Strumenti personali
Tu sei qui: Portale News Archivio 2015 Prevenzione oncologica contro il disagio e l’esclusione
Azioni sul documento
Archivio 2015

Prevenzione oncologica contro il disagio e l’esclusione

Data di pubblicazione: 27/03/2015 14:26

L’offerta dei test di screening si estende alle strutture dell'ASP Città di Bologna

Ultimo aggiornamento : 15/04/2015

E’ stato attivato, nel mese di marzo, il progetto “Screening oncologici per le popolazioni svantaggiate”, con l’obiettivo di promuovere la prevenzione e la diagnosi precoce dei tumori del collo dell’utero, della mammella e del collo dell’utero a favore delle persone che conducono vita di strada o sono ospiti delle strutture di accoglienza per adulti gestite dall’ASP Città di Bologna. Si tratta di una popolazione in condizione di disagio, a rischio d’esclusione sociale, che presenta quindi maggiori fattori di rischio sanitario e al contempo maggiori difficoltà di accesso ai servizi di prevenzione.

 

Il progetto nasce dalla collaborazione tra il Dipartimento Salute Pubblica- Programma Screening dell’Azienda USL di Bologna, il Settore Servizi Sociale del Comune e appunto il Settore Inclusione Sociale dell’ASP. Gli operatori di quest’ultima avranno il compito di far avere alle persone da loro seguite – e che rientrano nelle fasce target degli screening – le lettere di invito agli esami di prevenzione offerti, pap-test, mammografia e test per la ricerca del sangue occulto nelle feci (FOBT).

L’ASP si impegna anche, collegandosi con i servizi sanitari preposti, a mettere in campo le proprie risorse per facilitare e favorire l’accesso agli approfondimenti di secondo livello per le persone il cui test risultasse positivo.

Si prevedono anche azioni e momenti di informazione e sensibilizzazione, propedeutici all’invio delle lettere di invito, per motivare le persone interessate alla prevenzione e per aiutarle a superare eventuali timori di carattere culturale, burocratico e sanitario, fornendo dettagli sulle tecniche adottate nell’intervento di screening.

 

Come per tutte le persone interessate dai programmi di screening (si veda il link sottostante) i test sono gratuiti così come sono garantite gratuitamente la qualità e la continuità del percorso di diagnosi e delle eventuali cure, favorendo, quando necessari, trattamenti chirurgici conservativi.

Allegati
Azioni sul documento
« aprile 2020 »
aprile
lumamegivesado
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930