Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Bandi di gara e contratti Procedure in corso Procedura Aperta PI100299-18 per fornitura, installazione e posa in opera di n. 3 TAC (di cui n. 2 in noleggio) per UO Radioterapia Osped.Bellaria e UO Radiologia Osped.Maggiore dell’AUSL di Bologna, divisa in lotti
Azioni sul documento

Procedura Aperta PI100299-18 per fornitura, installazione e posa in opera di n. 3 TAC (di cui n. 2 in noleggio) per UO Radioterapia Osped.Bellaria e UO Radiologia Osped.Maggiore dell’AUSL di Bologna, divisa in lotti

Data di pubblicazione: 22/10/2018 11:00

In data 07/11/2018 pubblicato chiarimenti. In data 15/11/2018 pubblicato chiarimento. In data 22/11/2018 pubblicato chiarimenti. In data 03/12/2018 pubblicato chiarimenti.

Categoria di gara : beni e servizi
Tipologia di gara : procedura aperta
Termini di partecipazione aperti fino al : 11-12-2018
Indirizzo e-mail : servizio.acquisti@pec.ausl.bologna.it
Importo : 1.895.000,00 IVA esclusa
Articolo e informazioni complementari

 

Chiarimenti pubblicati il 03/12/2018:

DOMANDA 1

si chiedono i seguenti chiarimenti:

1. FIGURE PROFESSIONALI:

In relazione alla gara di cui in oggetto, ai fini dell'assolvimento dei requisiti di capacità tecnica e professionale di cui al punto 7.3 lett. a) del disciplinare di gara, si chiede di confermare che il concorrente sprovvisto di attestazione di qualificazione SOA per prestazioni di progettazione, possa "indicare uno o più soggetto/i abilitato/i che eseguirà/nno la progettazione" e che tale/i soggetto/i debba/no esclusivamente dimostrare di "essere iscritto/i negli appositi Albi previsti dai vigenti ordinamenti professionali" (cfr. modello "Allegato 5"), come altresì previsto all'Articolo 3 del Capitolato Speciale di gara.

2. PROTEZIONISTICA - LOTTO 1 – P.O: Bellaria:

Nella relazione dell’esperto qualificato presente in gara non viene evidenziata la protezionistica attualmente presente; al fine di poter effettuare le valutazioni corrette, si chiede quindi di fornire informazioni riguardanti: gli spessori e le altezze della protezionistica anti-X esistente (a parete, a soffitto, a pavimento, porte e visiva) ed inoltre di voler indicare spessori e consistenza/tipologia delle pareti e delle solette (pavimento e soffitto) in sala esame.

 RISPOSTA 1

1. Si conferma;

2. L' Azienda, nonostante numerosi tentativi, nono è riuscita a trovare la documentazione necessaria. Tuttavia si fa presente che dalle verifiche radioprotezioniste effettuate, non emergono valori che differiscono dal fondo naturale di radiazione.

 

DOMANDA 2


1. Lotto 1 e 2:

Con riferimento alle apparecchiature ancora in funzione da ritirare:

- Lotto 1: GE Hispeed NX Pro

- Lotto 2: Philips Brilliance 16

Si chiede di specificare l’anno di fabbricazione/installazione, numero di secondi scansione del tubo radiogeno e la versione del software

2. Lotti 1-2

Si chiede la pubblicazione degli Allegati A in formato editabile.

3. LOTTO 1

- Con riferimento alle caratteristiche dei dispositivi riportate nell’Allegato A –capitolato prestazionale CT (TAC simulatore per radioterapia Bellaria) si chiede di precisare se la richiesta di “Gating Respiratorio” sia da intendersi solo come sw per consentire alla TAC l’acquisizione in modalità gating oppure se debba essere incluso nell’offerta anche l’hardware da applicare sul paziente per l’acquisizione del movimento respiratorio.

