Strumenti personali
Tu sei qui: Portale News Archivio 2012 Strutture Residenziali per Anziani. Avviate le attività di “audit”
Azioni sul documento
Archivio 2012

Strutture Residenziali per Anziani. Avviate le attività di “audit”

Data di pubblicazione: 13/01/2012 13:11

Demenza e Alimentazione: percorsi specifici in ogni struttura per migliorare la qualità dei sevizi

Ultimo aggiornamento : 30/06/2012

Nel 2011 in tutte le 50 Strutture Residenziali per Anziani accreditare a livello aziendale è stato sviluppata l’attività di “Audit sulle azioni di miglioramento relative alla gestione di anziani affetti da demenza e alla applicazione delle linee guida sulla nutrizione servizi residenziali per anziani”. Si tratta di due tematiche già ampiamente affrontate, in quanto un percorso di miglioramento della qualità dei servizi di queste strutture è attivo da diversi anni.

Nel Distretto della Città di Bologna tutte le 16 le strutture accreditate hanno inviato i loro progetti di miglioramento relativi alle due aree di previste per l’intervento - Alimentazione e Demenza - seguendo modalità e tempi concordati.
Nell’area Alimentazione sono pervenuti 14 progetti, in particolare inerenti il monitoraggio dello stato nutrizionale dell'anziano e dei consumi alimentari, la diffusione della conoscenza di strumenti di valutazione della disfagia, il miglioramento delle diete e degli orari di somministrazione dei pasti, la valutazione dell'efficacia della nutrizione artificiale, il sostegno al pasto volto al recupero di abilità individuali, il coinvolgimento dei familiari.
Nell’area Demenza sono pervenuti 11 progetti, in particolare per la promozione dell’utilizzo del Neuropsychiatric Inventory (N.P.I.), strumento di valutazione dell’area neuropsichiatria, l’avvio di terapie ad hoc per la stimolazione degli ospiti affetti da demenza, la promozione del miglioramento dei rapporti interpersonali tra ospiti , l’avvio di un gruppo di Auto Mutuo Aiuto di familiari di utenti affetti da demenza. In tutti i progetti relativi a quest’area è prevista un’attività di formazione specifica.

L’attività di “audit” rappresenta uno strumento di valutazione e miglioramento della qualità e dell’efficacia dei servizi oggi molto utilizzato. Si compone di una fase di confronto dei risultati della propria attività con indicatori standard attendibili e accreditati a livello internazionale, una fase di individuazione delle criticità che possono ostacolare il raggiungimento di questi standard, una fase di implementazione di interventi volti a contrastare queste criticità e una fase finale di valutazione e di confronto tra i risultati ottenuti - dopo l’attuazione degli interventi - e gli standard presi come riferimento.

Tra un anno sarà possibile misurare i miglioramenti della qualità ottenuti con l’implementazione dei progetti.

Allegati
Azioni sul documento
« febbraio 2020 »
febbraio
lumamegivesado
12
3456789
10111213141516
17181920212223
242526272829