Strumenti personali
Tu sei qui: Portale News Archivio 2012 Avviato il progetto di miglioramento del “Percorso per gli esami preoperatori”
Azioni sul documento
Archivio 2012

Avviato il progetto di miglioramento del “Percorso per gli esami preoperatori”

Data di pubblicazione: 29/05/2012 17:36

Semplificazione nell’accesso per i pazienti e la garanzia di effettuare l’intervento chirurgico nei tempi previsti

Ultimo aggiornamento : 30/06/2012

È operativa la prima fase del progetto di miglioramento del “Percorso per gli esami preoperatori” nel Distretto di Bologna. A un anno dalla prima sperimentazione - rivolta a 25 pazienti a settimana, destinati a essere operati in Otorinolaringoiatria - avvenuta all’Ospedale Maggiore con ottimi risultati in termini di fattibilità e di soddisfazione degli utenti, a partire dal mese di aprile di quest’anno altri 12 pazienti al giorno, da operare presso tre Unità Operative (Chirurgia A e B, Urologia e Oculistica), possono usufruire del Percorso semplificato presso il poliambulatorio “Mengoli”.

Il Percorso, volto alla standardizzazione della fase del pre-ricovero, prevede che il paziente inserito nella lista chirurgica venga contattato telefonicamente a casa e riceva la proposta di eseguire gli accertamenti base (esami del sangue, radiografia al torace ed elettrocardiogramma) in una sola mattinata, oltre alla prenotazione della visita anestesiologica e di eventuali ulteriori accertamenti, se previsti dai protocolli. Una volta eseguiti, il collegamento telematico per la lettura a distanza consente all’anestesista di ricevere referti ed immagini, in attesa di predisporre il trasferimento delle informazioni nella cartella anestesiologica per quando il paziente sarà operato.

Cosa cambia per i pazienti?

Innanzitutto si riduce il numero degli accessi. Fino ad ora infatti il paziente riceveva per posta un modulo con il quale recarsi al CUP per prenotare i singoli accertamenti (difficilmente effettuabili in un’unica giornata), per poi andare a ritirare i referti e infine prenotare la visita dall’anestesista (dovendosi ricordare di portare con sé tutti i referti). In generale, da un numero anche di 6 accessi, con il nuovo percorso si è passati a 2. In secondo luogo, il paziente ha la certezza di poter rispettare i tempi previsti per l’operazione (prima poteva capitare di non riuscire a fare gli accertamenti in tempo per mancanza di disponibilità). Infine il Percorso offre una maggiore sicurezza, poiché i referti arrivano direttamente all’anestesista per via telematica.

In altre parole, un’unica sede e un unico appuntamento (mediante l’identificare di una o più strutture extraospedaliere nell’ambito del Distretto di Bologna come luoghi privilegiati per l’esecuzione di esami preoperatori) e l’eliminazione di discontinuità e di attese ingiustificate nella fruizione delle prestazioni preoperatorie (dovute ai diversi criteri delle diverse Unità Operative interessate) rappresentano gli elementi innovativi messi in campo a favore del cittadino.

La sperimentazione attivata al Poliambulatorio “Mengoli” (diversa dalla prima perché sposta dall’Ospedale alle strutture territoriali il luogo in cui effettuare gli esami) potrà essere ampliata nella seconda parte dell’anno, con la prospettiva di arrivare a regime all’inizio del 2013, quando tutti coloro che dovranno sottoporsi a un intervento chirurgico presso l’Ospedale Maggiore potranno usufruire della nuova modalità organizzativa semplificata.

Il Percorso, promosso e supportato dal Distretto, si realizza attraverso la collaborazione di operatori dell’Ospedale (Dipartimenti Chirurgici e Igienico-Organizzativo) e del territorio (Dipartimento di Cure Primarie) e rappresenta una buona prova di come il nuovo ruolo di Committenza e Garanzia del Distretto possa favorire l’integrazione tra i diversi settori dell’Azienda, assicurando concreti miglioramenti a favore dei cittadini.

Allegati
Azioni sul documento
« marzo 2020 »
marzo
lumamegivesado
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031