4. Lotto 2:

Con riferimento alle caratteristiche dei dispositivi riportate nell’Allegato A - capitolato prestazionale CT”, (TAC per stroke unit e pronto soccorso Maggiore e TAC per radiologia esterni Maggiore), si chiede conferma che le due apparecchiature condivideranno la medesima rete aziendale e pertanto possa essere proposta, come Workstation di elaborazione delle immagini, una soluzione di tipo client server a comune dei due sistemi CT, più innovativa e dalle maggior prestazioni in termini di utenti concorrenti rispetto alle singole workstation.

5. Lotto 2:

Ospedale Maggiore: Si chiede di specificare la portata dei solai indicati a progetto per il passaggio delle apparecchiature.

6. Lotto 2

con riferimento alla suddivisione degli importi indicati a pagina 8 del Disciplinare di Gara – Tabella n.2 – Descrizione Lotti e nell’Allegato E – Offerta Economica, si chiede di precisare se, fermo restando l’importo complessivo a base d’asta non superabile di Euro 1.431.800,00 e gli oneri di sicurezza non soggetti a ribasso, gli importi sotto indicati:
- Acquisto n.1 TAC: Euro 295.000,00
- Modifiche ai sensi dell’art. 106, comma 1, del Codice: Euro 159.300,00
- Noleggio n.1 TAC: Euro 920.000,00
- Modifiche ai sensi dell’art.106, comma 11, del Codice Euro 57.500,00
siano da ritenersi singolarmente non superabili oppure presunti, e quindi variabili, purché la loro somma non superi l’importo complessivo a base d’asta;

7. Lotto 2

Con riferimento all’Allegato E – Offerta Economica – Noleggio n.1 TAC si chiede di precisare dove inserire l’eventuale importo di acquisto dell’apparecchiatura.

8. Lotto2:

Con riferimento all’art. 18 Criterio di aggiudicazione e alla relativa tabella di assegnazione dei punteggi si chiede conferma che i valori indicati nei punti Lotto 2A e Lotto 2B sia invertiti tra loro in quanto il Criterio di valutazione 1.11 Software specialistici: Caratteristiche sw perfusione cerebrale viene richiesto nel sublotto 2B e non nel sublotto2A.

  RISPOSTA 2

1. GE Hispeed NX Pro: acquisto 3/12/2003, collaudo 7/4/200. I dati sulle scansione del Tubo non sono disponibili: si fa tuttavia notare che l’apparecchio è inutilizzato dal 2017 e ne viene richiesto lo smaltimento.

Philips Brilliance 16: installazione 4/8/2009, collaudo 24/11/2009. I dati sulle scansione del Tubo non sono disponibili: si fa tuttavia presente che attualmente il sistema è utilizzato routinariamente ed è coperto da garanzia Full Risk Tubi RX inclusi. La versione del software è V2.3.5.13165

 2. L'Azienda non è in possesso dell'Allegato A nella versione editabile;

 3. Si conferma che la richiesta di "Gating Respiratorio" è da intendersi come completa di hardware e software.

 4. Al quesito si è già dato risposta precedentemente;

 5. In merito alla portata del solaio esistente, a partire dal piazzale esterno fino alla sala in cui è prevista l’installazione della nuova TC, si precisa che i valori del sovraccarico accidentali sono 500 Kg/mq, il dato non tiene conto del peso dei massetti, pavimenti, tramezzi e intonaci; pertanto si stima un sovraccarico utile di 300 kg/mq. Per un maggior dettaglio si allega tavola dello strutturale. A tal proposito si allega file

 6. Essendo il sistema in acquisto finanziato con fondi statali, i singoli importi non sono superabili;

7. Come già precisato in una precedente risposta, il riferimento ad un eventuale acquisto del sistema in noleggio è un refuso;

8. A seguito del chiarimento si è proceduto ad un esame dettagliato della tabella riportata sul disciplinare di gara e dell'Allegato A Capitolato prestazionale. Da questo esso è emerso che alcuni parametri sono stati invertiti tra la TAC in acquisto (lotto 2.a) e la TAC in noleggio (lotto n.2b). Con determina n. 3557 del 30.11.2018 (allegata alla presente) si è proceduto a rettificare la tabella riportata al punto 18.1 del Disciplinare di gara con la nuova tabella contente i parametri esatti.

