Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Chi siamo Lo staff aziendale Anticorruzione, Trasparenza e Privacy (Staff del Direttore Generale) News ATP Whistleblowing, il nuovo Protocollo operativo per la gestione delle segnalazioni di condotte illecite: ecco le principali novità
Azioni sul documento
News ATP

Whistleblowing, il nuovo Protocollo operativo per la gestione delle segnalazioni di condotte illecite: ecco le principali novità

Data di pubblicazione: 27/06/2019 11:10

Il Protocollo operativo si adegua alle modifiche normative che hanno riguardato l’art. 54 bis del D.lgs 165/2001, così come modificato dalla legge 179/2017.

Ultimo aggiornamento : 27/06/2019

Il nuovo Protocollo Operativo fornisce ai segnalanti le indicazioni e gli strumenti per effettuare la segnalazione, consente di ottenere riscontri e garanzie in merito, contribuisce al miglioramento delle performance aziendali ed a rimuovere quei fattori che possono ostacolare o disincentivare il ricorso a questo istituto, quali dubbi e incertezze sulla procedura da seguire ed eventuali timori di ritorsioni o discriminazioni.

Il dipendente pubblico o i lavoratori e i collaboratori delle imprese fornitrici di beni o servizi e che realizzano opere in favore dell’Azienda USL, che intendono segnalare pratiche illecite, possono d’ora in poi utilizzare la nuova piattaforma informatica aziendale disponibile all’indirizzo 

https://whistleblowing.ausl.bologna.it/#/.

Resta comunque in vigore, anche se in forma residuale, la modalità di consegna diretta e personale della segnalazione al Responsabile della prevenzione corruzione e della trasparenza(RPCT), al Superiore gerarchico o al Responsabile della struttura di appartenenza.

La nuova piattaforma informatica consente, attraverso la compilazione di un modulo online, di:

  • segnalare presunte pratiche illecite direttamente e unicamente al RPCT;
  • instaurare un dialogo esclusivo e continuo con il RPCT durante tutta la fase di lavorazione della segnalazione;
  • comunicare in forma riservata (o anonima in casi peculiari) con il RPCTgrazie al rilascio di un “Key code” di 16 cifre da utilizzare durante tutta la fase di lavorazione della segnalazione.

L’attività di accertamento delle segnalazioni, che dovrà concludersi entro 60 giorni dal ricevimento della segnalazione, è affidata al RPCT che a tal fine effettua ogni attività ritenuta opportuna (es. audizione orale, contatti diretti riservati) alla verifica della veridicità dei fatti rappresentati.

    E’ importante precisare che lo scopo principale della “segnalazione” è quello di prevenire o risolvere un problema o un evento di cattiva amministrazione "maladmistration” internamente e con tempestività. Il whistleblowing, quindi, non riguarda doglianze di carattere personale del segnalante o rivendicazioni/istanze che rientrano nella disciplina del rapporto di lavoro o rapporti col superiore gerarchico o colleghi, per le quali occorre fare riferimento ad altri e diversi istituti e procedure Aziendali.

    « agosto 2019 »
    agosto
    lumamegivesado
    1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    262728293031