Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Bandi di gara e contratti Procedure in corso Procedura Aperta PI081431-19 per fornitura e distribuzione di carrozzine per disabili occorrenti agli assistiti residenti nel territorio di Bologna, Imola e Ferrara per le esigenze delle Aziende Usl di Bologna, Imola e Ferrara - divisa in lotti
Azioni sul documento

Procedura Aperta PI081431-19 per fornitura e distribuzione di carrozzine per disabili occorrenti agli assistiti residenti nel territorio di Bologna, Imola e Ferrara per le esigenze delle Aziende Usl di Bologna, Imola e Ferrara - divisa in lotti

Data di pubblicazione: 22/03/2019 12:20

In data 30/04/2019 pubblicati chiarimenti

Categoria di gara : beni e servizi
Tipologia di gara : procedura aperta
Termini di partecipazione aperti fino al : 07-05-2019
Indirizzo e-mail : servizio.acquisti@pec.ausl.bologna.it
Importo : € 699.240,00 IVA esclusa
Articolo e informazioni complementari

Chiarimenti del 30/04/2019

DOMANDA N. 1:

DISCIPLINARE DI GARA

a) Punto 7.3 non è specificato se occorrano o meno requisiti tecnico professionali

b) Punto 16 -1 si chiede di elencare i “sistemi offerti”, la gara verte su carrozzine: cosa si deve intendere per sistemi?

c) Punto 16 - 2 e 6

Rileviamo che, forse per refusi, la vs. richiesta pasticcia tra “Marchio” e “Certificazione CE”. La certificazione CE può essere rilasciata sia dal produttore che da un Ente terzo il quale a seguito di prove sul prodotto ne attesta la corrispondenza alle normative, mentre il Marchio certifica la rispondenza a requisiti diversi o più stringenti rispetto a quanto stabilito dalle norme, questi sono propri dell’ente che rilascia il marchio. La quasi totalità dei prodotti presenti sul mercato nazionale presenta delle dichiarazioni in autocertificazione “ Dichiarazione di Conformità CE” in quanto espressamente previsto dalla norma come alternativa alla certificazione di un Ente terzo.

Vorremmo sapere se per schede di conformità (voce 6) intendete la Dichiarazione di Conformità CE

Qualora si confermi la richiesta del Marchio si chiede quali sono i marchi di qualità accettati.

Sulla base di quanto sopra, qualora non venga richiesto la presenza di un Marchio, chiediamo si stabilisca con chiarezza se quanto richiesto alle voci 2 e 6 siano la stessa cosa.

d) Punto 17

Si chiede di precisare se i listini dei prodotti analoghi con l’indicazione dei prezzi saranno considerati come prezzo netto, non da scontare, per eventuali acquisizioni.

RISPOSTA N. 1:

a) Non sono previsti requisiti tecnico professionali;

b) Si intendono le carrozzine;

c) Si intende Certificazione CE

d) Si conferma che i listini dei prodotti analoghi devono riportare i prezzi netti

DOMANDA N. 2:

CAPITOLATO SPECIALE

a) Art. 2 Si chiede cosa si deve intendere per listino, se quello del produttore/importatore, e se contemplando ogni lotto 4 articoli, nell’eventualità il produttore/importatore sia diverso, vanno forniti cataloghi e listini di tutti i fornitori.

b) Si chiede cosa si intende con “ le ditte concorrenti dovranno presentare un ‘offerta che comprenda una quantificazione tecnico qualitativa ed economica della fornitura” ; infatti mentre la quantificazione economica viene fatta compilando gli allegati E, non si capisce cosa debba intendersi per “quantificazione tecnico qualitativa”.

c) Art. 3 Relativamente a quanto indicato nel quarto comma sulla scelta di un dispositivo riconducibile, non è chiaro se la differenza di costo tra la tariffa applicata ed il prezzo del dispositivo sarà a carico dell’assistito.

Si fa presente che quanto indicato al quarto comma non è applicabile stante l’affermazione “questo comma è valido solo per gli ausili personalizzati” ; infatti gli ausili in gara sono considerati di serie in quanto appartenenti all’elenco 2B

Con riferimento al quesito PI095918-19 e della vostra risposta PI101733-19 si chiede come possa essere affermato che l’oggetto della domanda non attiene alla fornitura dei prodotti del presente contratto visto quanto riportato al comma 4

Art. 10 Si fa presente che essendo i dispositivi messi a gara in elenco 2B , cioè di serie, non è possibile richiedere che vengano apportate modifiche.

d) Art. 18 Recita: la ditta si impegna ad avvalersi di personale altamente specializzato.

Si chiede quale debba essere questa specializzazione.

