Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Bandi di gara e contratti Procedure in corso Procedura Aperta PI 128333-18 per fornitura, installazione e posa in opera a noleggio delle apparecchiature di ri-processamento e sterilizzazione degli strumenti chirurgici e dei dispositivi medici riutilizzabili e materiale di consumo per l'Ausl Imola
Azioni sul documento

Procedura Aperta PI 128333-18 per fornitura, installazione e posa in opera a noleggio delle apparecchiature di ri-processamento e sterilizzazione degli strumenti chirurgici e dei dispositivi medici riutilizzabili e materiale di consumo per l'Ausl Imola

Data di pubblicazione: 12/12/2018 08:20

In data 25/01/2019 pubblicati chiarimenti ed allegato. In data 30/01/2019 pubblicati chiarimenti ed allegato. In data 30/01/2019 pubblicato ulteriore chiarimento

Categoria di gara : beni e servizi
Tipologia di gara : procedura aperta
Termini di partecipazione aperti fino al : 07-02-2019
Indirizzo e-mail : servizio.acquisti@pec.ausl.bologna.it
Importo : 1.734.140,00 iva esclusa
Articolo e informazioni complementari

Ulteriore chiarimento del 30/01/2019

Domanda 1

al punto 7.3 pag. 12 del Disciplinare di gara viene richiesto: “7.3 Requisiti di capacità tecnica e professionale a) Dichiarazione di essere in possesso dei requisiti di qualificazione e capacità richiesti dal codice dei contratti per la redazione, in sede di gara, del progetto definitivo, (ivi compreso il piano di sicurezza e di coordinamento) ed, in sede di contratto, del progetto esecutivo e del piano di sicurezza ed, in particolare, di essere in possesso dell’attestazione di qualificazione SOA, in corso di validità, per prestazioni di progettazione....” L’attestazione e la qualificazione SOA è riservata esclusivamente alla realizzazione di opere (opere generali e opere specializzate). Nelle categorie OG-OS non è inclusa la prestazione di progettazione. Pertanto, il professionista o la società che redigerà la progettazione definitiva ed esecutiva non può avere l’attestazione di qualificazione SOA. Si chiede se trattasi di refuso. In attesa di Vs cortese riscontro porgiamo Cordiali Saluti

 

Risposta 1: Si conferma che trattasi di refuso.


Chiarimenti del 30/01/2019

DOMANDA 1

Disciplinare di gara – paragrafo 3: a margine della tabella relativa agli importi di gara sono indicati i servizi in essi ricompresi. Si richiede di confermare se in questi vi sono, oltre a forniture e smaltimenti, solo gli oneri relativi alle progettazione e non l’esecuzione delle opere stesse;

RISPOSTA 1

“Gli importi comprendono anche l’esecuzione di tutte le opere necessarie, così come indicato in ALLEGATO A, per ogni apparecchiatura da 1.1 a 1.11, nel sotto-paragrafo “Ulteriori requisiti minimi inclusi nella fornitura”,

 

DOMANDA 2

Disciplinare di gara – paragrafo 4.2: si richiede di chiarire se al termine del noleggio, la fornitura verrà riscattata (e se del caso è stato già stabilita una quantificazione) o verrà conclusa e quindi terminato il noleggio e l’attrezzatura diventerà di proprietà della Vs. spett.le Azienda

RISPOSTA 2

“Non è previsto il riscatto al termine del noleggio

 

DOMANDA 3

Disciplinare di gara – paragrafo 7.3: alla luce della natura dell’appalto (noleggio) si richiede se, qualora tale requisito venisse soddisfatto mediante una raggruppamento temporaneo di imprese, tale componente dell’ATI potrebbe essere liquidata mediante fatturazione diversificata e nella fattispecie in unica soluzione al collaudo della fornitura;

RISPOSTA 3

Trattandosi di noleggio la fatturazione deve essere unica, come previsto nelle modalità di Capitolato

 

DOMANDA 4

Disciplinare di gara – paragrafo 7.3: si richiede di specificare se nel caso il requisito di capacità tecnica relativa alla SOA venga affidato ad un soggetto terzo (non dipendente dell’operatore economico partecipante), questo può essere comprovato esclusivamente mediante la dichiarazione di cui all’allegato 5 dove viene richiesto di dichiarare soltanto l’iscrizione all’albo senza quindi alcun riferimento alla SOA;

RISPOSTA 4

Si conferma

 

DOMANDA 5

Allegato A: per quanto riguarda le lava strumenti ad ultrasuoni, si richiede cosa si intende per CSPT nell’individuazione del luogo di installazione;<br/>

