Strumenti personali
Tu sei qui: Portale News Archivio 2014 I vincitori del Concorso di idee e-Care 2014
Azioni sul documento
Archivio 2014

I vincitori del Concorso di idee e-Care 2014

Data di pubblicazione: 20/05/2014 17:55

Premiati 39 progetti, 18 dei quali si svolgeranno nel Distretto di Bologna. Coinvolti più di 140 soggetti provenienti dal Terzo Settore o dall'ambito istituzionale

Ultimo aggiornamento : 27/05/2014

Sono 39 i progetti che riceveranno un finanziamento per svolgere interventi e attività di sostegno alla popolazione fragile, di promozione dell'invecchiamento attivo e di prevenzione della non autosufficienza, in quanto vincitori del Concorso di idee e-Care 2014.

Giunto alla terza edizione, il concorso si rivolge alle associazioni del Terzo settore e alle libere forme associative, affinchè possano sviluppare strategie ed azioni  - coerentemente con quelle previste dal progetto ”Sostegno alla fragilità e prevenzione della non autosufficienza”, promosso dall'Azienda USL di Bologna - in modo integrato e sinergico, in rete tra loro e in sintonia e collegamento con i servizi sociali e sanitari. Il finanziamento complessivo per i progetti, erogato su indicazione della Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria della Provincia di Bologna all'interno della programmazione delle attività di e-Care, quest'anno è di circa 45.000 euro.

I risultati

Per quel che riguarda i progetti vincitori, 22 sono progetti a lungo termine, ovvero della durata di oltre quattro mesi, e riceveranno un contributo pari a 1500 euro ciascuno. I restanti 17 progetti, della durata massima di quattro mesi, ne riceveranno 750. Tutte le attività dovranno essere svolte entro la fine del 2014 e le associazioni capofila sono chiamate a effettuare una rendicontazione finale delle attività stesse. I progetti interesseranno tutti e sei i Distretti dell'Azienda USL, e sono 18 - 12 a lunga durata e 6 a breve durata - quelli che avranno luogo nell'area territoriale della città di Bologna. Come già nelle precedenti edizioni, i progetti vertono su attività di carattere socializzante, aggregativo, formativo e culturale, accompagnate da interventi di sostegno e supporto a favore della popolazione anziana, in particolare quella più fragile ed isolata.

Una rete più grande

Elemento caratterizzante dei progetti è stato quello di costruire, ampliare e consolidare una rete di collaborazione tra più soggetti, appartenenti al mondo del  volontariato ma anche del settore pubblico, integrando le rispettive competenze, risorse e tipologie di servizi e attività offerte. In particolare quest'anno, rispetto alle precedenti edizioni, è aumentato in modo significativo il numero dei soggetti attivamente coinvolti nei progetti: oltre 110 nell'ambito del Terzo Settore (tra associazioni di volontariato e promozione sociale, centri sociali, cooperative sociali, fondazioni e altre tipologie di organizzazione o forma associativa) e circa 30 nell'ambito isituzionale (Comuni, Quartieri, Aziende di Servizi per la Persona). Negli anni passati il numero dei soggetti partecipanti era stata rispettivamente di circa 80 provenienti dal Terzo Settore e 20 dall'ambito istituzionale.

"Più che di vincitori sarebbe corretto parlare di vittoria per la nostra comunità" afferma il Direttore del Distretto Città di Bologna, Gabriele Cavazza "in quanto la rete e-Care è oggi più forte, vasta e capillare nella sua capacità di offrire sostegno e vicinanza alla popolazione fragile, facendo fronte comune con il sistema dei servizi pubblici sanitari e sociali".


Sarà possibile conoscere (anche per potervi partecipare!) tutte le iniziative realizzate nell'ambito dei progetti consultando il portale "Bologna Solidale" a partire dal mese di giugno 2014.

 

Allegati
Azioni sul documento
« giugno 2019 »
giugno
lumamegivesado
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930