Strumenti personali
Tu sei qui: Portale News Archivio 2014 “Il nuovo Faro”, la voce del disagio psichico
Azioni sul documento
Archivio 2014

“Il nuovo Faro”, la voce del disagio psichico

Data di pubblicazione: 29/07/2014 15:56

Nuova veste grafica per la rivista ideata, scritta e realizzata da persone seguite dai Centri di Salute Mentale

Ultimo aggiornamento : 04/08/2014

Restyling grafico completo per Il nuovo Faro, la rivista nata nel 2006, ideata, scritta e realizzata da persone seguite dai Centri di Salute Mentale dell’Azienda USL di Bologna, che, da mezzo di espressione e comunicazione, nel tempo è diventata anche un efficace strumento di inclusione sociale.

Il nuovo Faro pubblica i racconti, le riflessioni e le poesie delle persone seguite dal servizio psichiatrico adulti, le testimonianze dai gruppi di scrittura, i pensieri in libertà, i contributi di operatori, familiari e volontari. Trimestrale, con una tiratura di mille copie a numero, viene distribuito in tutti i Centri di Salute Mentale di Bologna e provincia, ma anche presso centri sociali, luoghi di lettura, scuole e ambulatori medici, allo scopo di rafforzare il rapporto tra chi è in cura, la cittadinanza e il territorio.

Grazie al progetto “Nuova luce per il Faro”, promosso dalle associazioni Il Ventaglio di Orav, Diavoli Rossi, Spazio e Amicizia e finanziato dalla Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, la rivista ha cambiato la propria veste dopo un corso di grafica che ha permesso ad alcuni utenti di imparare a impaginare la rivista in totale autonomia. Inoltre, grazie al rinnovato impegno del Dipartimento di Salute Mentale - Dipendenze Patologiche dell'Ausl di Bologna, che già prima sosteneva i costi di stampa, gli utenti impegnati nella redazione ora ricevono un piccolo contributo economico per il loro lavoro. «La formula è per il momento quella degli Isra, ovvero gli Interventi sociali riabilitativi attivi», spiega il direttore del Dipartimento di Salute Mentale Angelo Fioritti.

Il futuro de Il nuovo Faro sarà garantito attraverso il progetto “Habitat”, promosso da Il Ventaglio di Orav, Diavoli Rossi, Spazio e Amicizia nell'ambito del programma “Prisma”. Quest’ultimo vede la collaborazione fra associazioni di utenti e familiari e il Dipartimento stesso nel realizzare progetti di sussidiarietà per l'inclusione sociale delle persone con disagio psichico.

La redazione, che si trova in vale Pepoli 5 presso la sede del Cufo (Comitato utenti familiari operatori) del Dipartimento di Salute Mentale dell'Ausl di Bologna, sta dando nuovo smalto anche al sito web.


Allegati
Azioni sul documento
« dicembre 2019 »
dicembre
lumamegivesado
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031