 

DOMANDA 3


Con riferimento al punto 7.3 del Disciplinare di gara e precisamente ai Requisiti di capacità tecnica professionale “requisiti di qualificazione e capacità richiesti dal codice dei contratti per la redazione del progetto definitivo ed esecutivo oltre al Piano di sicurezza e Coordinamento” , si chiede di confermare se:

1) Il concorrente non in possesso dei requisiti di qualificazione richiesti per la progettazione, ai fini dell'ammissione alla gara, possa solo indicare il professionista abilitato fornendo le relative dichiarazioni circa il possesso dei requisiti di capacità tecnica-professionale nonché di quelli morali ex art.80.

 2) Il concorrente non in possesso dei requisiti necessari all’esecuzione dei lavori pubblici possa avvalersi di quanto disposto ai sensi dell’art. 89 del D. Lgs. 50/2016 di soggetto abilitato all’esecuzione di dei lavori necessari alla predisposizione dei locali ove andrà installata l’apparecchiatura medicale.

RISPOSTA 3


1. e 2: Si conferma

 

DOMANDA 4


1. PENALI – ART. 18 CAPITOLATO SPECIALE  

Si chiede conferma che, in applicazione della disciplina inderogabile in materia, le penali giornaliere e complessive saranno applicate nel rispetto dei limiti minimi e massimi di cui all’art. 113 bis co. 2 del D. Lgs. n. 50/16, ovvero secondo percentuali fra lo 0,3 per mille e l’1 per mille giornaliero del valore netto contrattuale e, comunque, non superiori al 10 per cento del valore netto contrattuale

 

2. POLIZZA ASSICURATIVA – ART. 20 CAPITOLATO SPECIALE
Tenuto conto che, per regole interne aziendali non si ha accesso ai documenti di polizza assicurativa, si chiede di confermare la possibilità di produrre il certificato di Assicurazione emesso dalla Compagnia Assicurativa della nostra Casa Madre attestante l’esistenza della polizza assicurativa stessa nonchè delle clausole/vincoli assicurativi previsti nell’articolo succitato

 

RISPOSTA 4


1. Si conferma;

 

2. Si conferma;

 

 DOMANDA 5

Relativamente al lotto 2, si chiede se l'apparecchiatura Philips Brilliance 16 da ritirare sia raffreddata ad aria o ad acqua.

 RISPOSTA 5


L'attrezzatura è raffreddamento ad aria

 

DOMANDA 6


Relativamente al lotto 2, si chiede :

se l'apparecchiatura Philips Brilliance 16 da ritirare sia raffreddata ad aria o ad acqua;

Confermare anno di prima installazione del sistema

Confermare data di ultima sostituzione del tubo radiogeno

RISPOSTA 6


1. Raffreddamento ad aria

2. Al quesito si è già data risposta

3. Il tubo radiogeno non è mai stato sostituito

 

Chiarimenti pubblicati il 22/11/2018:

DOMANDA 1

Si chiedono i seguenti chiarimenti:

1.    Per quanto riguarda la TAC del  lotto 2)b si chiede di confermare che la stazione appaltante procedera’ soltanto con la locazione in quanto, in Capitolato, non è stato inserito  il finanziamento per l’acquisto dell’ apparecchiatura.

2.    Nelle pagine 10,11,13,14 dell’Allegato A – capitolato prestazionale CT.pdf vengono richieste due workstation di elaborazione (una per il lotto 2a ed una per il lotto 2b). Sia la TC del lotto 2a che la TC del lotto 2b verranno installate presso l’ospedale Maggiore (pag. 1 Allegato A – capitolato prestazionale CT.pdf). Si chiede quindi conferma che sia possibile offrire, come miglioria a quanto richiesto, un sistema unico di post elaborazione con architettura server-client a comune tra i due sistemi CT. Tale sistema sarebbe dimensionato per l’utilizzo contemporaneo di più utenti, permetterebbe inoltre di condividere le licenze software, l’elenco pazienti ed i risultati dell’elaborazione, fornendo una piattaforma di elaborazione unica trasversale ai 2 sistemi CT.