Si chiede come questa richiesta possa essere compatibile col punto 7.3 del disciplinare di gara dal quale sembra non siano richiesti requisiti tecnico professionali.

RISPOSTA N.2:

a) Si intende il listino della ditta offerente;

b) Si intende che nell'offerta della ditta deve intendersi incluso tutto quanto previsto dai documenti di gara a carica degli offerenti ;

c) Non è ASSOLUTAMENTE prevista una compartecipazione degli assistiti all'acquisto delle carrozzine, essendo esse a totale carico delle Aziende Sanitarie interessate in quanto inserite nell'elenco 2B , cioè di serie;

d) Si conferma che non sono previste requisiti tecnici per la partecipazione alla gara. Tuttavia, come previsto dal Capitolato Speciale, il personale impiegato dalla ditta deve essere specializzato per l'attività a cui è destinato (es. eventuale assemblaggio delle carrozzine, formazione, ecc).


DOMANDA N.3: si chiede di chiarire cosa si intende:

1) nel Disciplinare di Gara a pag. 31 al punto 6) Schede di conformità, quale documento si deve produrre al fine di soddisfare la vostra richiesta?

2) Nel Capitolato Speciale a pagina 4 secondo paragrafo è indicato 'la ditta è impegnata inoltre a praticare lo sconto offerto in sede di gara, su nuovi modelli....sui futuri listini'', che cosa si intende? Non abbiamo rilevato nella documentazione di gara una sezione specifica riguardante 'uno sconto offerto in sede di gara'. Si tratta di un refuso? Potete chiarire a cosa si riferisce lo sconto?

RISPOSTA N. 3:

1) si intendono le schede tecniche dei prodotti offerti;

2) lo sconto da applicare deve essere indicato in calce ai listini espressamenti richiesti dai documenti di gara e dalla piattaforma.

DOMANDA N.4: vi preghiamo di voler specificare se gli importi da considerare ai fini di gara, e dunque anche ai fini del calcolo della garanzia provvisoria, siano quelli indicati all’art. 10, p. 14 del Disciplinare di Gara, i quali sarebbero coerenti solo rispetto all’importo di 699.240,00 indicato a p. 8 dello stesso documento se ignorate le successive modifiche intervenute (e riportate nella medesima tabella) che incrementano l’importo a base di gara a euro 1.093.860: valore che, peraltro, viene confermato dalle tre successive tabelle indicanti gli importi dei singoli lotti (v. pp. 8 e 9 del disciplinare).

Si evidenzia che l’indicata incoerenza emerge anche a pagina 3 del Capitolato Speciale, dove gli importi indicati sono quelli con il totale di euro 699.240,00 e non di 1.093.860.

RISPOSTA N. 4: L'importo a base d'asta è quello riportato nelle singole tabelle dei lotti e, precisamente:

lotto n.1 € 567.640,00;

lotto n.2 € 47.250,00;

lotto n.3 € 84.350,00;

L'importo delle singole garanzie è dettagliatamente riportata al punto 10 del Disciplinare di gara

 

DOMANDA N. 5: con la presente siamo a chiedere quali saranno indicativamente le tempistiche di avvio del servizio e le tempistiche tra una eventuale aggiudicazione e la ricezione dei primi ordinativi.

RISPOSTA N. 5: Allo stato attuale non dato sapere le tempistiche, essendo esse dipenti da una serie di fattori.

 

DOMANDA N. 6: si chiede conferma che non viene richiesta campionatura.

RISPOSTA N. 6: Si conferma che non è richiesta campionatura.

 

DOMANDA N. 7: la presente per portare in luce alcune differenze riscontrate tra i documenti contenuti nell'allegato unico presente in piattaforma sotto il nome di "disciplinare, capitolato e documenti firmati AUSL.pdf", primo nella lista dei documenti da scaricare, e i singoli allegati "Allegato E1- Schema offerta Lotto n. 1 Azienda USL di Bologna.xls", "Allegato E2- Schema offerta Lotto n. 2 Azienda USL di Imola.xls" e "Allegato E3- Schema offerta Lotto n. 3 Azienda USL di Ferrara.xls".
Infatti, nell’allegato unico per primo menzionato, comprensivo dunque anche degli altri allegati disponibili a portale in singoli file, si nota che sono presenti, alle pp. 67-69, nell’ordine E, E2, E1, delle tabelle da 3 righe di prodotti che, se confrontate con quelle dei singoli allegati E1, E2, E3 sopra meglio specificati, difettano dell'ultima riga di prodotti e di tutta la parte degli articoli aggiuntivi.
La domanda è dunque la seguente: quali sono le tabelle valide ai fini della gara? quelle contenuti nel file "disciplinare, capitolato e documenti firmati AUSL.pdf" o quelli nei singoli allegati E1, E2, E3?

