bellaria di Bologna: € 888.150,23 + IVA 22% di € 195.393,05 – totale € 1.083.543,28

6) Annui

7) Incremento riferito ai trasporti letto/barella/carrozzina e deambulanti

Quesito 3 in riferimento all'allegato A dove viene richiesto l'assolvimento del pagamento dell'imposta di bollo essendo la scrivente esente ai sensi dell'art. 17 del D.lgs. 04/12/1997 n. 460 chiede se possa essere prodotta in alternativa al pagamento dichiarazione di esenzione resa ai sensi del dpr 445/2000 

Risposta 3

Chiarimenti del 09/08/2019

Domanda:

Con riferimento alla procedura di gara in oggetto siamo a richiedere i seguenti chiarimenti:
1. In relazione al punto 9) dell’“art. 15.3.1 Dichiarazioni integrative del disciplinare di gara”, si chiede se trattasi di refuso o se occorra allegare alla domanda di partecipazione il certificato rilasciato dalla stazione appaltante All. S, attestante la presa visione dello stato dei luoghi, atteso che l’art. 11 del disciplinare di gara non prevede la possibilità di sopralluogo, e che nelle dichiarazioni integrative di cui all’“Allegato A domanda di partecipazione”, non è prevista la dichiarazione di cui al citato punto 9).
2. In relazione al punto 11) dell’“art. 15.3.1 Dichiarazioni integrative del disciplinare di gara”, ove prevede che la ditta concorrente utilizzi “l’apposita sezione del modello disponibile nella documentazione di gara” per l’indicazione delle parti dell’offerta contenenti segreti tecnici o commerciali, si chiede se trattasi di refuso ovvero, in caso contrario, si chiede si specificare quale sia il modello cui si fa riferimento.
3. In relazione al punto 16) dell’“art.15.3.1 Dichiarazioni integrative del disciplinare di gara” si chiede se trattasi di refuso ovvero se vada presentato in allegato alla domanda di partecipazione il progetto di assorbimento atto ad illustrare le concrete modalità di applicazione della clausola sociale, atteso che la dichiarazione di cui sopra non è contemplata all’interno delle dichiarazioni integrative di cui all’“Allegato A domanda di partecipazione”.
4. In relazione all’ultima sezione di cui all’“art. 15.3.1 Dichiarazioni integrative del disciplinare di gara”, si chiede se l’indicazione “di cui ai punti da 1 a 17” costituisca un refuso, atteso che le dichiarazioni precedenti si fermano al punto 16), ovvero, in caso contrario, si chiede quale sia la dichiarazione n. 17.

Risposta:

1. Trattasi di un refuso;
2. Tali dichiarazioni possono essere inserite nella domanda di partecipazione, al punto 10) della stessa, oppure può essere allegata una dichiarazione specifica in merito;
3. Anche se non indicato come punto della domanda di partecipazione, il progetto di assorbimento deve comunque essere caricato sul Portale nella parte della documentazione amministrativa;
4. I punti delle dichiarazioni sono dal 1 al 16.

Chiarimento del 08/08/2019:

Domanda:

Con riferimento alla gara in oggetto si chiede di poter essere guidati nel sopralluogo delle strutture interessate dalla procedura di affidamento.

Risposta:

Si ribadisce quanto già indicato nella nostra risposta del 06/08/2019.


Chiarimento del 06/08/2019

Domanda:

Al fine di una più precisa e puntuale predisposizione dell'offerta tecnica ed economica, e date le caratteristiche peculiari che caratterizzano il servizio oggetto della presente procedura, si chiede, nonostante l'art. 11 del Disciplinare di gara indichi che non sia previsto, se sia possibile effettuare un sopralluogo presso le strutture ospedaliere interessate.

Risposta:

E' possibile effettuare sopralluoghi in autonomia, essendo le strutture ospedaliere luoghi/percorsi aperti al pubblico.

Avviso del 05/08/2019
In data 02.08.2019 si è proceduto ad un riallineamento delle informazioni contenute sui documenti di gara (in particolare nell'Allegato n. 2 scheda offerta) con quelle inserite sul portale in sede di creazione della gara su SATER.
Le modifiche hanno riguardato l'inserimento dei fabbisogni indicati nella Allegato n.2 scheda offerta (precisamente n. 705512 per la voce 1, n. 24920 per la voce 2 e n. 39704 per la voce 3) anche sul Portale SATER.

Per gli Operatori Economici che hanno iniziato ad operate sulla piattaforma, si suggerisce di cliccare sul comando "aggiorna dati bando" all'interno della sezione prodotti in modo da poter visualizzare i fabbisogni già indicati sulla scheda offerta.

Ulteriori chiarimenti pubblicati in data 31/07/2019:

Quesito: Con la presente siamo a chiedere di indicare il numero dei giorni per l’eventuale rinnovo della garanzia provvisoria richiesto nel disciplinare di gara pag. 11 art.10 punto 7.

Risposta: 180 giorni


Chiarimenti pubblicati in data 31/07/2019:

Quesito: In riferimento al punto 18.1 “Criteri di valutazione dell’offerta tecnica”, si chiede di chiarire quale delle due colonne relative al punteggio sia da prendere in considerazione per l’elaborazione dell’offerta tecnica. Il totale della colonna di sinistra “punti max” è uguale a 72 punti, quello della colonna di destra “punti D max” è uguale a 70 punti: nello specifico vi è una discrepanza di punteggio riguardante i criteri 3 “Formazione di base degli operatori proposti” e 4 “Prodotti usati per pulizia, disinfezione e sanificazione e modalità di utilizzo “ della tabella dei criteri discrezionali (D) di valutazione dell’offerta tecnica” (colonna punti max, criterio 3, punteggio 15; colonna punti D max, criterio 3, punteggio 9; colonna punti max, criterio 4 punteggio 5; colonna punti D max, criterio 4, punteggio 9).

Risposta: Per mero errore materiale nella colonna di sinistra “punti Max”, ci sono refusi nei criteri 3 e 4. Si confermano i punteggi indicati nella colonna di destra “PUNTI D MAX” dove sono previsti punti 9 sia per “Formazione di base degli operatori proposti (e non 15), sia per “Prodotti utilizzati per pulizia, disinfezione e sanificazione e modalità di utilizzo (e non 5), per un totale di punti 70.

Note
procedura
« ottobre 2019 »
ottobre
lumamegivesado
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031