3.    Si chiede di confermare che al termine del contratto l’Utilizzatore restituirà i Beni con ogni accessorio e pertinenza, in buono stato di conservazione e manutenzione, salvo il normale deterioramento per l’uso, liberi da cose, oneri e situazioni pregiudizievoli mettendoli a disposizione del Fornitore entro il periodo massimo di trenta giorni naturali e consecutivi dalla suddetta scadenza, per lo smontaggio ed il ritiro degli stessi. 

 RISPOSTA 1

1. Come risposto ad un analogo chiarimento, si conferma che la stazione appaltante procederà soltanto alla locazione della TAC 2b);

2. Tale possibilità è prevista, come indicato nella lettera di invito a pagina 35/48  e, come indicato al punto 1.10, viene valutata con un punteggio massimo di 5 punti;

3. Si conferma che scaduto il periodo di durata del noleggio, fatta salvo la facoltà da parte dell'Azienda USL di avvalersi di quanto previsto dal Disciplinare di gara e dal Capitolato Speciale in tema di durata del contratto (articolo 106 comma 11 del D.Lgs 50/2016), la ditta potrà ritirare i sistemi in noleggio.Si coglie l'occasione per precisare che, stante l'acquisizione in noleggio per n. 2 sistemi, lo stato della manutenzione deve essere necessariamente garantito dalla aggiudicataria. Per preservarne lo stato di conservazione ottimale è concesso alla ditta lo svolgimento di una revisione straordinaria la cui periodicità e fermo dovrà essere indicata in offerta.

 

DOMANDA 2

1.    SI chiede di confermare che, per tutti i lotti, le attività a carico dell’aggiudicataria sono esclusivamente le seguenti:

-    Progettazione definiva, progettazione esecutiva, PSC e oneri per un Direttore operativo elettrico in supporto alla DL;

-    Disinstallazione dei sistemi attualmente presenti;

-    Eventuali quadri, box di distribuzione, box ausiliari che dovessero risultare necessari al funzionamento dell’apparecchiatura proposta;

-    Eventuale monosplit ad espansione diretta, qualora risultasse necessario;

-    Eventuale chiller, qualora risultasse necessario.

2.    Si chiede di confermare pertanto che le restanti attività , comprese l’eventuale adeguamento alle canaline ed eventuali ripristini di finiture saranno progettate dall’aggiudicataria ma realizzate dalla Stazione appaltante.

3.    Si chiede di confermare che l’eventuale integrazione della protezionistica esistente, compresi i necessari accessori quali avvisatori luminosi ecc., non sono oggetto dell’appalto e saranno realizzati dall’azienda ospedaliera, unitamente alle restanti attività a suo carico.

4.    Si premette che alcune attività propedeutiche all’installazione dell’apparecchiatura, come da indicazione di capitolato, rientrano nella fornitura del sistema e pertanto verranno  inserite nell’offerta economica con Computo metrico estimativo dedicato;  oggetto dell’appalto è anche la progettazione delle restanti attività che  verranno realizzate dall’Azienda ospedaliera; per quest’ultime, viene richiesto un Computo metrico estimativo redatto sulla scorta dei prezzi unitari del Prezziario AUSL; si chiede di specificare se tale computo dovrà essere inserito nella busta tecnica o nella busta economica.

 RISPOSTA 2

1. Si conferma che le attività e forniture accessorie a servizio delle apparecchiature installate sono a carico dell’aggiudicatario ;

2. Si conferma che il progetto è onere dell’aggiudicatario e le modifiche degli impianti esistenti saranno eseguiti a cura della stazione appaltante.