RISPOSTA N. 7: Le tabelle valide ai fini della gara quelle contenutei nei singoli allegati E1, E2, E3.

 

DOMANDA N. 8: in riferimento alla presente procedura si chiedono i seguenti chiarimenti.
Allegati A1, A2 e A3:
1. cod. 12.22.03.003, 12.22.03.003 bis e 12.22.03.06 – Solamente per l'AUSL Imola viene richiesta una ruota con diametro maggiore di 500mm, mentre per la AUSL Bologna e Ferrara vengono richieste due ruote da 24”. Si chiede se trattasi di refuso.

RISPOSTA N.8: Relativamente ai lotti n. 1 (fornitura di carrozzine per le necessità dell'Azienda USL di Bologna) e n. 3 (fornitura di carrozzine per le necessità dell'Azienda USL di Ferrara) la dimensione del diametro deve intendersi di 600 mm (peraltro corrispondenti a 24'').
Per le esigenze dell'Azienda USL di Imola (lotto n.2) si conferma quanto già pubblicato.

 

DOMANDA N. 9: nell'allegato A2 relativo alle caratteristiche minime per AUSL IMOLA per gli articoli 12.22.03.003 e 12.22.03.003 bis per le ruote posteriori indicate due ruote fisse grandi (diametro maggiore mm.500), sono da intendersi le ruote posteriori da 24"?

RISPOSTA N.9: Si, le due ruote posteriori devono essere dfisse grandi > mm 500 (ex 24")

 

DOMANDA N.10: per quanto riguarda le caratteristiche tecniche e) appoggia gambe ribaltabili ed estraibile con appoggiapiedi separati devono essere comprensivi di poggiapolpacci imbottiti?

RISPOSTA N. 10: no , gli appoggiagambe ribaltabili ed estraibili devono avere appoggiapiedi separati senza pogggiapolpacci

 

DOMANDA N. 11: in riferimento a quanto riportato con l'articolo 11 Garanzia e assistenza tecnica nel capitolato speciale, si fa riferimento al periodo minimo di garanzia di 24 mesi che andrebbe calcolato a partire dalla data di collaudo, in questo caso l'assistito è tenuto ad effettuarlo entro un determinato periodo dalla comunicazione dell'avvenuta consegna? nel caso non venisse effettuato allo scadere di tale periodo l'azienda appaltatrice ha il diritto di procedere comunque alla fatturazione del dispositivo consegnato?

RISPOSTA N. 11: Si precisa che il collaudo ( valutazione clinico funzionale art.10 COLLAUDO del Capitolato Speciale ) verrà effettuato dall'Azienda solo qualora vengano richieste delle personalizzazioni.
Per tutti gli altri ausili standard la data di decorrenza della garanzia è quella che risulta dal documento di trasporto firmato dall'assistito al momento della consegna al domicilio ovvero presso il magazzino centrale; tale documento dovrà essere inviato dal fornitore all'Azienda. Da tale data il fornitore potra' emettere fattura.

 

DOMANDA N. 12: in merito all'art 3 Requisiti tecnici prodotti offerti presente sul capitolato speciale, l'indicazione scritta è riconducibile a quanto riportato sul DPCM LEA del 12/01/20017 art. 17 comma 5? ovvero qualora l'assistito richieda in accordo con il medico un dispositivo appartenente a una delle tipologie descritte negli elenchi allegati, con caratteristiche strutturali o funzionali o estetiche non indicate nella descrizione, il medico effettua la prescrizione riportando le motivazioni della richiesta, indicando il codice della tipologia cui il dispositivo appartiene e informando l'assistito sulle sue caratteristiche e funzionalita' riabilitative-assistenziali. L'azienda sanitaria locale di competenza autorizza la fornitura. L'eventuale differenza tra la tariffa o il prezzo assunto a carico dall'azienda sanitaria locale per il corrispondente dispositivo incluso negli elenchi ed il prezzo del dispositivo fornito rimane a carico dell'assistito.

RISPOSTA N.12: L'oggetto della presente contratto attiene la fornitura di prodotti base, quindi privi di particolari accessori. Pertanto quanto specificato dalla ditta nel quesito non deve intedersi applicabile.

 

Note
procedura
Allegati
Determina indizione   194.9 kB 
Atto n. 922 del 20 03 2019
Avviso Guce   145.5 kB 
Bando GURI   1011.9 kB 
Azioni sul documento
« luglio 2019 »
luglio
lumamegivesado
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031