Strumenti personali
Tu sei qui: Portale News Archivio 2014 La giornata - 15 gennaio
Azioni sul documento
Archivio 2014

La giornata - 15 gennaio

Data di pubblicazione: 15/01/2014 13:28
Ultimo aggiornamento : 16/01/2014

Sonno. Così il cervello fa pulizia - dormendo ci depuriamo
Non dormire a sufficienza può causare demenza, Alzheimer, Parkinson e la scienza del sonno è diventata fondamentale al fine di prevenire molte malattie degenerative del cervello. Lo affermano due studi americani pubblicati sulle riviste Science e The Journal of Neuroscience. La prima ricerca, della danese Maiken Nedergaard, ha confermato l’ipotesi che il sonno è  il momento in cui il nostro cervello elimina scorie quali le proteine dette beta-amiloidi e tau, collegate all’Alzheimer. La seconda ricerca diretta da Sigrid Veasey del Center for Sleep and Circadian Neurobiology University of Pennsylvania ha dimostrato che la carenza di sonno cronica porta alla degenerazione dei neuroni .
La Repubblica

Incidenti sulla neve: aumentano le spalle lussate
Durante le vacanze di Natale e fine anno e nel periodo delle settimane bianche, sono anche un migliaio al giorno gli infortuni sulle piste italiane. A parlarne è Paolo Cherubino, presidente della società Italiana di ortopedia (Siot). Oggi i traumi consistono spesso in lesioni ai legamenti, e la vera novità sono i traumi agli arti superiori, spalle lussate e rottura della cuffia dei rotatori, mentre in passato erano soprattutto fratture alle gambe, questo, dovuto ad un nuova tecnologia di sci, scarponi e attacchi. La Società Italiana di medicina generale consiglia di non dimenticare mai di bere acqua per evitare il rischio di disidratazione, che col freddo può aumentare, non sentendo lo stimolo della sete.
Il Messaggero

Cure al risparmio. Povertà sanitaria mai così elevata. Triplicata la donazione di farmaci ma aumenta il numero dei bisognosi
Il primo Rapporto sulla povertà sanitaria e la donazione di farmaci stilato dalla Fondazione Banco farmaceutico onlus, dice che, se negli ultimi sette anni  i farmaci donati da aziende farmaceutiche (soprattutto) e da privati cittadini, sono aumentati del 241%, questi non sono stati sufficienti a coprire il fabbisogno delle famiglie povere, aumentate, nello stesso periodo, del 60%. In aiuto di 680mila persone sono stati donati 1 milione e 162mila farmaci corrispondenti ad un valore di 8 milioni di euro.
Avvenire

Allegati
Azioni sul documento
« dicembre 2019 »
dicembre
lumamegivesado
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031