Strumenti personali
Tu sei qui: Portale News Archivio 2014 Dall'ora d'aria all'ora... d'A.M.A.! Al via un gruppo per donne detenute
Azioni sul documento
Archivio 2014

Dall'ora d'aria all'ora... d'A.M.A.! Al via un gruppo per donne detenute

— archiviato sotto:

Si rivolge a chi soffre per la separazione dalla propria famiglia. E' promosso dagli operatori della Medicina Penitenziaria della Casa Circondariale di Bologna

Ultimo aggiornamento : 25/07/2014

Il titolo ha un tono volutamente scherzoso e leggero, per fare da contraltare al contesto, serio e non facile, nel quale questa notizia trova collocazione. Ma è un gioco di parole che potrebbe sintetizzare efficacemente l'iniziativa promossa presso la Casa Circondariale di Bologna, in collaborazione tra il Coordinamento del progetto “Rete dei Gruppi di Auto Mutuo Aiuto, Area Metropolitana dell’AUSL Bologna”e la U.O.S. Medicina Penitenziaria dell’AUSL, per la costituzione di un gruppo A.M.A. rivolto alle donne che, a causa della detenzione in carcere, sono forzatamente separate dai propri cari.

Promotori della Salute e infermieri che operano dentro il carcere della "Dozza" si sono infatti assunti l'impegno di diffondere la conoscenza dell'Auto Mutuo Aiuto e di valorizzarne la metodologia mettendole a disposizione delle donne recluse all'interno dell'istituto penitenziario. In particolare l'obiettivo è quello di utilizzare la pratica A.M.A. per favorire l’assunzione di responsabilità personale sulla propria condizione di disagio, il bisogno di superare isolamento e vergogna, la capacità di valorizzare - e in questo caso di “liberare” - le risorse che esistono in tutte le persone, soprattutto in un momento di lontananza dai propri genitori, mariti, figli, amici, e dalla possibilità, anche solo temporanea, di vivere una normale quotidianità familiare ed amicale.

Con la nascita di questo gruppo si vengono a superare le barriere, anche quelle fisiche, del pregiudizio e dell’isolamento, permettendo alla famiglia della rete A.M.A. di Bologna di entrare in un luogo - di solitudine e coercizione - in cui la cultura della mutualità può giocare un ruolo ancor più significativo di umanizzazione e sostegno.

Allegati
Azioni sul documento
« gennaio 2020 »
gennaio
lumamegivesado
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031