Strumenti personali
Tu sei qui: Portale News Archivio 2012 Al Distretto Città di Bologna un finanziamento Inpdap per un progetto sulla non autosufficienza
Azioni sul documento
Archivio 2012

Al Distretto Città di Bologna un finanziamento Inpdap per un progetto sulla non autosufficienza

Data di pubblicazione: 08/02/2012 11:57

Si integrerà con le strategie distrettuali rivolte alla popolazione anziana

Ultimo aggiornamento : 30/06/2012

Si intitola “Prevenzione e riconoscimento precoce della non autosufficienza” il progetto del Distretto Città di Bologna cui Inpdap (Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell’Amministrazione Pubblica) ha attribuito un finanziamento nell’ambito di “Home Care Premium 2011”, avviato per individuare progetti - sperimentali e innovativi di Assistenza Domiciliare a favore di assistiti Inpdap non autosufficienti - che possano essere tradotti in buone pratiche di modello assistenziale, a livello nazionale e internazionale.

Il progetto è quindi rivolto a pensionati Inpdap residenti a Bologna e si svilupperà mediante un insieme di interventi di assistenza domiciliare diretta, mirati a persone anziane non autosufficienti, ma anche attraverso azioni di coinvolgimento in attività di carattere sociale, destinati prevalentemente agli individui definiti come “fragili”, in un’ottica preventiva rispetto alla condizione di non autosufficienza.

Il concetto di fragilità infatti, nei suoi aspetti biologici, psicologici e sociali, non corrisponde alla disabilità o a una condizione di non autosufficienza, ma ne rappresenta un precursore diretto, un campanello d’allarme che segnala l’aumento del rischio di perdita dell’autonomia e quindi di medicalizzazione o ricovero. Va inteso come una condizione di maggiore vulnerabilità, propria della vita umana, legata a fattori di natura biologica (in particolare l’età), ma anche economica, sociale e psico-relazionale.
Muovendo da questi presupposti, il progetto rientra e si integra in una più ampia programmazione (affiancata e complementare a quella assistenziale) di strategie e interventi a supporto e protezione della condizione di maggiore vulnerabilità degli anziani, volta a:

  • prevenire e allontanare il momento della non autosufficienza;
  • focalizzare l'attenzione sulle diverse esigenze di ogni singolo soggetto e creare condizioni organizzative e culturali che possano rispondere adeguatamente e tempestivamente alla segnalazione del bisogno;
  • far emergere gli aspetti premonitori e i bisogni inespressi che segnalano l’eventuale peggioramento della condizione di autonomia;
  • stimolare il coinvolgimento e la partecipazione ad attività, individuali e/o collettive, in grado di valorizzare le capacità e gli interessi dell’anziano, in cui sia possibile sperimentare il mantenimento delle proprie competenze e la scoperta di nuovi interessi e relazioni.


Gli interventi rivolti ai pensionati Inpdap saranno resi operativi nel corso del 2012, in collaborazione con il Comune di Bologna, CUP2000 e altri partner presenti nell’area urbana, come le associazioni operanti nell’ambito del volontariato sociale e dell’assistenza.

Allegati
Azioni sul documento
« giugno 2020 »
giugno
lumamegivesado
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930