3. Si specifica che la protezione anti-x nelle sale esistenti dell'ospedale Bellaria e nel PS dell'ospedale maggiore è quella indicata nelle relazioni di radioprotezione se la macchina proposta necessità di ulteriore schermatura gli oneri restano a carico della ditta aggiudicataria. Per l’apparecchiatura TC da installare nella palazzina ambulatori H-AMB dell’Ospedale Maggiore, le eventuali modifiche necessarie per le protezioni anti-x previste a progetto saranno eseguite da questa stazione appaltante nel corso della ristrutturazione dei locali. Per le misure protezionistiche quali lampade microinterruttori sulle porte , sistema di sgancio dell’alimentazione dellea TC, altri sistemi di sicurezza sui varchi di accesso la situazione è la seguente: presso la palazzna H.AMB dell'ospedale Maggiore la loro esecuzione è a carico della stazione appaltante, sulla base del progetto dell’Aggiudicatario; presso l'ospedale Bellaria e presso il PS dell'ospedale Maggiore eventuali modifiche sono a carico del'Aggiudicatario.

Si precisa inoltre, che per la portata dei solai di tutte le sale esistenti e in corso di ristrutturazione le portate massime sono quelle indicate nel capitolato tecnico dei lavori ed eventuali modifiche per esigenze dell’aggiudicatario al fine di aumentare la portata di detti solai resta a carico dell’aggiudicatario stesso.

4. Si precisa che il computo metrico senza prezzi deve essere inserito all'interno del punto 13  della documentazione tecnica prevista dal Discplinare di gara [Relazione sulle opere di installazione e progetto definitivo]. L'Operato Economico dovrà, inoltre,  inserire una copia del computo estimatico con tutti i prezzi all'interno della busta economica, unitamente all'offerta economica dettagliata;

 

DOMANDA 3

Rif. Allegato A Capitolato prestazionale.

Si chiede di confermare che quanto riportato a pag 5 e a pag 23 relativamente al sistema 2b in merito ad una quotazione aggiuntiva in acquisto sia un mero refuso in quanto tale quotazione snaturerebbe le caratteristiche del noleggio stesso.

 RISPOSTA 3

Si conferma che quanto riportato a pag. 5 ed alla nota a pag. 23 sono da considerarsi refusi.

 

Chiarimento del 15/11/2018

DOMANDA 1
Con riferimento alla procedura in oggetto, ed in particolare al Lotto 2 sistema 2B, si chiede di chiarire dove debba essere caricata l’offerta economica in acquisto, secondo quali termini economici ed in quale formato.
 
RISPOSTA 1
La ditta dovrà compilare l'Allegato E schema offerta econOmica ove è prevista la quotazione sia del sistema in acquisto sia del sistema in noleggio. Il totale dei due sistemi dovrà essere riportato sul portale, come previsto dallo stesso allegato.


Chiarimenti pubblicati in data 07/11/2018:

 Domanda 1): 

Al punto 2 di pagina 6 dell’Allegato A – capitolato prestazionale viene richiesto il seguente requisito:

Deve essere disponibile un piano aggiuntivo piatto in fibra di carbonio o altro materiale a basso assorbimento; compatibile con il tavolo degli acceleratori; il piano dovrà essere indicizzato e dotato di almeno due barre con attacchi per il posizionamento degli immobilizzatori in uso in Radioterapia

Per poter fornire le giuste barre, si chiede di specificare marca e modello dei sistemi di posizionamento degli immobilizzatori in uso in Radioterapia.

 

Risposta 1):

I sistemi di posizionamento, attualmente in uso in Radioterapia, che necessitano di essere agganciati al lettino, sono i seguenti:

CIVCO Posifix-4 mod. 104021

CIVCO Posifix-2 mod. 102021

CIVCO Posirest-2 mod. 106521

Standard Wing Board mod. MT-WB09

Note
procedura
Allegati
Bando Guri   1017.7 kB 
DUVRI ALTO   869.1 kB 
Patto Integrità   637.4 kB 
Azioni sul documento
« dicembre 2018 »
dicembre
lumamegivesado
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31