Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Home Page ISNB Ricerca Incontri scientifici I seminari "Scienze Neurologiche" In ricordo di Pasquale Montagna
Azioni sul documento

In ricordo di Pasquale Montagna

Data di pubblicazione: 25/11/2015 14:55

Il saluto dei collaboratori e della stampa

Ultimo aggiornamento : 25/11/2015

9 Dicembre 2010: accade l'inimmaginabile. Muore il Professor Pasquale Montagna, il nostro Maestro.

Proprio lui che c'era sempre. Un abstract, una presentazione, un manoscritto, un consiglio per un paziente: non importava chi fosse a chiedere, lui c'era per tutti e a tutti, con una generosità senza pari, dispensava tutto il suo sapere. Diceva: "Non mi piace" e già stava pensando a come rendere migliore il materiale che gli era stato sottoposto. L'importante era tendere al meglio, sempre, senza accontentarsi mai, cercando continuamente soluzioni nuove, senza ripercorrere facili strade già aperte.
Era la sua straordinaria intelligenza che glielo permetteva. L'intelligenza nel pensiero scientifico: a partire dal desiderio e dalla volontà di conoscere, all'intuizione, al rigore del metodo fino alla capacità, così rara, di allontanare lo sguardo dal particolare e di inserirlo in una visione più ampia. La mente aperta, le passioni per la storia, la letteratura, la filosofia, la musica, lo facevano poliedrico e si riflettevano nell'ampiezza del pensiero scientifico.
L'intelligenza emotiva gli dava il dono dell'empatia, tanto nella professione medica e nei rapporti scientifici quanto nella didattica e nell'amicizia. Riservato e al tempo stesso attento e sensibile alle sfumature. Poteva stupire con gesti e slanci inattesi. Nello stesso modo l'espressione seria, a volte ombrosa o accigliata, poteva schiudersi in un sorriso un po' trattenuto dallo sguardo ironico, quando si giungeva ad un traguardo condiviso e che lo appagava. Le sue soluzioni potevano essere certamente migliori di quelle del suo interlocutore, ma lui non mancava mai di chiedere con sincerità: "Che ne pensi?".
Ci piace ricordarlo semplicemente con la raccolta delle sue pubblicazioni, facendo omaggio allo scienziato di livello internazionale, ma anche all'uomo unico e così speciale, che per sempre sarà vivo nel nostro cuore e sarà la stella polare delle nostre ricerche.

Il Comitato Organizzatore

 

Allegati
Montagna, lo scienziato che ha curato il sonno   329.3 kB 
Il Resto del Carlino, 10 dicembre 2010
Azioni sul documento