Strumenti personali
Tu sei qui: Portale News Archivio 2020 25 nuovi defibrillatori nelle scuole secondarie di Bologna grazie a Lavoropiù
Azioni sul documento
Archivio 2020

25 nuovi defibrillatori nelle scuole secondarie di Bologna grazie a Lavoropiù

Data di pubblicazione: 23/01/2020 16:43

Un nuovo tassello del progetto “Bologna ci sta a cuore” che vede impegnato Lavoropiù, agenzia per il lavoro insieme al Comune di Bologna, l’Ufficio Scolastico Regionale e l’Azienda Usl di Bologna.

Ultimo aggiornamento : 28/01/2020

25 nuovi defibrillatori donati da Lavoropiù alle scuole secondarie bolognesi di primo e secondo grado. Le prime due consegne, stamane, al liceo ginnasio “Marco Minghetti” e l’Istituto professionale “Aldrovandi-Rubbiani”. Nei prossimi giorni verranno effettuate le altre consegne.
I nuovi 25 defibrillatori vanno ad aggiungersi ai 64, donati nei mesi scorsi da Lavoropiù, e presenti nelle palestre scolastiche del Comune di Bologna. I Defibrillatori saranno anche a servizio delle diverse attività sportive, che in orario extrascolastico, si effettuato nelle palestre scolastiche cittadine.

Stamane, durante la cerimonia di donazione, Cosimo Picoco, responsabile Centrale Operativa 118 Emilia Est e Federico Semeraro, anestesista Responsabile Progetto Pronto Blu Ospedale Maggiore, hanno presentato, a studenti e insegnanti, l’App, gratuita per smartphone, DAE RespondER, per contribuire a ridurre i tempi di intervento sui CODICI BLU, ovvero sui casi di Arresto Cardio Respiratorio (ACR) presunto.

DAE RespondER, l’App che attiva i soccorsi

DAE RespondER è la prima App in Italia completamente integrata con le 3 Centrali Operative 118 della Regione, per allertare i soccorritori volontari in caso di potenziali arresti cardiaci. Sono 2.006 i cittadini in provincia che si sono registrati ad oggi (771 a Bologna), 8.341 in Regione. Nel 2019, nella provincia di Bologna, 66 cittadini allertati dalla App DAE RespondER si sono resi disponibili ad intervenire in casi di arresto cardiaco avvenuti in luoghi pubblici (264 in Regione). Nel 20% dei casi i first responder hanno raggiunto il luogo dell’evento prima dei mezzi di soccorso 118, anticipando così le manovre rianimatorie. Sono state 5 le persone salvate grazie all’App DAE RespondER.
Premiata dalla School of Management del Politecnico di Milano e indicata da più parti come unico esempio sul panorama nazionale e come esperienza da replicare, DAE RespondER censisce, inoltre, la rete dei defibrillatori semiautomatici, fornendo informazioni utili al reperimento, come ad esempio gli orari di disponibilità, e quindi all’utilizzo. Attualmente sono censiti 4.985 defibrillatori in Regione, di cui 761 nella provincia di Bologna, 223 a Bologna.

Pronto Blu e la Scuola
DAE RespondER è solo l’ultima delle innovazioni che caratterizzano la rete solidale che lega la Centrale Operativa 118 alla città. Dal 2001, infatti, il 118 è impegnato in prima linea nella promozione della diffusione sempre più capillare dei defibrillatori in luoghi molto frequentati e nella formazione diretta di soccorritori non sanitari, con il progetto Pronto Blu. Oltre 1.600 i soccorritori non sanitari addestrati e costantemente aggiornati alle manovre di rianimazione con il defibrillatore attraverso una rete di 13 centri di formazione, tutti autorizzati dall’Azienda Usl di Bologna e coordinati nell’ambito dello stesso progetto Pronto Blu.
Nel 2019, inoltre, è stata ulteriormente rafforzata la collaborazione tra 118 e Ufficio Scolastico Provinciale con nuovi corsi di informazione e formazione rivolti ai docenti delle scuole primarie e secondarie di Bologna e provincia, per un totale di 300 insegnanti oggi formati e certificati BLSD, per l'utilizzo del defibrillatore semi-automatico.





Allegati
Azioni sul documento
« aprile 2020 »
aprile
lumamegivesado
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930