RISPOSTA 5

Per CSPT si intende la sede Ospedaliera Aziendale di Castel San Pietro Terme (BO)

 

DOMANDA 6

Allegato A: in fase di sopralluogo è stato rilevato che i siti di installazione relativi al Blocco Operatorio di Imola Sub 2 Sub sono invertiti rispetto a quanto indicato nell’allegato di gara, si richiede di confermare

RISPOSTA 6

Si conferma che, per il Rif.1.9, il sito di installazione previsto nel Blocco Operatorio di Imola è il locale Sub 2 e non il locale Sub 3 come invece erroneamente riportato. Tale indicazione risulta tuttavia solo formale e non sostanziale in quanto nei disegni forniti non sono specificate denominazioni dei siti di installazione e questi ultimi sono stati correttamente mostrati e specificati durante il sopralluogo

 

DOMANDA 7

Allegato A: Item 1.10 Lavastrumenti a bassa produttività Porta singola – si richiede di indicare se rispetto alla caratteristica relative alla tipologia di porta (in vetro temperato) può essere applicato il principio di equivalenza con tipologie diverse nei termini funzionali dell’apparecchiatura, in quanto tale specifica rileva una specifica troppo restrittiva;<br/>

RISPOSTA 7

Può essere applicato il principio di equivalenza, fermo restando il requisito che la conformazione della porta sia tale da permettere la visione della camera di lavaggio.

 

DOMANDA 8

Allegato A: Item 1.4 Lavastrumenti ad ultrasuoni – si richiede di indicare le misure interne della vasca;

RISPOSTA 8

Non si ritiene necessario indicare le dimensioni interne minime o di riferimento. Le dimensioni utili potranno essere valutate nelle caratteristiche migliorative.

 

DOMANDA 9

Durante il sopralluogo (Centrale di Sterilizzazione di Imola) nella zona dove dovrà essere installato il tunnel di lavaggio è stata rilevata una ipotetica colonna a sinistra della porta lato scarico attualmente presente. Tale colonna non è pero presente nei layout allegati di gara, si richiede di specificare se questa va presa in considerazione o meno

RISPOSTA 9

Come rilevabile dalla planimetria specifica, a sinistra della porta lato scarico, non è presente una colonna

 

DOMANDA 10

Si richiede di indicare la quota che può eventualmente essere raggiunta (Centrale di Sterilizzazione di Imola), per effettuare lo scasso al pavimento, per il posizionamento del tunnel di lavaggio

RISPOSTA 10

Il massetto è di circa 5 cm

 

DOMANDA 11

Si richiede di indicare il carico a pavimento nel punto di posizionamento del tunnel di lavaggio (Centrale di Sterilizzazione di Imola)

RISPOSTA 11

Nella relazione allegato H, al punto 3, viene indicato lo studio di rinforzo del solaio a pavimento del tunnel di lavaggio (poi non realizzato). Nella stessa relazione viene indicato il carico di 400Kg/mq.

 

DOMANDA 12

Si richiede di indicare per tutte le apparecchiature richieste in gara, i dati tecnici delle utenze attualmente presenti ed alle quali bisognerà allacciare le nuove - Alimentazioni idriche (tipologia acqua calda, fredda, demineralizzata/trattata e relative pressioni e portate) - Scarichi (tipologia e dimensioni) - Aria compressa (tipologia, pressioni e portate) - Alimentazione elettrica (tipologia e potenze)

RISPOSTA 12

Ad integrazione delle risposte fornite a precedente richiesta di chiarimenti circa gli impianti tecnologici si specificano le seguenti ulteriori caratteristiche:

Apparecchiatura 1.1 e 1.1a scarico diam.50 mm

Apparecchiatura 1.3 scarico diam.80 mm

Apparecchiatura 1.6 scarico diam. 1”1/2

Apparecchiatura 1.9 scarico diam. 50 mm

Apparecchiatura 1.10 scarico diam. 40 mm

 

DOMANDA 13

Relativamente alla modalità di presentazione del progetto offerto (rif. Pag. 48 di 61 del Disciplinare di Gara), si richiede se questo fa riferimento esclusivamente al documento A.1- Presentazione dei sistemi (richiesto a pag. 39 di 61 del Disciplinare di Gara) da allegare alla documentazione tecnica o se in fase di presentazione possono essere utilizzati anche altri documenti.

RISPOSTA 13

Il documento da presentare alla commissione è esclusivamente quello indicato al documento A.1- Presentazione dei sistemi (richiesto a pag. 39 di 61 del Disciplinare di Gara) e da allegare alla documentazione tecnica. Nessun altro documento potrà essere utilizzato

 

DOMANDA 14

In riferimento al punto precedente, si richiede di indicare il tempo concesso alla singola ditta per la presentazione del progetto offerto di fronte alla commissione tecnica.

