Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Appuntamenti Archivio Datti una mossa, muoversi è un piacere!
Mappa del sito
 
Azioni sul documento

Datti una mossa, muoversi è un piacere!

Data di pubblicazione: 28/01/2016 11:40
— archiviato sotto:

Secondo appuntamento di Bellaria InFORMA

Cosa
  • Giornata di prevenzione
Quando 01/03/2016
da 14:00 al 16:00
Dove Aula magna pad. Tinozzi - Ospedale Bellaria
Persona di riferimento UOC Alimenti e nutrizione Città - DSP
Indirizzo e-mail per contatti
Partecipanti Tutti gli operatori dell'Ospedale Bellaria

Dr. Gerardo Astorino - UO Epidemiologia Promozione della Salute e Comunicazione del Rischio

Dr. Francesco Saverio Casimirri - UO PS e Medicina Urgenza OM

Attualmente l’inattività fisica è identificata a livello globale come il quarto più importante fattore di rischio per la mortalità. In molti Paesi i livelli di inattività fisica stanno aumentando, con importanti ripercussioni sulla prevalenza delle malattie non trasmissibili e sullo stato di salute generale della popolazione di tutto il mondo.

L’importanza dell’attività fisica per la sanità pubblica, il mandato conferito a livello globale all’OMS per il lavoro svolto in relazione alla promozione dell’attività fisica e alla prevenzione delle malattie non trasmissibili, e l’esistenza di un limitato numero di linee guida nazionali sull’attività fisica per la salute nei Paesi a basso e medio reddito evidenziano la necessità di sviluppare raccomandazioni globali che analizzino le connessioni tra la frequenza, la durata, l’intensità, il tipo e la quantità totale di attività fisica necessaria per la prevenzione delle malattie non trasmissibili.

In generale, per tutte le fasce di età, i benefici derivanti dall’applicazione di queste

raccomandazioni sull’attività fisica superano i possibili danni. Ai livelli raccomandati di 150 minuti a settimana di attività di moderata intensità, il verificarsi di infortuni muscolo-scheletrici sembra essere poco comune. In un approccio basato sulla popolazione, al fine di diminuire i rischi di infortunio muscolo-scheletrico, è opportuno incoraggiare alla moderazione nella fase iniziale, per progredire solo successivamente e in maniera graduale verso livelli più intensi di attività fisica.

L’attività fisica non va confusa con lo sport

Per “attività fisica” si intende qualunque movimento corporeo prodotto dai muscoli scheletrici utilizzando energia; questa definizione comprende lo sport, l’esercizio fisico e altre attività come giocare, camminare, dedicarsi ai lavori domestici o al giardinaggio.

Allegati
Azioni sul documento
« agosto 2019 »
agosto
lumamegivesado
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031