Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Chi siamo Lo staff aziendale Anticorruzione, Trasparenza e Privacy (Staff del Direttore Generale) News ATP Aggiornamento - Registro informatizzato degli accessi degli informatori scientifici nelle sedi aziendali
Azioni sul documento
News ATP

Aggiornamento - Registro informatizzato degli accessi degli informatori scientifici nelle sedi aziendali

Data di pubblicazione: 09/07/2019 10:05

Le “Linee Guida per regolamentare l’accesso da parte di professionisti che svolgono attività di informazione tecnico scientifica di farmaci, dispositivi, prodotti dietetici e prodotti per lattanti” adottate con Deliberazione n. 222 del 29/06/2017, prevedono l’istituzione del Registro informatizzato degli accessi degli informatori scientifici nelle sedi aziendali e costituiscono una misura per prevenire e contrastare fenomeni di corruzione (Legge n. 190/2012, Determinazione ANAC n. 12 del 28/10/2015)

Ultimo aggiornamento : 01/08/2019

Dal 1 agosto 2019 sarà disponibile per tutte le Strutture aziendali il  Registro informatizzato realizzato dalla UO Tecnologie Informatiche e di Comunicazione, fino ad ora utilizzato in via sperimentale presso il Dipartimento Medico, per  la prenotazione e registrazione degli incontri di informazione tecnico-scientifica. In attesa dell’introduzione del software unico regionale, che sarà disponibile a breve, il registro informatizzato potrà essere adottato da chi lo ritiene uno strumento utile alla gestione della prenotazione e registrazione degli accessi; rimarrà possibile, per una prima fase transitoria, l’utilizzo del registro cartaceo.

Dal primo di agosto l’attività di informazione tecnico scientifica di farmaci, dispositivi, prodotti dietetici e prodotti per lattanti sarà pertanto possibile anche mediante prenotazione dell’appuntamento da parte dell’informatore scientifico attraverso l’utilizzo dell’applicativo dedicato. I professionisti, accolta la richiesta di appuntamento per informazione scientifica, dovranno, ad incontro avvenuto, registrare le informazioni, mediante compilazione dei campi del Registro di loro competenza.

Si precisa che l’osservanza delle modalità di gestione degli accessi degli informatori scientifici rappresenta un obbligo previsto oltre che dalla L.R. Emilia-Romagna n. 9/2017, dal Codice di Comportamento Aziendale, approvato con Deliberazione n. 166 del 29/05/2018.

Di seguito i punti maggiormente rilevanti delle Linee Guida:

L’obbligo di identificazione degli Informatori Scientifici

Per svolgere "attività di informazione tecnico scientifica di farmaci, dispositivi, prodotti dietetici e prodotti per lattanti”, gli Informatori Scientifici dovranno identificarsi all’interno delle strutture dell’Azienda USL di Bologna tenendo ben visibile il tesserino di riconoscimento (contenente una fotografia, nome e cognome, logo aziendale, ruolo professionale) ed esibendo, su richiesta degli operatori interni,  un documento di riconoscimento.

Lo stesso obbligo è previsto per l’attività di informazione scientifica presso i Medici di Medicina Generale e i Pediatri di Libera Scelta delle Case della Salute dell’Azienda USL di Bologna.

Per ottenere il tesserino di riconoscimento le aziende farmaceutiche dovranno accreditarsi tramite il portale E-R Salute. Si fa presente che, al momento, la registrazione sulla piattaforma regionale è prevista solamente per gli informatori che si occupano di farmaci con codice AIC. Per i professionisti che non sono in possesso del tesserino regionale sarà quindi sufficiente esibire il tesserino di riconoscimento. Al termine dell’operazione di accreditamento per ciascun Informatore Scientifico autorizzato viene generato  un codice identificativo univoco regionale e il tesserino di riconoscimento. In caso di variazione dei dati questi dovranno essere aggiornati tempestivamente nella piattaforma regionale dall’azienda farmaceutica: verrà così rilasciato un nuovo tesserino con i dati aggiornati.

Il portale regionale produrrà l’elenco aggiornato degli Informatori scientifici autorizzati a svolgere l’attività di informazione.

Incontri Collegiali  - Eccezioni

Gli incontri per attività di informazione tecnico scientifica dovranno essere preferibilmente collegiali, anche multidisciplinari, senza limite annuo.

Saranno possibili massimo 5 visite individuali annue e solo su appuntamento, tra l’Informatore Scientifico e il medico prescrittore.

Limiti all’attività di informazione scientifica

Gli Informatori scientifici non potranno, tramite visite individuali,  presentare lo stesso prodotto per più di cinque volte all’anno ad ogni medico interessato alla prescrizione, salvi i casi di comunicazione di informazioni rilevanti riguardanti il farmaco.

Durante gli incontri potranno essere ceduti, da ogni azienda farmaceutica, solo i prodotti gratuiti oggetto dell’incontro e per un valore massimo annuo complessivo, a beneficiario, di 20 euro.

Il materiale informativo eccedente il complessivo limite annuo di 20 euro potrà essere ceduto solo in favore della Direzione dell’Azienda Usl di Bologna.

Il numero dei campioni gratuiti non potrà essere superiore:

  • a 2 per visita e 8 annui, nei primi 18 mesi di commercializzazione;
  • a 4 per visita e 10 annui, superati i 18 mesi di commercializzazione.
Allegati
Azioni sul documento
« settembre 2019 »
settembre
lumamegivesado
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30