RISPOSTA 14

Il tempo necessario alla presentazione completa ed esaustiva alla commissione

 

DOMANDA 15

Chiediamo gentilmente la tavola .DWG relativa agli “Ambulatori Prevenzione”, non presente nella documentazione di gara.

RISPOSTA 15

Si allega file richiesto.

 

Chiarimenti del 25/01/2019

DOMANDA 1
a. Progettazione 1. Vi chiediamo di comunicarci quali requisiti deve possedere il/i professionista/i incaricato del progetto definitivo, esecutivo e del piano di sicurezza e coordinamento. 2. Nel caso di progettista indicato Vi chiediamo di confermare che se la progettazione esecutiva viene affidata, in caso di aggiudicazione, al medesimo tecnico che ha redatto il progetto definitivo prodotto in gara, in osservanza del principio di continuità della progettazione di cui all'art. 23, comma 12 del D Lgs 50/206, non sarà necessario indicare in sede di gara una terna di tecnici abilitati in qualità di subappaltatori. b. Centrale di Sterilizzazione Ospedale di Imola 1. Si richiede di fornire per Ia centrale di sterilizzazione in oggetto i progetti "As Built" degli impianti meccanici ed impianti elettrici (se possibile in formato editabile .dwg) 2. Si richiede di fornire, per la centrale di sterilizzazione in oggetto, i parametri prestazionali e qualitativi dei fluidi di adduzione alle apparecchiature di processo, in particolare: a. acqua calda e acqua fredda : portata oraria, pressione e caratteristiche qualitative (durezza °F); b. acqua osmotizzata: portata oraria, pressione e caratteristiche qualitative (conducibilità elettrica ....µS/cm) c. aria compressa: portata oraria e pressione. c. Blocco Operatorio Ospedale di Imola - SubSsterilizzazione 1-2-3 1. Si richiede di fornire per i locali adibiti a substerilizzazione all'interno del blocco operatorio a servizio dell'Ospedale di Imola i progetti "As Built" degli impianti meccanici ed impianti elettrici (se possibile in formato editabile .dwg) 2. Si richiede di fornire, per i locali sopra richiamati, i parametri prestazionali e qualitativi dei fluidi di adduzione alle apparecchiature di processo, in particolare: a. acqua calda e acqua fredda: portata oraria, pressione e caratteristiche qualitative (durezza °F); b. acqua osmotizzata: portata oraria, pressione e caratteristiche qualitative (conducibilità elettrica ....µS/cm) c. aria compressa: portata oraria e pressione. d. Ambulatorio Servizio Prevenzione - Poliambulatori Imola 1. Si richiede di fornire per il locale adibito a Lavaggio all'interno degli ambulatori adibiti a "Servizio Prevenzione" i progetti "As Built" degli impianti meccanici ed impianti elettrici (se possibile in formato editabile .dwg) 2. Si richiede di fornire, per il locale sopra descritto, i parametri prestazionali e qualitativi dei fluidi di adduzione alle apparecchiature di processo, in particolare: a. acqua calda e acqua fredda: portata oraria, pressione e caratteristiche qualitative (durezza °F); b. acqua osmotizzata: portata oraria, pressione e caratteristiche qualitative (conducibilità elettrica ....µS/cm). e. Ambulatori Odontoiatrici - Poliambulatori Imola 1. Si richiede di fornire per il locale adibito a Lavaggio all'interno degli ambulatori Odontoiatrici i progetti "As Built" degli impianti meccanici ed impianti elettrici (se possibile in formato editabile .dwg) 2. Si richiede di fornire, per il locale sopra descritto, i parametri prestazionali e qualitativi dei fluidi di adduzione alle apparecchiature di processo, in particolare: a. acqua calda e acqua fredda: portata oraria, pressione e caratteristiche qualitative (durezza °F); b. acqua osmotizzata: portata oraria, pressione e caratteristiche qualitative (conducibilità elettrica ....µS/cm).
 
