Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Bandi di gara e contratti Linee Guida ANAC n.5: albo obbligatorio dei commissari di gara
Azioni sul documento

Linee Guida ANAC n.5: albo obbligatorio dei commissari di gara

Data di pubblicazione: 26/10/2018 14:15
Ultimo aggiornamento : 26/10/2018

Dal 15 gennaio 2019 i commissari di gara delle commissioni giudicatrici dovranno essere iscritti all'Albo dei Commissari di gara istituito presso A.N.A.C.

Con delibera n. 648 del 18 luglio 2018, l’A.N.A.C. ha emanato le istruzioni operative per l’iscrizione all’Albo nazionale obbligatorio dei commissari di gara, dando attuazione a quanto già statuito nelle Linee Guida n.5 /2016 aggiornate lo scorso 10 gennaio 2018.

L'Azienda USL di Bologna dovrà attingere obbligatoriamente da tale Albo, tenuto dall'Autorità anticorruzione, per nominare i commissari di gara per le procedure di valore superiore alle soglie comunitarie, nonché  il Presidente  in caso di affidamento di contratti per i servizi e le forniture d’importo inferiore alle soglie di rilevanza comunitaria (attualmente euro 221.000 per beni e servizi), per i lavori di importo inferiore a un milione di euro o per quelli che non presentano particolare difficoltà (es. punteggio tabellare secondo criteri basati sul principio on/off), nel rispetto del principio di rotazione, ove sia previsto il criterio di aggiudicazione qualità/prezzo.

Pertanto, per le procedure sottosoglia, i commissari potranno essere dipendenti dell’Azienda Sanitaria di appartenenza.

Nell’ambito del processo di acquisto di beni e servizi gestito dal Servizio Acquisti Metropolitano per le Aziende sanitarie della Provincia di Bologna, l’iscrizione all'Albo dei commissari di gara dei professionisti appartenenti a queste Aziende sanitarie diventa strategica al fine di rendere più efficiente ed efficace il suddetto processo. Infatti, ai sensi e per gli effetti dell’art. 77 del Codice dei contratti pubblici, la valutazione delle offerte dal punto di vista tecnico ed economico, quando il criterio di aggiudicazione è quello dell’offerta economicamente più vantaggiosa, compete a una commissione giudicatrice, composta da esperti nello specifico settore cui afferisce l'oggetto del contratto. Per poter far parte della commissione, gli esperti devono necessariamente essere iscritti all’Albo, anche se appartenenti alla stazione appaltante che indice la gara. È da considerarsi interno alla stazione appaltante il commissario di gara scelto tra i dipendenti dei diversi enti aggregati ai sensi dell’art. 37, commi 3 e 4, del Codice dei contratti pubblici, anche se gli stessi non hanno perfezionato l’iter di costituzione delle forme aggregative di cui ai citati commi, a condizione che abbiano deliberato di dare vita alle medesime (vedi convenzione tra AUSL BO, AO Univ. BO, IOR e AUSL di Imola).

All’Albo potranno iscriversi i professionisti (settore sanitario, finanziario, tecnico, ecc. come descritto nell’allegato della Linee guida n. 5)  attraverso un applicativo messo a disposizione sul sito dell'ANAC. Considerato l'obbligo per le stazioni appaltanti di servirsi dell'Albo e tenuto conto della regola secondo la quale le commissioni potranno essere composte anche da membri interni, nei casi sopra indicati, alla stazione appaltante, appare chiara l'opportunità che si prospetta sia per i professionisti che intendono far parte delle commissioni, che per le aziende sanitarie, che potranno così contare sull’apporto altamente specialistico dei propri collaboratori, in termini soprattutto di conoscenza dei bisogni e della realtà sanitaria a livello locale.

Ai fini dell’iscrizione i professionisti potranno dovranno dichiarare se è dipendente di una stazione appaltante. Gli esperti dipendenti delle amministrazioni aggiudicatrici possono iscriversi o solo come commissari interni dell’amministrazione di appartenenza, oppure sia come commissari interni dell’amministrazione di appartenenza sia come commissari esterni per le procedure indette dalle altre stazioni appaltanti.

Gli interessati si iscriveranno autocertificando il possesso dei requisiti. Il richiedente deve essere in possesso di  un dispositivo per la firma digitale, un indirizzo Pec e le credenziali (username e password) rilasciate dal sistema dell'Autorità.

Secondo quanto stabilito dal Decreto 12 febbraio 2018 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, l'iscrizione all'Albo può essere effettuata in qualsiasi momento dell'anno, fermo restando che la tariffa di iscrizione stabilita, pari a 168 euro, è dovuta per ciascun anno solare indipendentemente dalla data di iscrizione. Il mancato pagamento della tariffa comporta il rifiuto dell'iscrizione. Nel caso di iscrizione quale componente interno, non è dovuta alcuna tariffa; altresì, al componente interno all’amministrazione di appartenenza non spetta  alcun compenso.

 

Dal 16 gennaio 2019 saranno pertanto disapplicate le modalità operative transitorie delle Linee Guida precedentemente individuate.

 

 

Allegati
Comunicato del Presidente dell'ANAC   49.2 kB 
18 luglio 2018
Linee guida n. 5, di attuazione del D.Lgs. 18 aprile 2016, n. 50   7.5 MB 
Criteri di scelta dei commissari di gara e di iscrizione degli esperti nell’Albo nazionale obbligatorio dei componenti delle commissioni giudicatrici
Azioni sul documento
« dicembre 2018 »
dicembre
lumamegivesado
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31