RISPOSTA 1
Progettazione: 1. Di essere iscritto all’albo degli ingegneri o dei periti industriali ovvero all’albo delle figure professionali competenti e di essere abilitato alla redazione ed alla sottoscrizione di progetto definitivo ed esecutivo comprendenti le opere oggetto della gara ed alla redazione del piano di sicurezza e coordinamentoDi essere iscritto all’albo degli ingegneri o dei periti industriali ovvero all’albo delle figure professionali competenti e di essere abilitato alla redazione ed alla sottoscrizione di progetto definitivo ed esecutivo comprendenti le opere oggetto della gara ed alla redazione del piano di sicurezza e coordinamento; 2. Si conferma; Centrale di sterilizzazione di Imola 1. Si allega quanto richiesto; 2. acqua calda e acqua fredda portata 20l/min; pressione 300-500 KPa; addolcita (durezza: 15°F) acqua di osmosi portata 20l/min; pressione 300-500 KPa; (conducibilità elettrica: ≤20µS/cm) aria compressa portata 5-10 l/min; pressione 600-800 KPa Blocco Operatorio Ospedale di Imola - Substerilizzazione 1-2-3 1. I progetti richiesti non sono disponibili, di seguito si elencano i dati relativi agli impianti tecnologici a servizio delle apparecchiature richieste in gara Rif. Capitolato: 1.1 Energia elettrica: disponibile presa CEE 380Vac 3F+N+PE 16A 6h Acqua calda e acqua fredda: portata 20l/min; pressione 300-500 KPa; addolcita (durezza: 15°F) Acqua di osmosi: portata 20l/min; pressione 300-500 KPa; conducibilità elettrica: ≤20µS/cm Rif. Capitolato: 1.9 Energia elettrica: disponibile quadro elettrico di allacciamento con IMT quadripolare 380Vac 3F+N 40A; PE Acqua calda e acqua fredda: portata 20l/min; pressione 300-500 KPa; addolcita (durezza: 15°F) Acqua di osmosi: portata 20l/min; pressione 300-500 KPa; conducibilità elettrica: ≤20µS/cm Ambulatorio Servizio Prevenzione - Poliambulatori Imola 1. Nel capitolato non risultano richieste installazioni nell’Ambulatorio descritto come “Servizio Prevenzione”. Se invece si intende il Servizio di Assistenza Infermieristica Domiciliare (Rif.: Capitolato 1.10) i progetti non sono disponibili, di seguito si elencano i dati relativi agli impianti tecnologici a servizio delle apparecchiature richieste in gara. Energia elettrica: disponibile presa CEE 380Vac 3F+N+PE 16A 6h Acqua calda: di rete idrica, tipicamente a 40°F; portata 20l/min; pressione 300-500 KPa; filtrata e trattata con dosatore di polifosfati a cartuccia Acqua fredda: portata 20l/min; pressione 300-500 KPa; addolcita (durezza: 15°F) Ambulatori Odontoiatrici - Poliambulatori Imola Non sono disponibili i progetti richiesti, di seguito si elencano i dati relativi agli impianti tecnologici a servizio delle apparecchiature richieste in gara Energia elettrica: disponibile presa 230V Tipo Schucko 16A Acqua calda e acqua fredda: portata 20l/min; pressione 300-500 KPa; addolcita (durezza: 15°F) Acqua di osmosi: portata 20l/min; pressione 300-500 KPa; conducibilità elettrica: ≤20µS/cm Nota: l’acqua di osmosi viene ulteriormente trattata con deionizzatore dedicato, fornito e gestito dall’attuale fornitore dei servizi di manutenzione dell’autoclave.

DOMANDA 2
in riferimento alla procedura indicata in oggetto, con la presente, tenuto conto della nota complessità del progetto, chiediamo cortesemente una proroga dei termini di scadenza di almeno 15 gg. in modo da consentirci di proporre un’offerta adeguata. Fiduciosi di un accoglimento della ns. richiesta, rimaniamo in attesa di Vs. cortese decisione e, nel contempo, porgiamo i ns. migliori saluti.
 
RISPOSTA 2
Duole comunicare che la richiesta di proroga non rientra nelle fattispecie previste all'articolo 79 comma 3 del D.Lgs 50/2016. Pertanto si conferma la data di scadenza riportata su portale.

DOMANDA 3
Spett.le Ente, in relazione alla procedura indicata in oggetto, con la presente si desidera sottoporre alla Vs. attenzione il seguente chiarimento: - Ai fini della partecipazione alla gara (nonché dell’eventuale aggiudicazione) è necessario che il concorrente (nonché l’aggiudicatario) sia iscritto nell’albo degli intermediari finanziari di cui all’articolo 106 del Decreto Legislativo 385/1993 (Testo Unico Bancario)? Cordiali saluti
 
RISPOSTA 3
Ai fini della partecipazione alla gara l'Operatore Economico deve essere in possesso dei requisiti indicati nel disciplinare di gara ai punti 7.1 (requisti di idoneità, pag. 12 /61) e 7.3 (requisiti di capacità tecnica e professionale, pag 12 /61).
Note
procedura
« marzo 2019 »
marzo
lumamegivesado
123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031